Intervista sull'identità

Voto medio di 103
| 17 contributi totali di cui 10 recensioni , 7 citazioni , 0 immagini , 0 note , 0 video
L'identità nazionale è una costruzione storica e il caso italiano ne è una lampante dimostrazione: la globalizzazione la rende precaria. Ma precarie sono tutte le identità del mondo di oggi. Un tempo si parlava poco di questo tema, perché ... Continua
Ha scritto il 11/10/12
"...rapporti ad avvio istantaneo, consumo rapido e smaltimento su richiesta..."
Ha scritto il 21/02/12
Bella intervista sui teni dell'identità sia in senso di identità nazionale sia in quello di identità personale, per altro non facilmente separabili. Nonostante le domande poco originali del giornalista del "Manifesto" Benedetto Vecchi,Bauman ...Continua
Ha scritto il 19/02/12
Come in un quadro di Escher: l'inquietudine dell'identità tra libertà e sicurezza
Il piccolo libro di Bauman è uno strumento prezioso per orientarsi tra le variegate sfaccettature del “problema dell'identità”: il sociologo polacco riesce infatti ad analizzare, con implacabile lucidità e chirurgica precisione, i molteplici ...Continua
Ha scritto il 16/12/11
La lucidità di un uomo [anzi, di due uomini] più che mai dubbiosi sulla direzione intrapresa dall'umanità, nell'era del "tutto liquido".Bauman mette in dubbio un po' tutto, in fondo anche se stesso, ma l'antidoto si perde nel marroncino scuro di ...Continua
  • 1 mi piace
Ha scritto il 18/09/11
Ziggy Bauman
Questo libriccino (mi riferisco alle dimensioni: 123 pagine, 11 x 18 cm) contiene l'intervista condotta via e-mail (!) con Zygmunt Bauman da Benedetto Vecchi, redattore delle pagine culturali del manifesto. Come sostiene Vecchi nella Premessa, anche ...Continua
  • 10 mi piace
  • 5 commenti

Ha scritto il Oct 21, 2011, 08:02
[L'esistenza di] una sola e unica «vera identità» [è] un presupposto che appare poco credibile a persone che corrono dietro ai cambiamenti della moda: sempre e soltanto mode, ma sempre obbligatorie finché sono di moda. Così l'eroe di Henrik ...Continua
Pag. 88
Ha scritto il Sep 18, 2011, 13:21
La globalizzazione ha raggiunto ormai il punto di non ritorno. Ora dipendiamo tutti gli uni dagli altri, e la sola scelta che abbiamo è tra l'assicurarci reciprocamente la vulnerabilità di ognuno rispetto ad ognuno e e l'assicurarci reciprocamente ...Continua
Pag. 100
Ha scritto il Sep 18, 2011, 13:16
L'identità ― sarà bene essere chiari su questo punto ― è un «concetto fortemente contrastato». Ogni volta che senti quella parola, puoi star certo che c'è una battaglia in corso. Il campo di battaglia è l'habitat naturale per l'identità. ...Continua
Pag. 75
Ha scritto il Sep 13, 2011, 17:27
L'idea di «identità», e di «identità nazionale» in particolare, non è un parto «naturale» dell'esperienza umana, non emerge da questa esperienza come un lapalissiano «fatto concreto». È un'idea introdotta a forza nella Lebenswelt degli ...Continua
Pag. 19
Ha scritto il Nov 08, 2009, 11:58
E tra persone che vivono tra un progetto e l'altro, individui i cui progetti di vita si trovano sminuzzati in una successione di progetti di breve durata, non c'è tempo perchè il malcontento diffuso si condensi nella richiesta di un mondo ...Continua
Pag. 38
  • 1 commento

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una nota!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi