Hooray! You have added the first book to your bookshelf. Check it out now!
Create your own shelf sign up
[−]
  • Search Digit-count Valid ISBN Invalid ISBN Valid Barcode Invalid Barcode

Invisible

By Paul Auster

(31)

| Mass Market Paperback | 9788433973979

Like Invisible ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free

Book Description

En 1967, Adam Walker es un joven poeta ávido de vida y literatura, con mucho más futuro que pasado. Estudia en la Universidad de Columbia, se opone a la guerra de Vietnam y, además, –esto lo dicen quienes lo conocen, porque él no parece darse cuenta– Continue

En 1967, Adam Walker es un joven poeta ávido de vida y literatura, con mucho más futuro que pasado. Estudia en la Universidad de Columbia, se opone a la guerra de Vietnam y, además, –esto lo dicen quienes lo conocen, porque él no parece darse cuenta– es guapísimo. Una noche, en una fiesta de estudiantes, conoce a una pareja de franceses muy sofisticados, muy seductores. Lo primero que le llama la atención a Adam es el nombre de él, Rudolf Born, como en Bertrand de Born, el poeta provenzal que en uno de los cantos de Dante lleva su propia cabeza cortada en las manos. Tras varios días de ambigua seducción en los que la pareja va tejiendo su invisible tela de araña en torno al hermoso e inocente americano, Rudolf Born, que está en Columbia como profesor invitado en la School of International Affairs, le ofrece a Adam la dirección de una revista literaria que él financiará.
Adam ya ha comenzado a sospechar que el profesor francés es un hombre de muchas caras que puede ser peligroso y que no debería fiarse de él, pero no puede resistirse a su oferta. Y tampoco resistirá días después, cunado Rudolf se marche repentinamente a París, los silenciosos cantos de sirena de la insinuante Margot... Pero en estos juegos peligrosos ¿quién es la presa y quién el cazador?

332 Reviews

Login or Sign Up to write a review
  • 1 person finds this helpful

    Uno dei miei scrittori preferiti e penso uno dei piu' grandi del nostro tempo, Paul Auster anche questa volta non delude, anzi riesce nuovamente ad entusiasmare, commuovere, coinvolgere.Un'abilità disarmante a costuire storie che si intrecciano tra d ...(continue)

    Uno dei miei scrittori preferiti e penso uno dei piu' grandi del nostro tempo, Paul Auster anche questa volta non delude, anzi riesce nuovamente ad entusiasmare, commuovere, coinvolgere.Un'abilità disarmante a costuire storie che si intrecciano tra di loro in maniera armoniosa ma che riuscirebbero a risultare intriganti anche come racconti assestanti; una capacità incredibile nel descrivere la vita di un ragazzo del 1967 e il suo lato oscuro che ci porta nei meandri piu' nascosti della nostra psiche e i suoi bisogni "primordiali". Il vero punto di forza del romanzo pero', per me, sta nella costruzione dello stesso: Auster passa dalla prima persona al racconto in terza con facilità estrema, piu' che di fronte a delle parole sembra quasi di trovarsi di fronte ad uno spartito musicale!! Romanzo spettacolare!!

    Is this helpful?

    No_one_there said on Jun 23, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    *** This comment contains spoilers! ***

    Bella la storia di questo ragazzo che in punto di morte lascia traccia della sua vita ad un carissimo amico dei tempi dellưniversità (1967). Peró consiglierei uno psicologo specializzato in problemi sessuali a tutto il gruppo dei protagonisti....hann ...(continue)

    Bella la storia di questo ragazzo che in punto di morte lascia traccia della sua vita ad un carissimo amico dei tempi dellưniversità (1967). Peró consiglierei uno psicologo specializzato in problemi sessuali a tutto il gruppo dei protagonisti....hanno seri problemi...

    Is this helpful?

    Daniela Negrello said on Jun 13, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    C'e' sempre uno slittamento nei (due, per ora) libri di Auster che ho letto; uno slittamento nel quale la vita si confonde con la letteratura, la finzione con la realta', e non capisco dove, quando e se esiste una separazione.
    Un leggero sbandamento ...(continue)

    C'e' sempre uno slittamento nei (due, per ora) libri di Auster che ho letto; uno slittamento nel quale la vita si confonde con la letteratura, la finzione con la realta', e non capisco dove, quando e se esiste una separazione.
    Un leggero sbandamento che, unito ad una sapiente scrittura, mi rende felice sia nel tempo necessario per la lettura, sia un poco dopo, come un vino che lascia una piacevole persistenza di fondo, e un altrettanto piacevole ricordo.

    Is this helpful?

    Marco said on May 8, 2014 | 1 feedback

  • 1 person finds this helpful

    Un altro romanzo di buona fattura di Auster, con un punto interrogativo in fondo.
    La storia è un congegno a scatole cinesi: romanzo dentro un romanzo, con continui e vertiginosi scambi tra realtà e finzione. Un giovane americano irretito da una coppi ...(continue)

    Un altro romanzo di buona fattura di Auster, con un punto interrogativo in fondo.
    La storia è un congegno a scatole cinesi: romanzo dentro un romanzo, con continui e vertiginosi scambi tra realtà e finzione. Un giovane americano irretito da una coppia di europei, con ricadute e ritorni di fiamma nel corso degli anni.
    La trama appassiona, e i personaggi intrigano come sempre, però alla fine alcuni aspetti della vicenda sono lasciati in sospeso. Forse per rimarcare che nella vita, ma anche nella letteratura, tutto viaggia sul filo dell'ambiguità.
    Insomma: le domande non hanno sempre risposta, ma bisogna viverle.

    Is this helpful?

    Armando said on May 7, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    5 stelle piene per un romanzo da ricordare!
    Di solito sono un po' diffidente nei confronti della narrativa contemporanea visto che prediligo i classici, ma qui Auster costituisce un'eccezione. In 223 pagine non ti aspetti tutta questa miriade di avv ...(continue)

    5 stelle piene per un romanzo da ricordare!
    Di solito sono un po' diffidente nei confronti della narrativa contemporanea visto che prediligo i classici, ma qui Auster costituisce un'eccezione. In 223 pagine non ti aspetti tutta questa miriade di avvenimenti e questo grande intreccio di personaggi, ognuno con la propria storia. Inoltre è scritto benissimo ed è molto difficile interrompere la lettura. Può non piacere per alcuni aspetti, per i temi trattati, ma la mia sensazione è quella di aver trovato un libro valido, corposo, e all'altezza.

    Is this helpful?

    SimiBunny said on Apr 29, 2014 | 1 feedback

Book Details

Improve_data of this book