Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Introduzione alla cibernetica

L'uso umano degli esseri umani

Di

Editore: Bollati Boringhieri (Universale, 14)

3.9
(44)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 229 | Formato: Copertina morbida e spillati

Isbn-10: 8833902625 | Isbn-13: 9788833902623 | Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Traduttore: Dario Persiani ; Prefazione: Francesco Ciafaloni

Disponibile anche come: Paperback , Altri

Genere: Non-fiction , Science & Nature , Social Science

Ti piace Introduzione alla cibernetica?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Wiener esamina in questo libro le conseguenze delle conquiste della tecnica sull'organizzazione sociale umana, mostrando che non sono né scientifici né sensati quei ragionamenti che, usando i concetti e gli schemi della cibernetica, tendono a valutare il comportamento umano solo in base all'efficienza e al rendimento. Dire che i movimenti dell'uomo possono essere studiati con gli stessi criteri con cui si studiano i movimenti di un meccanismo autoregolantesi, non rende lecito in alcun modo giudicare abnormi o inutili tutti quei comportamenti umani che non abbiano la meccanicità e la produttività dei meccanismi autoregolantesi semplici in uso oggi. Se si vogliono trarre conclusioni sull'uomo bisogna studiarlo nella sua complessità.

«Questo libro si propone di dimostrare che l'aspirazione fascista a una condizione umana modellata su quella della formica è dovuta a una fondamentale incomprensione sia della natura della formica sia della natura dell'uomo: infatti, se un essere umano è condannato a svolgere le funzioni limitate della formica, non soltanto cesserà di essere un uomo ma non sarà neppure una buona formica».
Ordina per
  • 2

    Il libro divaga in diversi ambiti ma sempre con troppa superficialità. Si sente molto forte l'atmosfera anni '50 nei toni e nelle tematiche. Gli spunti che hanno aperto la strada a diverse tecnologie ...continua

    Il libro divaga in diversi ambiti ma sempre con troppa superficialità. Si sente molto forte l'atmosfera anni '50 nei toni e nelle tematiche. Gli spunti che hanno aperto la strada a diverse tecnologie del futuro non mancano ma, allo stesso tempo, ci sono moltissime previsioni sbagliate.

    ha scritto il 

  • 5

    Libro difficile, non lineare, eterogeneo. Eppure ricco di spunti sull'apprendimento, il lavoro e in generale lo sviluppo umano che vanno ben oltre quanto nel linguaggio comune si intende per "cibernet ...continua

    Libro difficile, non lineare, eterogeneo. Eppure ricco di spunti sull'apprendimento, il lavoro e in generale lo sviluppo umano che vanno ben oltre quanto nel linguaggio comune si intende per "cibernetica". Wiener fa decisamente fatica a tenere i suoi molti spunti di riflessione in poche pagine.

    ha scritto il 

  • 4

    Il titolo di questo volume non è particolarmente pertinente al testo, è più una scelta per legarlo a "La Cibernetica", dello stesso autore. Il titolo originale del testo è infatti quello che qui è il ...continua

    Il titolo di questo volume non è particolarmente pertinente al testo, è più una scelta per legarlo a "La Cibernetica", dello stesso autore. Il titolo originale del testo è infatti quello che qui è il sottotitolo: "L'uso umano degli esseri umani". Il libro va oltre la "semplice" cibernetica, che è lo studio delle relazioni tra uomini, tra macchine, e tra uomo e macchina a livello di scambio di informazioni.

    Ed è un classico che merita il suo posto nell'empireo dei classici. Un testo grandioso, che getta le basi filosofiche della cibernetica, trattando la teoria dell'informazione tanto dal punto di vista tecnico, quanto come scienza umana e come fatto filosofico e politico. L'opera di una mente grandiosa, capace di vedere nel profondo la teoria che stava creando e gli effetti che avrebbe avuto nel futuro più prossimo.

    Stupisce come molte delle tematiche trattate nel libro siano ancora temi di discussione importanti, e stupisce come l'autore abbia visto benissimo, in anticipo, come la comunicazione tra l'uomo e le macchine calcolatrici sarebbe stato un argomento fondamentale della ricerca degli anni successivi al tempo in cui scriveva.

    Assolutamente da leggere, anche semplicemente come testo di filosofia.

    ha scritto il 

  • 5

    Una pietra miliare

    Un libro che può leggere chiunque, parla di scienza e di umanità. Parla di come usare la scienza per fare il bene dell'umanità. Un libro rivoluzionario.
    Da leggere.

    ha scritto il