Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Inutile prudenza

Di

Editore: Feltrinelli

4.0
(54)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 191 | Formato: Paperback

Isbn-10: 8807720523 | Isbn-13: 9788807720529 | Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Disponibile anche come: Altri

Genere: Fiction & Literature , Mystery & Thrillers

Ti piace Inutile prudenza?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Un noir anni cinquanta ambientato nell'Italia del secondo dopoguerra, tra squallide camere in affitto e splendide ville affacciate sulla finta tranquillità del lago Maggiore. Un uomo in fuga, una "dark lady" bellissima, astuta e crudele, una ragazza innocente, un invalido dall'intelligenza ancora viva, un delinquente incallito... L'impegno, la paura, l'erotismo, l'amore si intrecciano in una vicenda che culmina in un finale imprevedibile, tragico e grottesco.
Ordina per
  • 4

    "The wary transgressor" (1952) è un noir al fulmicotone, ambientato nel dopoguerra tra Milano e il lago Maggiore, scritto da un tizio che i noir li sapeva scrivere. Neanche a dirlo la storia è una di quelle che tiene incollato il lettore fino alle ultime pagine, in cui l'epilogo, ineluttabile, sp ...continua

    "The wary transgressor" (1952) è un noir al fulmicotone, ambientato nel dopoguerra tra Milano e il lago Maggiore, scritto da un tizio che i noir li sapeva scrivere. Neanche a dirlo la storia è una di quelle che tiene incollato il lettore fino alle ultime pagine, in cui l'epilogo, ineluttabile, spiazza come un colpo dritto allo stomaco.
    Pubblicato per la prima volta in Italia nel Giallo Mondadori nel 1968 con il titolo "Patto di morte".

    ha scritto il 

  • 4

    Noir coi controfiocchi

    Una delle mie letture estive, mi ha fatto saltare sul lettino da spiaggia... fonte di scoperta di un caso di plagio di cinquanta anni fa, ancora un capolavoro.

    ha scritto il 

  • 4

    Appello per gli amanti di Chandler

    Incipit fulminante, intreccio riuscito, personaggi ben delineati, una Milano con palazzi diroccati, piena di ladruncoli dalle suole consumate, con poche donne al volante, una villa abitata da una femme fatale spregiudicata, l’atmosfera sonnacchiosa del lago Maggiore, amanti del giallo, del nero e ...continua

    Incipit fulminante, intreccio riuscito, personaggi ben delineati, una Milano con palazzi diroccati, piena di ladruncoli dalle suole consumate, con poche donne al volante, una villa abitata da una femme fatale spregiudicata, l’atmosfera sonnacchiosa del lago Maggiore, amanti del giallo, del nero e del rosso cosa aspettate a leggerlo?
    Questo Chase non deluderà gli amanti di Chandler……

    Colonna sonora dedicata allo scrittore:

    Tu vuò fà l’americano….
    http://www.youtube.com/watch?v=N0FyQqUKx3c&feature=related
    La norma di Bellini, versione con Maria Callas e Mario Filippeschi (1954, Milano)
    http://www.youtube.com/watch?v=O3Cfi0kNgRc

    Colonna sonora del libro:

    Milano, Modern Jazz Quartet (album Django)
    http://www.youtube.com/watch?v=OhNissTa7PE
    Straight, no chaser, Thelonious Monk (album Straight, no chaser)
    http://www.youtube.com/watch?v=op3re6dC5Nc&feature=fvst
    After Hours, Dizzy Gillespie, Sonny Stitt, Sonny Rollins (album Sonny side up)
    http://www.youtube.com/watch?v=q64dwV92ZcU

    ha scritto il 

  • 5

    la sfortuna di chase...

    ...è stata quella di scrivere nei tempi eroici del poliziesco, quando i romanzi venivano pubblicati in volumetti da poche lire, su cartaccia scadente.
    oggi che autori mediocri vengono pubblicati in hard cover per contentare il pubblico snob che legge gialli solo se può mettere a tacere il c ...continua

