Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Intanto Corro

Di

Editore: Garzanti

3.5
(40)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 144 | Formato: Copertina rigida

Isbn-10: 8811666031 | Isbn-13: 9788811666035 | Data di pubblicazione: 

Ti piace Intanto Corro?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Sono schegge di vita, immerse nella realtà oppure abbagliate dal sogno o dall’ossessione. Sono immagini e personaggi che si aprono alla narrazione, e ci invitano a riflettere sul nostro corpo, sul nostro rapporto con gli altri, sul tempo e sui luoghi, su quello che va oltre il nostro orizzonte, oltre i suoi limiti. Sono canzoni e sono poesia. Sono fulminanti esercitazioni filosofiche che partono dai particolari per esplorare il ricco panorama dell’esistenza. Sono la rivelazione di un attimo, che sconvolge il corso del tempo e può restituire senso a un destino intero. Intanto corro ci dice che, mentre la nostra esistenza continua a pulsare, anestetizzata dalle abitudini e dalle ossessioni, accade anche qualcos’altro, qualcosa di diverso e di importante, a volte abbagliante a volte oscuro, a cui dovremmo dare ascolto.
Con questo libro Giulio Casale impone la sua voce e il suo punto di vista – o meglio, i punti di vista «sbilenchi» e tuttavia veri di molti suoi personaggi – in pagine intense ed emozionanti, con una prosa che accarezza e graffia, ferisce e consola.

Giulio Casale (Treviso, 1971) è figura pressoché unica nel panorama culturale italiano: attore, scrittore, cantautore, straordinario interprete della complessa arte del teatro-canzone.
Negli anni Novanta è protagonista della scena musicale quale leader del gruppo rock Estra, con cinque album all’attivo.
Nel 2000 pubblica il libro di poesie Sullo zero. Al disco omonimo che ne documenta il reading dal vivo vengono assegnati il Premio Mariposa (2002) e la Targa Premio Grinzane Cavour (2003).
Nelle stagioni teatrali 2006/2008 propone nei teatri italiani Polli di allevamento di Giorgio Gaber e Sandro Luporini, spettacolo premiato come miglior atto di prosa del 2007 con il Premio Enriquez (Sirolo, AN). Ha elaborato drammaturgicamente i testi di Mario Capanna sul ’68 per lo spettacolo Formidabili quegli anni, da lui stesso interpretato, che ha debuttato con straordinario successo al Teatro Strehler di Milano nella primavera del 2008.
È traduttore dei testi di Jeff Buckley (Dark Angel, 2007).
Intanto corro è la sua prima opera narrativa.

Ordina per
  • 4

    Il poeta Giulio Casale (si leggano i testi delle sue canzoni e "Sullo Zero" per confermare la definizione) passa alla prosa; una serie di brevi, a volte brevissimi ritratti di persone "normali", ognuna delle quali ha qualcosa che rode dentro, un rifiuto più o meno nascosto di quello che è o che s ...continua

    Il poeta Giulio Casale (si leggano i testi delle sue canzoni e "Sullo Zero" per confermare la definizione) passa alla prosa; una serie di brevi, a volte brevissimi ritratti di persone "normali", ognuna delle quali ha qualcosa che rode dentro, un rifiuto più o meno nascosto di quello che è o che si è lasciata diventare.
    Decisamente ben scritto, anche se qualche rara volta Casale sembra un po' salire in cattedra. Certo, è una cattedra di vita, lui che ce l'ha fatta a realizzare i propri sogni di evadere dalla routine, ma in certi momenti può dare l'impressione di essere un po' supponente nei confronti di chi non ce l'ha fatta.

    ha scritto il 

  • 3

    giulio casale grande interprete del teatro-canzone in questa raccolte di racconti non riesce a catturare il lettore..nonostante con questo libro abbia vinto il premio cocito 2009....meglio come attore

    ha scritto il 

  • 2

    Non è un problema riconoscere capacità di scrittura, sintesi ed efficacia. Il lato negativo nel giudizio personale è "ideologico": i racconti mostrano ripudio verso l'Italia piccolo borghese

    ha scritto il 

  • 3

    Amo stupirmi per le piccole cose, e questa raccolta di racconti è un campionario di piccole splendide cose, di frammenti di vita che molti pensano non valga la pena raccontare, invece Giulio ci mostra come sia splendido e curioso ogni piccolo frammento di vita.

    ha scritto il 

  • 4

    Solitudini raccontate in poche pagine per ogni personaggio. Scrittura che a volte si risolve in versi,altre in frasi sempre concise ritmate da virgole. Mi ha molto colpito l'abilità di Casale che racconta desideri-paure-immobilità e sconfitte moderne, come se avesse a disposizione un bisturi per ...continua

    Solitudini raccontate in poche pagine per ogni personaggio. Scrittura che a volte si risolve in versi,altre in frasi sempre concise ritmate da virgole. Mi ha molto colpito l'abilità di Casale che racconta desideri-paure-immobilità e sconfitte moderne, come se avesse a disposizione un bisturi per poter incidere con un solo taglio profondo ciascuna vita. Le parti più belle sono le chiuse di ogni racconto.
    "E mentre le gambe vanno a mulinello il pensiero torna per un istante al sorriso appena accennato dell'insegnante, alla sua giornata misteriosamente fruttuosa.
    Forse era amore, chi può dirlo?
    L'amore è invisibile, il resto no. E poi senza accorgermene lo stò già gridando:<<L'amore è invisibile! L'amore è invisibile! Oh tutti! L'amore è...>>.
    E intanto corro. Finché mi scoppia il cuore."

    ha scritto il