Instant love

Di

Editore: Mondadori

3.3
(768)

Lingua: Italiano | Numero di pagine: 348 | Formato: Copertina morbida e spillati | In altre lingue: (altre lingue) Spagnolo , Tedesco

Isbn-10: 880451471X | Isbn-13: 9788804514718 | Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Disponibile anche come: Paperback , Altri

Genere: Famiglia, Sesso & Relazioni , Narrativa & Letteratura , Gay & Lesbo

Ti piace Instant love?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis

ACQUISTA LIBRO
Acquisto non disponibile
per questo libro
Descrizione del libro
Viola, studentessa universitaria, e Daniele, pubblicitario in una nota agenziadi Milano, sono giovani, belli e si amano. Un giorno, su un treno al rientrodalle vacanze estive, incontrano Rocco e decidono di frequentarsi. Viola, cheè molto attratta da lui, lo incontra di nascosto, e dopo un breve bacio giàpregusta un'innocente trasgressione, ma le cose non vanno come lei credeperché di lì a poco tra Daniele e Rocco scoccherà la scintilla.
Ordina per
  • *** Attenzione: di seguito anticipazioni sulla trama (SPOILER) ***

    3

    Non più di tre stelle...

    Non riesco davvero a dare più di 3 stelle. Il libro non è riuscito a coinvolgermi come avrei voluto. Ho avuto fretta di finirlo perché proprio non riuscivo a entrarci.
    Sono riuscita solo verso la fine ...continua

    Non riesco davvero a dare più di 3 stelle. Il libro non è riuscito a coinvolgermi come avrei voluto. Ho avuto fretta di finirlo perché proprio non riuscivo a entrarci.
    Sono riuscita solo verso la fine, a leggerlo volentieri, perché un po', ai personaggi ti ci affezioni comunque.
    Rocco, nella sua personalità così "normale", che scopre un lato di se stesso che mai avrebbe immaginato.
    Viola, nella sua perfezione, si ritrova a mettere in discussione quello che ha, prima avendo un flirt con Rocco, poi vedendosi "messa da parte"... e non solo da Rocco.
    Daniele, perfetto anche lui, egoista, sicuro di poter avere tutto nella vita, di non dover scegliere mai, di non dover decidere mai, si ritrova inevitabilmente solo.
    Avrei voluto leggere i libri di Bianchini, ma dopo aver letto questo, sinceramente, sono titubante.
    Consigliatemi voi!!!

    ha scritto il 

  • 4

    La recensione completa sul blog "La lettrice sulle nuvole"

    https://lalettricesullenuvole.blogspot.it/2016/09/recensione-instant-love-di-luca.html

    Daniele e Viola, una coppia perfetta. Lui è veramente bello e ha avuto tutti i privilegi che derivano da questo. ...continua

    https://lalettricesullenuvole.blogspot.it/2016/09/recensione-instant-love-di-luca.html

    Daniele e Viola, una coppia perfetta. Lui è veramente bello e ha avuto tutti i privilegi che derivano da questo. Fa voltare donne, ragazze, uomini e anche le mamme. E' il classico bravo ragazzo con un buon impiego, abbastanza colto e dalla vita facile. Viola studia ancora, è anche lei carina ed è una piccola Lolita. Innocente e seducente, le piace molto questo ruolo. Ricca, viziata, abituata ad ottenere ciò che vuole senza grossa fatica, vive insieme a Daniele e tutto sembra andare per il meglio.
    Daniele si affezionava in fretta alle persone. Era un ragazzo privilegiato. Baciato dalla bellezza, guardava il modo in positivo. Fin da piccolo aveva capito che la vita gli avrebbe sorriso spesso.
    Sul treno di ritorno dalle vacanze Rocco si siede vicino a loro. E inizia a flirtare con Viola, in maniera quasi impercettibile. Viola ne è lusingata e decide di proseguire la conoscenza, ma presa dai sensi di colpa, coinvolge anche Daniele. E, inaspettatamente per tutti quanti, qualcosa succede, una scintilla scocca. Come potranno fare? Riusciranno a destreggiarsi in questa acrobazia d'amore?
    "E' una cosa che non so spiegarmi neanch'io. Non mi ricordo nemmeno com'è cominciata. E' stato come un incendio, che ti accorgi che c'è solo quando dici: minchia, le fiamme."
    La trama di questo libro mi è piaciuta tantissimo, l'ho trovata veramente originale. Così come la caratterizzazione dei personaggi, è proprio uno spaccato dei nostri giorni. Non mi sono ritrovata in nessuno di loro però diversi tratti sono riconducibili a molti trentenni che conosco.
    ... continua sul blog

