Io confesso

Di

Editore: Mondolibri

3.8
(738)

Lingua: Italiano | Numero di pagine: 444 | Formato: Copertina rigida | In altre lingue: (altre lingue) Inglese , Olandese , Tedesco , Francese , Spagnolo , Portoghese

Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Disponibile anche come: Paperback , Altri , eBook

Genere: Narrativa & Letteratura , Legge , Mistero & Gialli

Ti piace Io confesso?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Quando in una fredda mattina d'inverno uno sconosciuto si presenta nella sua parrocchia e chiede insistentemente di vederlo, il reverendo Keith Schroeder non può immaginare che quell'incontro cambierà la sua vita per sempre. L'uomo si chiama Travis Boyette, ha subito varie condanne per reati sessuali, è in libertà vigilata e sostiene di custodire da molti anni un terribile segreto che è deciso a confessare. Perché proprio adesso? Dice di avere un tumore incurabile al cervello e di volersi liberare dal peso che grava sulla sua coscienza. Con la sua testimonianza potrebbe scagionare Donté Drumm, un giovane di colore condannato a morte in una piccola città del Texas per l'omicidio di una ragazza bianca il cui corpo non è mai stato ritrovato. Boyette afferma di sapere chi è il vero assassino, ma non ha intenzione di rivelarlo a nessuno se non al reverendo Schroeder. Mancano quattro giorni all'esecuzione. Basteranno per salvare Donté, o almeno per una sospensione della condanna? "Io confesso" è un thriller dal ritmo teso che riconferma profondo interesse di John Grisham per i grandi temi sociali e di attualità, offrendo un'amara riflessione sul sistema giudiziario americano e soprattutto sulla pena di morte.
Ordina per
  • 2

    Un ragazzo di colore viene arrestato accusato di un omicidio di una ragazza bianca e condannato a morte. Un uomo, appena uscito di galera, si presenta ad un prete dicendo che è lui il vero assassino d ...continua

    Un ragazzo di colore viene arrestato accusato di un omicidio di una ragazza bianca e condannato a morte. Un uomo, appena uscito di galera, si presenta ad un prete dicendo che è lui il vero assassino della ragazza. Insieme si recano in Texas ma non riescono ad evitare la condanna a causa soprattutto della mala gestione delle autorità politiche, giuridiche e della polizia. Seguono scontri a sfondo razzista nel paese, la scoperta del cadavere (fino ad allora mai trovato e nonostante questo l’arresto e la condanna sono stati ammessi), la riabilitazione dell’innocente ucciso e la condanna della maggior parte di quelli che hanno provocato questo clamoroso errore giudiziario. E’ un atto di accuso del famoso scrittore contro la pena di morte, la difficoltà a trovare una situazione equa, condanna per chi? Per quale colpa? Ed evitare clamorosi errori. Un problema etico? Sociale? Intanto però il libro è lungo e noioso, ripetitivo nel descrivere dettagli inutili, della cronologia degli eventi competa, dal party prefunerale, alle veglie, alle colazioni a tutto ciò che serve per riempire oltre 400 pagine mentre per raccontare il nucleo centrale bastava la metà.

    ha scritto il 

  • 3

    Trama: «Quando in una fredda mattina d'inverno uno sconosciuto si presenta nella sua parrocchia e chiede insistentemente di vederlo, il reverendo Keith Schroeder non può immaginare che quell'incontro ...continua

    Trama: «Quando in una fredda mattina d'inverno uno sconosciuto si presenta nella sua parrocchia e chiede insistentemente di vederlo, il reverendo Keith Schroeder non può immaginare che quell'incontro cambierà la sua vita per sempre. L'uomo si chiama Travis Boyette, ha subito varie condanne per reati sessuali, è in libertà vigilata e sostiene di custodire da molti anni un terribile segreto che è deciso a confessare. Perché proprio adesso? Dice di avere un tumore incurabile al cervello e di volersi liberare dal peso che grava sulla sua coscienza. Con la sua testimonianza potrebbe scagionare Donté Drumm, un giovane di colore condannato a morte in una piccola città del Texas per l'omicidio di una ragazza bianca il cui corpo non è mai stato ritrovato. Boyette afferma di sapere chi è il vero assassino, ma non ha intenzione di rivelarlo a nessuno se non al reverendo Schroeder. Mancano quattro giorni all'esecuzione. Basteranno per salvare Donté, o almeno per una sospensione della condanna? "Io confesso" è un thriller dal ritmo teso che riconferma profondo interesse di John Grisham per i grandi temi sociali e di attualità, offrendo un'amara riflessione sul sistema giudiziario americano e soprattutto sulla pena di morte».

