Hooray! You have added the first book to your bookshelf. Check it out now!
Create your own shelf sign up
[−]
  • Search Digit-count Valid ISBN Invalid ISBN Valid Barcode Invalid Barcode

Invisible Cities

By Italo Calvino

(12)

| eBook | 9781446414279

Like Invisible Cities ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free

Book Description

In Invisible Cities Marco Polo conjures up cities of magical times for his host, the Chinese ruler Kublai Khan, but gradually it becomes clear that he is actually describing one city: Venice. As Gore Vidal wrote 'Of all tasks, describing the c Continue

In Invisible Cities Marco Polo conjures up cities of magical times for his host, the Chinese ruler Kublai Khan, but gradually it becomes clear that he is actually describing one city: Venice. As Gore Vidal wrote 'Of all tasks, describing the contents of a book is the most difficult and in the case of a marvellous invention like Invisible Cities, perfectly irrelevant.'

847 Reviews

Login or Sign Up to write a review
  • 1 person finds this helpful

    non bello: affascinante!

    Confesso, tuttavia, che per capirne alcuni passi (...ehm...ok più di "alcuni"...) avrei bisogno di seguire un corso universitario interamente dedicato all'analisi dell'opera. E forse ancora non la capirei del tutto; ma insomma, si tratta pur sempre d ...(continue)

    Confesso, tuttavia, che per capirne alcuni passi (...ehm...ok più di "alcuni"...) avrei bisogno di seguire un corso universitario interamente dedicato all'analisi dell'opera. E forse ancora non la capirei del tutto; ma insomma, si tratta pur sempre di un libro in cui raccontare coincide col ricordare, che si sovrappone al dimenticare, che si fonde con l'immaginare, che si mischia con l'ascoltare...
    Forse è questa atmosfera fumosa a rendere l'opera affascinante... sicuramente quel corso universitario avrebbe un grande successo!

    Is this helpful?

    FantaVia said on Aug 21, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Bellissimo,leggero,surreale,nostalgico,spietato,dolcissimo,poetico.Una lettura sorprendente inaspettata e fresca.Sembra uno spartito tanto è musicale...mai banale mai scontata

    Is this helpful?

    Claps said on Aug 20, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Marco Polo en las ciudades de las maravillas

    Una maravilla de libro que se lee como si se estuviera soñando. Enorme el derroche de imaginación de Calvino. Hay que puntualizar que aunque es prosa, por estructura es mas similar a un libro de poesía que a otra cosa. Quizá la forma mas adecuada de ...(continue)

    Una maravilla de libro que se lee como si se estuviera soñando. Enorme el derroche de imaginación de Calvino. Hay que puntualizar que aunque es prosa, por estructura es mas similar a un libro de poesía que a otra cosa. Quizá la forma mas adecuada de leerlo es así, a pequeños sorbos.

    Is this helpful?

    grimaud said on Aug 13, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    E come vedere un quadro astratto in cui la realtà viene scomposta e rimescolata, in queste città oniriche gli scenari si susseguono e non nascondo che mi piacerebbe visitarle, magari quelle più assurde e paradossali alla Escher.

    Is this helpful?

    mari said on Aug 10, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    “È delle città come dei sogni: tutto l’immaginabile può essere sognato ma anche il sogno più inatteso è un rebus che nasconde un desiderio, oppure il suo rovescio, una paura. Le città come i sogni sono costruite di desideri e di paure, anche se il fi ...(continue)

    “È delle città come dei sogni: tutto l’immaginabile può essere sognato ma anche il sogno più inatteso è un rebus che nasconde un desiderio, oppure il suo rovescio, una paura. Le città come i sogni sono costruite di desideri e di paure, anche se il filo del loro discorso è segreto, le loro regole assurde, le prospettive ingannevoli, e ogni cosa ne nasconde un’altra.”

    Is this helpful?

    Pinguz said on Jul 25, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Non potevo scegliere giorno migliore per iniziare a leggere questo libro, ossia appena dopo aver visto la mostra "Ritratti di Città" a Villa Olmo. Dopo le visioni di De Chirico, Sironi, Balla, Boccioni, Guttusto, se da un lato mi sovvengono in mente ...(continue)

    Non potevo scegliere giorno migliore per iniziare a leggere questo libro, ossia appena dopo aver visto la mostra "Ritratti di Città" a Villa Olmo. Dopo le visioni di De Chirico, Sironi, Balla, Boccioni, Guttusto, se da un lato mi sovvengono in mente le parole degli Yes: "I feel lost in the city", dall'altro mi sovvengono nitide le immagini di città fantastiche e oniriche come quelle nate dai pennelli di Roger Dean. Il crescendo che Calvino costruisce verso la città odierna è quasi magico: "Le città Invisibili" è un poetico viaggio in queste metropoli immaginarie, e non manca quella punta di ironia che caratterizza la letteratura di Calvino. Nel complesso un'opera non semplice, da leggere subito dopo aver letto "il Milione" di Marco Polo.

    Is this helpful?

    Jethro Tull Maniac said on Jul 14, 2014 | 2 feedbacks

Book Details

Improve_data of this book