Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Ingraham

Di

Editore: Sperling & Kupfer

3.7
(71)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 424 | Formato: Altri

Isbn-10: 8820018136 | Isbn-13: 9788820018139 | Data di pubblicazione: 

Traduttore: R. Rambelli

Disponibile anche come: Paperback , Copertina rigida

Ti piace Ingraham?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Per laurearsi in medicina Quinn Cleary deve essere accettata a Ingraham, unaprestigiosa università privata dai rigorosi sistemi selettivi. Superato apieni voti l'esame di ammissione con l'aiuto del simpatico Tim Brown, Quinncrede di non avere più problemi. Ma Ingraham nasconde terribili segreti: unastrana musica dagli effetti sconvolgenti viene diffusa ogni notte da altoparlanti nascosti... corpi paralizzati e avvolti in bende giacciono in bui sotterranei... gli studenti vengono costantemente sorvegliati da microcamere...
Ordina per
  • 3

    Quinn Cleary è determinata a diventare un medico, ma per farlo deve assolutamente essere accettata alla Ingraham, un'università molto prestigiosa che accetta solo cinquanta studenti l'anno, ma che è totalmente gratuita. Riesce a entrare per un pelo, i corsi sono interessantissimi, ma la scuola na ...continua

    Quinn Cleary è determinata a diventare un medico, ma per farlo deve assolutamente essere accettata alla Ingraham, un'università molto prestigiosa che accetta solo cinquanta studenti l'anno, ma che è totalmente gratuita. Riesce a entrare per un pelo, i corsi sono interessantissimi, ma la scuola nasconde grandi, terribili segreti...

    Piuttosto inquietante l'idea del controllo mentale, per il resto si sa già da subito che qualcosa non va.

    ha scritto il 

  • 3

    Non riesco a inquadrare questo libro. L'idea è interessante, intrigante... ma mi aspettavo qualcosa di più.
    Inquietante... soprattutto l'ultimissima pagina, dopo l'epilogo.

    ha scritto il 

  • 3

    Colin Andrews è uno pseudonimo scelto dallo scrittore F. Paul Wilson. Questa storia è ambientata presso un istituto americano di medicina,l' "Ingraham", che regala i suoi corsi agli studenti che superano una "selezione". I protagonisti si accorgono ben presto che c'è qualcosa di strano anche se n ...continua

    Colin Andrews è uno pseudonimo scelto dallo scrittore F. Paul Wilson. Questa storia è ambientata presso un istituto americano di medicina,l' "Ingraham", che regala i suoi corsi agli studenti che superano una "selezione". I protagonisti si accorgono ben presto che c'è qualcosa di strano anche se non riescono a concepire l'entità di quello che ruota attorno all'istituto. In particolare non riescono a capire come sia possibile che tutti gli studenti uniformino i loro modi di pensare a quelli indottrinati loro dai professori. La storia si snoda tra una prevedibile storia d'amore e una buona componente investigativa e misteriosa, che rende piacevole la lettura del romanzo.

    ha scritto il 

  • 1

    Delusione

    Ingraham, che delusione! Un libro non particolarmente originale, forse solo nelle premesse; la possibilità di controllare la mente delle persone è sempre stato un tema affascinate. Ma questo medical-thriller riesce in un’impresa molto più unica che rara; farci sperare che i buoni per una volta pe ...continua

    Ingraham, che delusione! Un libro non particolarmente originale, forse solo nelle premesse; la possibilità di controllare la mente delle persone è sempre stato un tema affascinate. Ma questo medical-thriller riesce in un’impresa molto più unica che rara; farci sperare che i buoni per una volta perdano. Infatti i personaggi principali sono assolutamente antipatici Quinn, la secchiona e Tim, il genio sono stereotipati ed ingessati a tal punto da sembrare delle macchiette. Ed i cattivi poi, sono quanto di più banale e scontato si possa immaginare; grande profusione di tecnologia, addestramento e risorse ma che finiscono per farsi scoprire ed incastrare in maniera per lo meno irritante.
    D’accordo che non tutti i romanzi devono per forza essere dei capolavori, ma almeno dovrebbero possedere un briciolo di originalità . Insomma, se incrociate Ingraham sullo scaffale della libreria sotto casa, proseguite pure senza fermarvi risparmierete tempo e soldi.

    ha scritto il