    ha scritto il 

  • 3

    Tre stelline (visto che due e mezzo non si possono dare) solo perché è il romanzo d'esordio di Bianchini e, si sa, quando ti capita di leggere prima le ultime produzioni di un autore è normale trovare ...continua

    Tre stelline (visto che due e mezzo non si possono dare) solo perché è il romanzo d'esordio di Bianchini e, si sa, quando ti capita di leggere prima le ultime produzioni di un autore è normale trovare le precedenti inferiori (e se non succede qualcosa, qualcosa, decisamente, non va).
    Non è che sia stato brutto, eh; gli ingredienti e il tono - leggero e un po' ironico - dell'autore li abbiamo anche qui; anche i personaggi, in fondo, non sono male. Tuttavia, a volte, l'ho trovato un po' noioso: alcune scene sono un po' inutili, più ripetitive nella loro banalità che utili ai fini del racconto. Insomma, non mi ha coinvolta completamente come gli altri successivi.
    Resta comunque un'ottima lettura da ombrellone.

    ha scritto il 

  • *** Attenzione: di seguito anticipazioni sulla trama (SPOILER) ***

    3

    Il triangolo no...

    Mi piace come scrive Luca Bianchini, anche se gli altri due suoi romanzi che ho letto (Io che amo solo te e La cena di Natale) mi sono piaciuti di più, mi hanno veramente fatto ridere. Di questo libro ...continua

    Mi piace come scrive Luca Bianchini, anche se gli altri due suoi romanzi che ho letto (Io che amo solo te e La cena di Natale) mi sono piaciuti di più, mi hanno veramente fatto ridere. Di questo libro ricorderò i capitoli introdotti da titoli di canzoni, mi sono trovata a canticchiarle spesso... È un romanzo molto lungo, andrebbe sfoltito in alcuni punti, ma alla fine si lascia leggere e il finale mi è piaciuto. Il personaggio di Daniele, che mi è stato antipatico sin dall'inizio, ha quello che si merita, e cioè un pugno di mosche. Non la sua bella Lolita/ Viola, non il suo amante Rocco. Tiè. Ben ti sta. Bella l'amicizia tra Rocco e CarloG, i saluti finali in aeroporto, "Ogni tanto si voltava, per avere un ultimo saluto ricordo. Anche Rocco cedette un paio di volte. Ma non riuscirono mai a farlo nello stesso istante".

    ha scritto il 

  • 3

    Intanto grazie alla mia amica per evermi consigliato questo libro

    Lettura scorrevole, molto interessante e storia più che plausibile anche nella vita "reale" indipentemente dal sesso dei personggi.
    ...continua

    Intanto grazie alla mia amica per evermi consigliato questo libro

    Lettura scorrevole, molto interessante e storia più che plausibile anche nella vita "reale" indipentemente dal sesso dei personggi.
    Anche se alla fine non mi ha intusiasmato molto, forse dalla trama mi aspettavo qualcosa di più, ma sicuramente leggerò altro di questo autore.

