Hooray! You have added the first book to your bookshelf. Check it out now!
Create your own shelf sign up
[−]
  • Search Digit-count Valid ISBN Invalid ISBN Valid Barcode Invalid Barcode

In'shallah

By Oriana Fallaci

(50)

| Paperback | 9780099181712

Like In'shallah ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free

Book Description

This novel opens in Beirut on the night of the terrifying assault on the US Marine barracks. It is told from the viewpoint of young Italian soldiers in the international peace-keeping force stationed in that strife-torn city, the Arabs and the women Continue

This novel opens in Beirut on the night of the terrifying assault on the US Marine barracks. It is told from the viewpoint of young Italian soldiers in the international peace-keeping force stationed in that strife-torn city, the Arabs and the women in their lives. By the author of "A Man".

200 Reviews

Login or Sign Up to write a review
  • 1 person finds this helpful

    Capolavoro

    5/5 senza alcun dubbio.
    Romanzo indubbiamente sottovalutato, a mio parere non ha nulla da invidiare ai grandi classici.

    Is this helpful?

    Synesthesia said on Sep 20, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Noioso e poco coinvolgente

    Ho amato "Lettera ad un bambino mai nato", e ho voluto provare qualcos'altro di Oriana Fallaci. Ma questo mi ha deluso. L'ho trovato noioso e poco coinvolgente.

    Is this helpful?

    Margot said on Sep 18, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    La grande scrittrice fiorentina narra la guerra in Libano intrecciando personaggi veri e inventati, scene di guerra e di vita quotidiana, a partire da uno scenario tragico: l'attentato contro i battaglioni americani e francesi, con lo stile e la prof ...(continue)

    La grande scrittrice fiorentina narra la guerra in Libano intrecciando personaggi veri e inventati, scene di guerra e di vita quotidiana, a partire da uno scenario tragico: l'attentato contro i battaglioni americani e francesi, con lo stile e la profondità che solo Oriana aveva.

    Is this helpful?

    Federica said on Sep 12, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Ho un amore viscerale per Oriana, quindi non faccio testo. L'ho letto tipo tre volte e ancora riesco a trovarci una bellezza indimenticabile!!!

    Is this helpful?

    Mauro Torquati57 said on Jul 7, 2014 | Add your feedback

  • 3 people find this helpful

    Oriana Fallaci - Insciallah

    Non avevo mai letto nulla di Oriana Fallaci. Non perché non la conoscessi (non vivo su Marte) ma perché onestamente non ne ero stato mai incuriosito. Questo perché ho sempre associato la Fallaci alla guerra e le storie che trattano queste tematiche m ...(continue)

    Non avevo mai letto nulla di Oriana Fallaci. Non perché non la conoscessi (non vivo su Marte) ma perché onestamente non ne ero stato mai incuriosito. Questo perché ho sempre associato la Fallaci alla guerra e le storie che trattano queste tematiche mi sconfortano nel profondo. Complice un regalo quanto mai inaspettato mi sono ritrovato catapultato a Beirut in missione di pace (ma si può avere la pace con la guerra?), in prima linea, in un coacervo di eventi e di sentimenti.

    Insciallah è un romanzo corale, una sorta di Iliade, un mosaico di storie. Un romanzo in cui vita e morte si mescolano, in cui la guerra mette a nudo tutte le debolezze umane, i sentimenti, le passioni, le riflessioni sulla propria vita passata. E' un romanzo che coinvolge tutto lo stivale, da Nord a Sud, con i suoi dialetti e le sue numerose storie di vita, storie di chi ha lasciato qualcosa a casa e di chi invece lascerà qualcosa a Beirut. Storie in cui passione, vita e morte si mescolano tra loro per opera del caso o forse proprio per volontà di Dio.

    La Fallaci è pantagruelica nel suo incedere, è strabordante, quasi orgiastica nella sua scrittura. Pochi sono gli attimi di calma e di riflessione e forse per questo spiccano e vengono apprezzati e gustati. Penso alla descrizione di Beirut, penso alla lettera di Ninette, penso alle lettere del professore, penso alla bellissima parte sulle suore francesi. Si vede che la Fallaci ha vissuto in prima linea perché quello che narra ha dei contorni profondamente reali e, nonostante alcune situazioni grottesche (mi viene in mente Lady Godiva), si ha sempre la sensazione di un'estrema lucidità e precisione nei dettagli (penso alla dissertazione sulle pallottole e sui fucili) in un'epoca dove non era facile come oggi avere accesso a enormi quantitativi di informazioni.

    Insciallah la potrei definire un'esperienza, un viaggio tra la vita e la morte, uno splendido affresco sull'aleatorietà della vita. Di nuovo un umile e semplice grazie a Daniela.

    Is this helpful?

    david said on Jun 29, 2014 | 1 feedback

Book Details

Improve_data of this book

Collection with this book