Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Io, Valentina Vezzali

Di ,

Editore: Dalai Editore (Le boe)

3.9
(8)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 216 | Formato: Paperback

Isbn-10: 8866203556 | Isbn-13: 9788866203551 | Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Genere: Biography , Sports, Outdoors & Adventure

Ti piace Io, Valentina Vezzali?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
È l'atleta più vincente al mondo. Cinque ori olimpici, tre individuali e due a squadre; 13 titoli Mondiali, 10 Europei e 11 Coppe del Mondo. Nella vita è un record la sua ripresa dopo la maternità: a diciotto giorni dalla nascita di Pietro era già in pedana ad allenarsi. Ed è da record anche la sua voglia di battere record. "Vincere mi viene naturale. Da quando ho cominciato a fare gare, a 10 anni, ho vinto tutto. È nel mio Dna. Quando metto la maschera e tiro di fioretto sento l'adrenalina, le emozioni, la grinta, la rabbia, la felicità, che solo lo sport sa dare. Ogni volta che le provo, desidero risentirle ancora". Ecco spiegato perché la chiamano il Cobra. Un vero mostro sacro dello sport ma anche una donna che non esita a mettere a nudo difetti e imperfezioni, a condividere i successi con chi la ama, a guardarsi bene da chi la ostacola. In questo libro la grande fiorettista decide per la prima volta di alzare un velo su un mondo, quello della scherma, che oltre a regalarle molte gioie non le ha risparmiato insidie e ostilità. Perché un mostro sacro è sempre osannato ma anche molto invidiato.
Ordina per
  • 3

    Carino

    Per una lettura leggera e se siete curiosi di scoprire il carattere di una delle più forti atlete di sempre della disciplina. Indicato anche a chi come me non si interessa di scherma ma ama lo sport e i personaggi poliedrici come la Vezzali

    ha scritto il 

  • 3

    Un libro veloce e interessante che incuriosisce. Bel carattere forte e determinato quello di Valentina! Mi è piaciuto molto leggere la sua vita. E adesso sono curiosa di vederla ai Mondiali a due mesi dal parte! E' un portento di donna!


    http://www.lacasadialchemilla.com/2013/08/io-valentin ...continua

    Un libro veloce e interessante che incuriosisce. Bel carattere forte e determinato quello di Valentina! Mi è piaciuto molto leggere la sua vita. E adesso sono curiosa di vederla ai Mondiali a due mesi dal parte! E' un portento di donna!

    http://www.lacasadialchemilla.com/2013/08/io-valentina-vezzali-con-betta-carbone.html

    ha scritto il 

  • 0

    Ora,la Vezzali è una grandissima atleta e bravissima,ha vinto e tanto e vincere a certi livelli deve essere difficilissimo,quindi onore a lei e allla sua carriera di campionessa. Ma per me che seguo la scherma quanto il campionato di sumo koreano, la Vezzali rimane quella che dal Maggiordomo alat ...continua

    Ora,la Vezzali è una grandissima atleta e bravissima,ha vinto e tanto e vincere a certi livelli deve essere difficilissimo,quindi onore a lei e allla sua carriera di campionessa. Ma per me che seguo la scherma quanto il campionato di sumo koreano, la Vezzali rimane quella che dal Maggiordomo alato si presentò da Berlusconi asserendo che per lei il Nostro era un Mito(!)e che da lui,lei(V.V.cioè)si sarebbe fatta toccare(!!!),dimostrando in un colpo solo quanto povero e mediocre fosse il suo pantheon personale e di non conoscere neppure troppo bene i gusti femminili(di età e avvenenza)del Mito(suo)stesso....

    ha scritto il 

  • 4

    Oltre ad essere il mio idolo sportvo, ha scritto un passaggio interessante sulla situazione dello sport in Italia!!! Calcio calcio e solo calcio! ma bastaaaa, diamo visibilità anche ad altri sport che sono più genuini, più vere e che possono emozionare tantissimo!!!

    ha scritto il 

  • 3

    "Mi chiamo Vezzali, sono un killer"

    Il cobra, in natura, è un serpente micidiale, che non perdona. Il Cobra, nella scherma, è Valentina Vezzali: il suo fioretto è pronto a colpire al minimo passo falso dell’avversaria, implacabile. Stoccata dopo stoccata, in questo libro (“Io, Valentina Vezzali” di Valentina Vezzali, con Betta Carb ...continua

    Il cobra, in natura, è un serpente micidiale, che non perdona. Il Cobra, nella scherma, è Valentina Vezzali: il suo fioretto è pronto a colpire al minimo passo falso dell’avversaria, implacabile. Stoccata dopo stoccata, in questo libro (“Io, Valentina Vezzali” di Valentina Vezzali, con Betta Carbone, Baldini & Castoldi, 16 euro) scopriamo chi è davvero la formidabile schermitrice di Jesi. Superfluo elencare tutte le sue vittorie; basti dire che ha vinto tutto, e più di tutti. Vincere le viene talmente naturale che entra di diritto nel Guinness dei Primati come l’atleta che ha ottenuto più medaglie consecutive ai Giochi Olimpici. Atleta, certo, ma anche e soprattutto una donna normale, con la sua forza e le sue fragilità. La Vezzali è una donna ambiziosa e consapevole di sé e del suo valore: è pronta, a 38 anni, alla sua quarta Olimpiade e non ha timore di confrontarsi con le nuove promesse del vivaio italiano. E, oltre allo sport, la vediamo protagonista anche in TV: dagli spot di una nota marca di merendine alle danze del programma di Milly Carlucci “Ballando con le Stelle”. Nella vita privata non è da meno: si sposa con il calciatore Mimmo Giugliano, nasce il figlio Pietro e dopo soli 4 mesi è di nuovo in pedana. E vince. Con la solita precisione chirurgica. Una specie di Wonder Woman insomma. Le invidie delle colleghe (Di Francisca ed Errali, per citarne solo un paio) la colpiscono, ma non la fermano. Le polemiche per una sua famosa affermazione diretta all’ex premier Berlusconi (“da lui mi farei toccare”, giocando con il gergo tecnico della scherma) nemmeno. Le prese in giro del suo maestro di ballo Samuel Peron (“quando balli sembri Kung Fu Panda”) la fanno giusto sorridere. La sua fragilità emerge invece quando si parla del padre, scomparso quando lei aveva solo 15 anni: un vuoto mai colmato, un’assenza sempre molto forte, compensata in parte da una madre molto presente e indispensabile nell’economia della sua vita da sportiva. Prossimo obiettivo: naturalmente Londra 2012, oro individuale e a squadre. Come si presenterà? Con le sue stesse parole: “Ecco la Vezzali, signori, il killer che non lascia agli altri nemmeno le briciole”. Scommettiamo che il Cobra colpirà ancora?

    ha scritto il