Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Introduzione al narcisismo

Pulsioni e loro vicissitudini

Di

Editore: Newton & Compton

3.8
(66)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 100 | Formato: Altri | In altre lingue: (altre lingue) Spagnolo

Isbn-10: 8881839202 | Isbn-13: 9788881839209 | Data di pubblicazione: 

Traduttore: A. Durante , J. Sanders , L. Breccia

Disponibile anche come: Paperback

Genere: Fiction & Literature , Health, Mind & Body , Social Science

Ti piace Introduzione al narcisismo?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Cercano se stessi, come oggetto d'amore, assumendo la loro persona come modello: sono questi, secondo Freud, gli individui affetti da «narcisismo», da quel «completamento libidico dell'egoismo della pulsione di autoconservazione che, sino a un certo punto, è lecito attribuire a ogni essere vivente». Ammettendo che l'essere umano abbia in origine due oggetti sessuali - se stesso e la propria madre - è dunque evidente che il narcisista è colui che sviluppa la propria sessualità e dunque la propria personalità verso il primo dei due. E, in un secondo momento, superata l'età infantile, assume un Io ideale come meta dell'amore di sé. In tal caso, allora, quale sarà il rapporto del narcisismo con l'autoerotismo? Ed esiste in tale ambito la necessità di operare distinzioni tra una libido sessuale e un'energia non sessuale delle pulsioni dell'Io? È attraverso l'analisi della schizofrenia e delle patologie psichiche - in cui si verifica una deviazione di interessi dal mondo esterno e una concentrazione sul proprio Io - che Freud giunge a comprendere la natura profonda del narcisismo, chiarita anche da quell'analisi delle pulsioni condotta nel saggio Pulsioni e loro vicissitudini che segue, in questo libro, Introduzione al narcisismo.
Ordina per
  • 3

    Decisamente minimale, offre qualche interessante spunto di riflessione, purtroppo non ulteriormente approfondito.
    La comprensione di questo brevissimo saggio presuppone che si abbiano all'attivo almeno le teorie di Ferenczi e di Adler, oltre ad una buona conoscenza delle ipotesi psicoanalit ...continua

    Decisamente minimale, offre qualche interessante spunto di riflessione, purtroppo non ulteriormente approfondito.
    La comprensione di questo brevissimo saggio presuppone che si abbiano all'attivo almeno le teorie di Ferenczi e di Adler, oltre ad una buona conoscenza delle ipotesi psicoanalitiche freudiane.
    Il distacco da Jung, avvenuto l'anno precedente, si respira, aihmé, in ogni pagina.

    A questo punto è venuto il momento che io dia assicurazione che la descrizione del modello femminile di vita erotica non si deve attribuire a qualche mia tendenziosa volontà di disprezzare le donne.
    A prescindere dal fatto che io sono alieno da ogni forma di tendenziosità [...]
    ^___^ è un mito!


    Rilasciato da .•.•´*`•.•. LaFigliaDelPittore .•.•´*`•.•. con licenza CC Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Italia. http://creativecommons.org/licenses/by-nc-nd/3.0/it/

    ha scritto il 

  • 3

    non si giudica un libro dalla copertina, perchè questa è particolarmente accattivante.

    In realtà è un testo stupendo: Freud mostra la sua solita freddezza ed è completamente ingolfato,lontano dal volo fantastico di "al di là del principio del piacere".

    ha scritto il