Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Io, Claudio

Di

Editore: Corbaccio (Narratori Corbaccio)

4.2
(729)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 400 | Formato: Copertina rigida | In altre lingue: (altre lingue) Spagnolo , Inglese , Olandese

Isbn-10: 8863800448 | Isbn-13: 9788863800449 | Data di pubblicazione: 

Traduttore: Carlo Coardi

Disponibile anche come: Altri , Paperback , Tascabile economico , Rilegato in pelle

Genere: Biography , Fiction & Literature , History

Ti piace Io, Claudio?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Nella galleria dei grandi Cesari, Claudio, imperatore dal 41 a.C. al 54 d.C., fu di certo tra i personaggi più singolari ed enigmatici. Mi accingo a scrivere della mia vita; a partire dalla mia prima fanciullezza via via anno per anno fino a quella svolta fatale in cui, circa otto anni fa, mi trovai subitamente impegolato in una crisi che chiamerò 'aurea' e dalla quale non ho mai potuto districarmi. Zio di Caligola, marito dell'infedele Messalina, padre adottivo e vittima di Nerone, l'imperatore Claudio inizia il racconto della sua vita, scritto proprio di suo pugno, e non affidato, com'era costume a quei tempi, a un oscuro segretario o a un annalista adulatore. Immaginaria autobiografia del grande imperatore, Io, Claudio rievoca i fasti, i costumi e la potenza della Roma imperiale, ma anche gli episodi grotteschi e le tragiche avventure di colui che, tra i dodici Cesari, ebbe la vita più movimentata. Primo "generalissimo" dell'impero, seguiremo Claudio nell'instaurazione della dominazione permanente della Britannia, nei palazzi dei deserti libici, per le strade di Roma, negli accampamenti dei Balcani, addirittura ad Antiochia in una casa infestata dagli spiriti.
Ordina per
  • 3

    Es un buen libro, pero no tiene ni la garra ni la originalidad del primero. En esta segunda parte, el Emperador Claudio describe la vida junto a su esposa e hijos al frente del Imperio Romano. Esta muy bien escrito y documentado, pero para mí, la historia se pierde en nimiedades sin importancia, ...continua

    Es un buen libro, pero no tiene ni la garra ni la originalidad del primero. En esta segunda parte, el Emperador Claudio describe la vida junto a su esposa e hijos al frente del Imperio Romano. Esta muy bien escrito y documentado, pero para mí, la historia se pierde en nimiedades sin importancia, cosa que hace que sea aburrida en algunas partes.

    ha scritto il 

  • 4

    En esta "autobiografía", Claudio nos cuenta su vida, una infancia marcada por el desprecio y la infravaloración de su familia, su pasión por la historia del Imperio Romano, sus estrategias de supervivencia y por último su ascensión al trono después de la muerte de su sobrino Calígula. En esta esp ...continua

    En esta "autobiografía", Claudio nos cuenta su vida, una infancia marcada por el desprecio y la infravaloración de su familia, su pasión por la historia del Imperio Romano, sus estrategias de supervivencia y por último su ascensión al trono después de la muerte de su sobrino Calígula. En esta especie de diario, Claudio va desgranando con una inteligencia vivaz y unos portentosos dotes de observación, las luchas de poder entre miembros de su propia familia y aprenderá a esquivar y/o resolver las distintas intrigas de la corte, mientras describe diversos ritos y costumbres del la vida en el Imperio. En resumen, es un libro muy ameno y entretenido, magníficamente bien escrito y documentado, con unos personajes bien construidos y desarrollados.

    ha scritto il 

  • 1

    Traduzione improponibile, impubblicabile, inaccettabile. Però il romanzo stesso è una palla al piede e Claudio c'entra davvero poco. Basti pensare che tutto si conclude non appena lo fanno imperatore.

    ha scritto il 

  • 4

    Un affresco storico che ricomprende il lungo regno di Augusto, di Tiberio e di Caligola con sullo sfondo Livia.... L'ambizione, gli intrighi e la pazzia della Roma imperiale all'inizio del proprio decadimento.

    ha scritto il 

  • 0

    Bel romanzo, problemi storici

    Libro interessante perché scorrevole e perché racconta vicende conosciute ma da un punto di vista particolare, quello del futuro imperatore Claudio.
    E' un buon romanzo ma storicamente ha dei problemi abbastanza importanti: nonostante gli avvenimenti in sé siano giusti alcuni titoli erano inesiste ...continua

    Libro interessante perché scorrevole e perché racconta vicende conosciute ma da un punto di vista particolare, quello del futuro imperatore Claudio. E' un buon romanzo ma storicamente ha dei problemi abbastanza importanti: nonostante gli avvenimenti in sé siano giusti alcuni titoli erano inesistenti all'epoca romana. Il problema più grande però è nella visione di Augusto e Tiberio: Augusto viene presentato quasi come un fantoccio subordinato alla moglie, e Tiberio sembra un tiranno sadico e perverso, mentre pochi mesi fa ho letto un saggio che mostra come questa visione sia stata modificata dagli storici, che ne hanno rivalutato l'operato. Va fatta una nota anche sulla traduzione, che ha problemi sulla punteggiatura e sulla consecutivo temporum.

    ha scritto il