Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Io and Marley

Di

4.2
(3006)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 352 | Formato: Altri | In altre lingue: (altre lingue) Inglese , Chi tradizionale , Portoghese , Tedesco , Chi semplificata , Catalano , Olandese , Spagnolo , Giapponese , Francese , Svedese

Isbn-10: 8860617197 | Isbn-13: 9788860617194 | Data di pubblicazione: 

Disponibile anche come: Paperback , Copertina rigida , Tascabile economico

Genere: Biography , Fiction & Literature , Pets

Ti piace Io and Marley?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Ordina per
  • 5

    Il cucciolo perfetto

    Il libro è semplicemente... PERFETTO. E' stupendo, racconta la vita di un cane di nome Marley che combina un sacco di guai (anche troppi fra l'altro). Mangia la collana della padrona; partecipa ad un corso di addestramento con scarsi risultati.... La parte che ,mi è piaciuta di più è stata la fin ...continua

    Il libro è semplicemente... PERFETTO. E' stupendo, racconta la vita di un cane di nome Marley che combina un sacco di guai (anche troppi fra l'altro). Mangia la collana della padrona; partecipa ad un corso di addestramento con scarsi risultati.... La parte che ,mi è piaciuta di più è stata la fine dove l'autore descrive il dolore che prova dopo la morte del suo grande amico, vuol far capire che la sua vita senza di lui non sarà più la stessa. E' davvero commovente perchè il padrone non vuole che il cane si "addormenti", ma vuole anche che non soffra; così sceglie di farlo addormentare....

    ha scritto il 

  • 4

    Carino

    Romanzo dolce e commovente. Lacrime a fiumi!
    Molto semplice e scorrevole la scrittura.
    Consigliato a chi ama gli animali, obbligatorio per chi non sa cos'è il loro affetto.

    Voto: 7 e mezzo/10

    ha scritto il 

  • 5

    Chi ha condiviso la vita con un cane non può non amare questo libro.
    E'divertente, ironico, e immancabilmente triste.
    Impossibile non commuoversi e non immedesimarsi con il protagonista.
    Consigliato, ma tenete a portata di mano i fazzolettini .

    ha scritto il 

  • 5

    Marley = Amore

    Avevo già visto il film al cinema ma mi sono sempre chiesta come fosse il libro fin quando poco tempo fa, per caso, non sono riuscita a recuperarlo...

    Dopo averlo letto posso ribadire il concetto: questo cane a fine libro lo ami, e lo ami come fosse stato tuo.

    CONSIGLIATO.

    ha scritto il 

  • 3

    Carino ed emozionante :).

    Soggettivamente, presa dall'impulso, stavo per dare 4 stelline, ma poi ho pensato obiettivamente che ho dato 4 stelline a libri molto più valevoli di questo.
    Il voto sarebbe qualcosa in più di 3 stelline, perché non mi è piaciuto "così così", ma mi è proprio piaciuto!
    La scrittura è l ...continua

    Soggettivamente, presa dall'impulso, stavo per dare 4 stelline, ma poi ho pensato obiettivamente che ho dato 4 stelline a libri molto più valevoli di questo.
    Il voto sarebbe qualcosa in più di 3 stelline, perché non mi è piaciuto "così così", ma mi è proprio piaciuto!
    La scrittura è lineare, la storia semplice, è scorrevolissimo e si legge velocemente.
    La trama è semplicemente il racconto di una normale vita con un cane, una lettura leggera insomma... Tuttavia in queste quasi 350 pagine ci si affeziona a quell'adorabile colosso "con la capacità di attenzione di un'alga e l'instabilità della nitroglicerina" [cit.] che è Marley senza accorgersene. Per me che, poi, già a prescindere, sono amante degli animali è stato proprio inevitabile.
    Il finale soprattutto è la sua forza: quella mezza stellina in più che avrei voluto attribuire era dovuta al fatto di essermi emozionata come una scemina a fine lettura, seduta in casa mia, con tutta la mia famiglia intorno, nascondendomi dietro il libro per non dare nell'occhio xD.
    Ti vogliamo bene, Marley ♥.

