Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Inseparabili

Il fuoco amico dei ricordi

Di

Editore: Mondadori

3.3
(907)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 351 | Formato: eBook

Isbn-10: 8852022716 | Isbn-13: 9788852022715 | Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Disponibile anche come: Copertina rigida , Altri

Genere: Fiction & Literature

Ti piace Inseparabili?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Inseparabili. Questo sono sempre stati l'uno per l'altro i fratelli Pontecorvo, Filippo e Samuel. Come i pappagallini che non sanno vivere se non sono insieme. Come i buffi e pennuti supereroi ritratti nel primo fumetto che Filippo ha disegnato con la sua matita destinata a diventare famosa. A nulla valgono le differenze: l'indolenza di Filippo - refrattario a qualsiasi attività non riguardi donne, cibo e fumetti - opposta alla determinazione di Samuel, brillante negli studi, impacciato nell'arte amatoria, avviato a un'ambiziosa carriera nel mondo della finanza. Ma ecco che i loro destini sembrano invertirsi e qualcosa per la prima volta si incrina. In un breve volgere di mesi, Filippo diventa molto più che famoso: il suo cartoon di denuncia sull'infanzia violata, acclamato da pubblico e critica dopo un trionfale passaggio a Cannes, fa di lui il simbolo, l'icona in cui tutti hanno bisogno di riconoscersi. Contemporaneamente Samuel vive giorni di crisi, tra un investimento a rischio e un'impasse sentimentale sempre più catastrofica: alla vigilia delle nozze ha perso la testa per Ludovica, introversa rampolla della Milano più elegante con un debole per l'autoerotismo. Nemmeno l'eccezionale, incrollabile Rachel, la "mame" che veglia su di loro da quando li ha messi al mondo, può fermare la corsa vertiginosa dei suoi ragazzi lungo il piano inclinato dell'esistenza. Forse, però, potrà difendere fino all'ultimo il segreto impronunciabile che li riguarda tutti...
Ordina per
  • 4

    Il continuo di Persecuzione (leggerli separatamente si può, ma non se ne comprendono appieno le numerose sfumature) conferma le aspettative che derivavano dalla lettura del primo e, a mio avviso, va oltre. Ritmo serrato, scrittura eccellente, trama avvincente: un mix che gli è valso un meritatiss ...continua

    Il continuo di Persecuzione (leggerli separatamente si può, ma non se ne comprendono appieno le numerose sfumature) conferma le aspettative che derivavano dalla lettura del primo e, a mio avviso, va oltre. Ritmo serrato, scrittura eccellente, trama avvincente: un mix che gli è valso un meritatissimo Premio Strega 2012. I piccoli fratelli Pontecorvo sono cresciuti, uomini cui la vita presenta il conto di quanto avvenuto trent'anni prima in un crescendo di avvenimenti ed emozioni. Piperno si conferma uno scrittore contemporaneo un gradino al di sopra di molti e più famosi colleghi.

    ha scritto il 

  • 4

    Il seguito di Persecuzione, che però non va necessariamente letto prima. Lungo, analitico e dettagliato, come piace a me, ma molto "familiare" e scorrevole. Cupo, serio e senza speranza ma scritto bene.

    ha scritto il 

  • 4

    Anche "inseparabili", al pari del precedente "persecuzione", il primo del dittico, è un potente romanzo ben scritto che coinvolge e trascina. Ironico , emozionante, che completa la storia sciogliendo i nodi lasciati in sospeso in "Persecuzione". Bravo Alessandro Piperno. Apprezzatissimo. ...continua

    Anche "inseparabili", al pari del precedente "persecuzione", il primo del dittico, è un potente romanzo ben scritto che coinvolge e trascina. Ironico , emozionante, che completa la storia sciogliendo i nodi lasciati in sospeso in "Persecuzione". Bravo Alessandro Piperno. Apprezzatissimo.

    ha scritto il 

  • 3

    Ho sempre più difficoltà a capire i criteri con cui assegnano i premi Strega. C'è da dire che ho apprezzato la particolare abilità dello scrittore a raccontare luoghi comuni..

    ha scritto il 

  • 2

    Non mi è piaciuto...scritto molto bene, ma non mi è piaciuto il contenuto...non mi ha interessata la storia nè il suo sviluppo ma solo la modalità usata per raccontarla, scorrevole e dettagliata.

    ha scritto il 

  • 3

    Molto intenso, a volte troppo. E' l'ironia della sorte fatta libro, trama. è un libro valido a livello stilistico, l'autore domina la prosa, sa giocare bene con le parole, le sceglie bene, al di là della trama la lettura diventa un piacere e poi offre significativi spunti di riflessione che rigua ...continua

    Molto intenso, a volte troppo. E' l'ironia della sorte fatta libro, trama. è un libro valido a livello stilistico, l'autore domina la prosa, sa giocare bene con le parole, le sceglie bene, al di là della trama la lettura diventa un piacere e poi offre significativi spunti di riflessione che riguardano i rapporti tra madre e figlio, padre e fratello.

    ha scritto il 

Ordina per