    Il libro affronta un tema delicatissimo, da sempre dibattuto negli USA, quale quello della pena di morte, ed è ambientato nel Texas, stato ricordato per le sue truci e ripetute sentenze di morte. A favor di non ripetere la trama, il libro è oltremodo interessante, perché pone il lettore ad una duplice scelta: ignorare la verità di un uomo che agli sgoccioli della sua vita cerca di redimersi o aggirare la legge, scavalcando il divieto di libertà vigilata, e portare quest’uomo in Texas per dire tutta la verità davanti la Corte di giustizia (rendendosi, forse complice)?

    Seppur in alcune parti risulta lento, soprattutto nella parte iniziale, è un libro che merita di essere letto. E voi che avreste fatto? Complici o Carnefici (di una vittima ingiusta)?

    ha scritto il 

  • 3

    Ho chiuso con i legal-thriller

    Grisham sa scrivere molto bene e a volte questo diventa un difetto!
    la storia è raccontata bene ,ma ci sono pagine e pagine di descrizioni di cui il lettore potrebbe fare benissimo a meno,
    Forse ho le ...continua

    Grisham sa scrivere molto bene e a volte questo diventa un difetto!
    la storia è raccontata bene ,ma ci sono pagine e pagine di descrizioni di cui il lettore potrebbe fare benissimo a meno,
    Forse ho letto troppi libri di Grisham o troppi legal-thriller ,ma gira e rigira pare sempre di leggere la solita solfa.Questo era una rilettura e l'ho trovato ripetitivo come la prima volta,penso proprio che con Grisham e altri autori di legal-thriller ho chiuso! Mi sono stufata di leggere sempre le solite storie .

    ha scritto il 

  • 3

    Había leido otro libro de este autor y me pareció mucho más bueno. Este creo que está escrito como un alegato contra la pena de muerte,en esto tiene razón, y un feroz crítica a la familia Bush. Pero l ...continua

    Había leido otro libro de este autor y me pareció mucho más bueno. Este creo que está escrito como un alegato contra la pena de muerte,en esto tiene razón, y un feroz crítica a la familia Bush. Pero la historia es floja.

    ha scritto il 

  • *** Attenzione: di seguito anticipazioni sulla trama (SPOILER) ***

    5

    Bellissimo

    L'autore ha preso un tema (ancora attuale e discutibile per ore) e ne ha fatto una storia bellissima che fino all'ultimo mi ha fatto sperare. Grisham ti fa entrare in tutti i luoghi in cui racconta, d ...continua

    L'autore ha preso un tema (ancora attuale e discutibile per ore) e ne ha fatto una storia bellissima che fino all'ultimo mi ha fatto sperare. Grisham ti fa entrare in tutti i luoghi in cui racconta, dalla parrocchia al carcere. Sembra invitarti a riflettere se la pena di morte è la soluzione giusta ai crimini.. ma che soluzione è quando il giustiziato non è il criminale?

    ha scritto il 

  • 5

    Spettacolare! Ti coinvolge talmente che sei con i vari personaggi e vivi le loro emozioni.
    Sei in chiesa, a Sione, in macchina, in carcere poi leggetelo!
    Ci sono state delle volte che sentivo la ne ...continua

    Spettacolare! Ti coinvolge talmente che sei con i vari personaggi e vivi le loro emozioni.
    Sei in chiesa, a Sione, in macchina, in carcere poi leggetelo!
    Ci sono state delle volte che sentivo la necessità fisica di staccarmi dalla lettura per prendere fiato.
    Il Grisham che amo!
    leggetelo e poi parliamo della pena di morte.

    ha scritto il 

  • 3

    Ho avuto la sfortuna di leggerlo a distanza ravvicinatissima da "Innocente" e almeno per le prime cento pagine ho sofferto tanto questa somiglianza quasi sfacciata fra i due libri di Grisham. La stori ...continua

    Ho avuto la sfortuna di leggerlo a distanza ravvicinatissima da "Innocente" e almeno per le prime cento pagine ho sofferto tanto questa somiglianza quasi sfacciata fra i due libri di Grisham. La storia comunque cattura il lettore, soprattutto chi non ama solo i suoi legal. Non badate alle mie tre misere stelline, leggetelo.

    ha scritto il 

Ordina per