    Keiko

    Ps. Daniele proprio non riesco a sopportarlo xD

    ha scritto il 

  • 4

    Bisexual metrosexual

    Non ricordo nemmeno come ha fatto questo libro a finire nella mia wish list di Amazon. Quando ho cominciato a leggerlo, ficcato di straforo dentro il mio ultimo ordine, sulle prime mi sono detto: ma c ...continua

    Non ricordo nemmeno come ha fatto questo libro a finire nella mia wish list di Amazon. Quando ho cominciato a leggerlo, ficcato di straforo dentro il mio ultimo ordine, sulle prime mi sono detto: ma che è, un Harmony sotto mentite spoglie?

    E invece, pagina dopo pagina, nonostante gli ingredienti fossero quelli - alte professioni, tutti mai meno che bellissimi, eleganza e tacchi a spillo - ho incominciato a affezionarmi ai personaggi, tutti descritti benissimo in situazioni molto realistiche lungo i tortuosi sentieri del poliamore, con il classicissimo triangolo declinato in un modo quanto meno originale (lui, lei e lui, dove lui tradisce lei con lui, dopo che lei ha provato a tradire lui con lui, giusto per farla breve) e vari personaggi di contorno tutti piuttosto credibili e ben descritti, in un italiano fluente a preciso, senza frasi tirate via approssimativamente.

    Diciamo infine che questa storia in un libro ci sta abbastanza bene. Ma nello stesso tempo potrebbe diventare il soggetto del classico film italiano partorito da un regista che crede di essere più bravo dei Vanzina (beninteso questa non è mia, è di Giuliano Compagno). Ed ecco l'insulsaggine e la banalità raggiunte in un soffio... brrr, speriamo di no.

    ha scritto il 

  • 3

    Niente appare contorto e volgare. Il triangolo rappresentato non propende per nessuno dei due sessi. Nessuno detta legge e nessuno accusa l'altro. "...i sogni sono sempre legittimi, l'ultima vera libe ...continua

    Niente appare contorto e volgare. Il triangolo rappresentato non propende per nessuno dei due sessi. Nessuno detta legge e nessuno accusa l'altro. "...i sogni sono sempre legittimi, l'ultima vera libertà in un mondo pieno di convenzioni".(Pz. 347)
    I tre protagonisti, legati affettivamente fra di loro, vivono la storia senza analizzarla appieno, quasi che "avessero paura di guardare da vicino un fatto troppo più grande di loro..." (Pz. 1811) Una bi-storia dove l'equilibrio è fatto di silenzio e non detto, per non ferirsi e per portare avanti un'esperienza non sempre biunivoca e unica nel suo genere. Esperimento, curiosità, trasgressione? Tutto questo o nessuno dei tre.
    Poi, l'addio per scelta o diritto, senza possibilità di ripensamento o replica. Niente di eclatante o drammatico. Una storia tanto moderna, quanto possibile.

    ha scritto il 

  • 4

    Tre e mezzo (palle)

    Ancora un bel regalo per me.
    Un improbabile triangolo amoroso, una storia di trentenni baciati dalla fortuna ma ancora fortemente instabili affettivamente e psicologicamente.
    Mi piace come scrive Bian ...continua

    Ancora un bel regalo per me.
    Un improbabile triangolo amoroso, una storia di trentenni baciati dalla fortuna ma ancora fortemente instabili affettivamente e psicologicamente.
    Mi piace come scrive Bianchini e soprattutto il suo stile leggermente vintage.
    Ma devo dire però, stavolta, di aver trovato la trama un po’ forzata, spinta a volte all’inverosimile.
    Però la storia ti prende. E’ un romanzo intelligente, con la giusta dose di sentimento, una bella scrittura, giusta dose di ironia e, cosa che non guasta, alcune scene davvero hot.
    Lo consiglio con tre palle e mezzo.

    ha scritto il 

  • 4

    Luca Bianchini, mi piace come scrive. Di amici veri, di quelli con cui litighi ma che alla fine ci sono sempre. Di storie d'amore non scontate e imprevedibili ma forti.

    ha scritto il 

Ordina per