    ...è stata quella di scrivere nei tempi eroici del poliziesco, quando i romanzi venivano pubblicati in volumetti da poche lire, su cartaccia scadente.
    oggi che autori mediocri vengono pubblicati in hard cover per contentare il pubblico snob che legge gialli solo se può mettere a tacere il complesso di colpa per la frequentazione di un genere "commerciale" (la copertina rigida è un credibile alibi), chase sarebbe uno dei pochi a meritarla, perché davvero i suoi libri trascendono il genere, senza pretenziosità.
    lo conferma questo libro curiosamente ambientato in italia (non è l'unico di chase). sembra il solito canovaccio di chase e di tanti altri autori: la dark lady che seduce l'eroe negativo perché uccida un marito ricco e scomodo. ma chase nella schematicità del plot inserisce variazioni sorprendenti che conducono i protagonisti che hanno ceduto a passioni e cupidigie ad un ineluttabile destino di morte.
    strano il titolo Inutile prudenza che traduce the wary transgressor.
    sarebbe ora che si mettesse mano ad una riedizione degna della straordinaria produzione di questo grande scrittore.
    Il romanzo del '52 fu pubblicato dal giallo mondadori nel '68, col titolo Patto di morte.

    ha scritto il 

  • 5

    Primordiale

    E' un libro sorprendente che non posso non suggerire agli amanti di noir "all'italiana". Si respira la milano di scerbanenco ed anche quella della milano violenta di molti film anni '70. Ma non è solo questo a sorprendere. La semplicità dei personaggi, della storia, della trama, lo fanno quasi ap ...continua

    E' un libro sorprendente che non posso non suggerire agli amanti di noir "all'italiana". Si respira la milano di scerbanenco ed anche quella della milano violenta di molti film anni '70. Ma non è solo questo a sorprendere. La semplicità dei personaggi, della storia, della trama, lo fanno quasi apparire come un lavoro routinario, ma è proprio il miscuglio di questi elementi basici che ti rilassano e ti permettono di godere di una storia di altri tempi, fin quasi a viverli in diretta questi altri tempi. Trovo poi sorprendente come si sia afferrato a piene mani da questo romanzetto per tanti film, senza poi palesarlo. Innumerevoli i film di mogli di mariti invalidi che cercano di carpire con la seduzione complici per renderle vedove e ricche. Ma ancora più sorprendente che la storia del protagonista da militare sia stata presa pari pari per un film di guerra con peter o'tool, philippe noiret e omar sharif...insomma non proprio robetta...eppure non ho mai visto accostato a quel film questo libro...

    Perchè è noir + ambientato a milano ed inevitabilmente mi farà pensare a Scerbanenco

    ha scritto il 

  • 5

    Sui telegiornali, nemmeno troppi giorni fa, è passata la notizia di un delitto consumatosi sulle sponde del lago di Como: il corpo di una donna è stato ritrovato in fondo al lago e presentava i segni di efferrate violenze.
    E così, mentre sorseggiavo il mio caffè, ho pensato a quanto la stor ...continua

    Sui telegiornali, nemmeno troppi giorni fa, è passata la notizia di un delitto consumatosi sulle sponde del lago di Como: il corpo di una donna è stato ritrovato in fondo al lago e presentava i segni di efferrate violenze.
    E così, mentre sorseggiavo il mio caffè, ho pensato a quanto la storia sembrasse già sentita, o meglio, almeno lontanamente me ne richiamasse alla mente un'altra.
    Non ci sono arrivato subito. Poi un sorso di caffè, uno sguardo alla libreria e eccola là: l'illuminazione. E l'illuminazione ha una trama, dei personaggi e soprattutto un autore: James Hadley Chase (se non lo conoscete e vi piace il "noir" rimediate subito).
    La storia invece è quella di "Inutile Prudenza", uno di quei romanzi capaci di tenere il lettore incollato al libro con atmosfere particolari e personaggi così ben descritti da sembrare reali: la dark lady misteriosa, la ragazza innocente, un uomo, il suo destino e il libero arbitrio; un invalido con un'intelligenza ancora viva, un delinquente incallito e... tanti altri personaggi che seppur secondari lasciano il segno perché fondamentali nella storia raccontata dinanzi lo sfondo della Milano degli anni '50 e del lago Maggiore.

    ha scritto il 

  • 4

    Atmosfere vintage in un'Italia del dopoguerra descritta da un anglosassone: tutto mooooolto pittoresco.
    I personaggi sono un po' tagliati con l'accetta - la dark lady cattivissima che più non si può a fare da contraltare alla giovanetta angelica, un protagonista con un passato ingombrante c ...continua

    Atmosfere vintage in un'Italia del dopoguerra descritta da un anglosassone: tutto mooooolto pittoresco.
    I personaggi sono un po' tagliati con l'accetta - la dark lady cattivissima che più non si può a fare da contraltare alla giovanetta angelica, un protagonista con un passato ingombrante che si innamora nel giro di pochi minuti di tutte e due - ma si legge piacevolmente, con un bel colpo di scena finale.

    ha scritto il