    *

    "Era possibile per un cane, qualsiasi cane, ma soprattutto un pazzo cane incontrollabile come il nostro, indicare agli umani le cose che contavano realmente nella vita? Direi di sì. Lealtà. Coraggio. Devozione. Semplicità. Gioia. E le cose che non contavano. A un cane non servono automobili lussuose o grandi case o vestiti di sartoria. Gli status symbol non significano niente per lui. Un bastone fradicio gli va altrettanto bene. Un cane giudica gli altri non dal colore, il credo o la classe ma da chi sono interiormente. A un cane non importa se sei ricco o povero, istruito o analfabeta, intelligente o stupido. Dagli il tuo cuore e lui ti darà il suo. Era molto semplice, eppure noi umani, così più saggi e più sofisticati, abbiamo sempre avuto difficoltà a immaginare quel che conta e non conta realmente."

    ha scritto il 

  • 5

    Bellissimo

    Da tempo desideravo leggerlo, finalmente mi sono tolto lo sfizio: è davvero un libro speciale per chi ama i cani e ne possiede o ne ha posseduto almeno uno nella sua vita.
    Chi non l'ha ancora letto lo faccia, a tratti è esilarante ;)
    Consigliatissimo a dire poco.
    P.S: anche il f ...continua

    Da tempo desideravo leggerlo, finalmente mi sono tolto lo sfizio: è davvero un libro speciale per chi ama i cani e ne possiede o ne ha posseduto almeno uno nella sua vita.
    Chi non l'ha ancora letto lo faccia, a tratti è esilarante ;)
    Consigliatissimo a dire poco.
    P.S: anche il film è carino ma come sempre il libro ha quel "quid" in più.

    ha scritto il 

  • 5

    "Era possibile per un cane, qualsiasi cane, ma soprattutto un pazzo cane incontrollabile come il nostro, indicare agli umani le cose che contavano realmente nella vita?"

    "Direi di sì. Lealtà. Coraggio. Devozione. Semplicità. Gioia. E le cose che non contavano. A un cane non servono automobili lussuose o grandi case o vestiti di sartoria. Gli status symbol non significano niente per lui. Un bastone fradicio gli va altrettanto bene. Un cane giudica gli altri no ...continua

    "Direi di sì. Lealtà. Coraggio. Devozione. Semplicità. Gioia. E le cose che non contavano. A un cane non servono automobili lussuose o grandi case o vestiti di sartoria. Gli status symbol non significano niente per lui. Un bastone fradicio gli va altrettanto bene. Un cane giudica gli altri non dal colore, il credo o la classe ma da chi sono interiormente. A un cane non importa se sei ricco o povero, istruito o analfabeta, intelligente o stupido. Dagli il tuo cuore e lui ti darà il suo"

    ha scritto il 

  • 4

    Preciosa historia

    Todos conocemos esta historia gracias a la película, sin saber que se trata de una historia real. Una tremenda historia muy divertida y a la vez y sobretodo triste. Relaciones de pareja en todas sus fases, los hijos y por supuesto los familiares de cuatro patas.

    ha scritto il 

  • 5

    ¡9!

    ¡Qué libro más bonito!. Y digo bonito a pesar de lo que me ha hecho llorar.


    Como dice la snopsis, es la vida de un perro contada por su dueño, con las anecdotas, travesuras, trastadas, malos y buenos momentos, todo ello contado desde el cariño, paciencia, comprensión y un largo etc. de la ...continua

    ¡Qué libro más bonito!. Y digo bonito a pesar de lo que me ha hecho llorar.

    Como dice la snopsis, es la vida de un perro contada por su dueño, con las anecdotas, travesuras, trastadas, malos y buenos momentos, todo ello contado desde el cariño, paciencia, comprensión y un largo etc. de la familia y sobretodo reflejando el gran amor que pueden llegar a profesar y generar éstos seres.

    Muy recomendable tanto para las personas que tienen "mascotas" como las que, como yo, no las tienen.

    ha scritto il 

  • 4

    Vabbè, io lo sapevo che ci facevo la lacrimuccia (ma anche due o tre)
    Però l'ho letto lo stesso. Mannaggia a me.

    Quello che mi ha colpito positivamente è che l'autore non cerca di farti fare il piantino con una storia strappalacrime, con poveri cani maltrattati o eroici; Marley è dav ...continua

    Vabbè, io lo sapevo che ci facevo la lacrimuccia (ma anche due o tre)
    Però l'ho letto lo stesso. Mannaggia a me.

    Quello che mi ha colpito positivamente è che l'autore non cerca di farti fare il piantino con una storia strappalacrime, con poveri cani maltrattati o eroici; Marley è davvero una bestiaccia maleducata e ingestibile, ma è anche parte della famiglia ed è per questo che alla fine non si riesce a trattenersi.
    Chiunque abbia un cane può riconoscersi in una storia del genere (a parte gli educatori in stile "Dominatrice" per i quali è una bestemmia anche solo permettere al cane di darti un leccotto. E che cacchio, se avessi voluto una statua non avrei preso un cane.)

    Molto bella la chiusura, nella quale l'autore ricorda i bei momenti vissuti col suo amico peloso, piuttosto che concentrarsi sul dolore della perdita.

    ha scritto il 

Ordina per