Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Io no

Di

Editore: Fazi

3.9
(701)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 156 | Formato: Paperback

Isbn-10: 8881121700 | Isbn-13: 9788881121700 | Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Disponibile anche come: Copertina rigida , eBook

Genere: Family, Sex & Relationships , Fiction & Literature

Ti piace Io no?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Si tratta di un esordio comico e insieme drammatico, la storia di due fratelli, Francesco e Flavio, e della loro ricerca della felicità, di un amore che cerca di sfidare il tempo e la morte e crea nuova vita e nuovo amore. Francesco è un filosofo imbranato con una passione per la canzoni di Pupo e una carriera musicale abbandonata sul nascere, conosce Elisa, segreta amante di Flavio. Tra i due inizia una storia travolgente che porta lo scompiglio assoluto nella vita delle due coppie, destinate a sfasciarsi e a ritrovarsi. Ma quando tutto sembra sistemato, succede qualcosa destinato a cambiare per sempre la vita di Francesco e a trascinarlo in giro per mezzo mondo.
Ordina per
  • 3

    A me Licalzi piace tanto! Mi ritrovo a leggerlo in momenti in cui ho bisogno di un sorriso di sostegno senza dover rinunciare alla profondità di contenuti e situazioni. Tre stelline perchè non il suo migliore, a mio avviso.

    ha scritto il 

  • 1

    Libreria Feltrinelli interno giorno: "Buongiorno, un libro da regalare ad un non-lettore per favore, mi raccomando che sia divertente." "Magari un audiolibro?" "No proprio un libro" la signorina torna con Licalzi lo impacchetta ed esco. Va da se che alla fine ho deciso di non regalarlo. Ci ricasc ...continua

    Libreria Feltrinelli interno giorno: "Buongiorno, un libro da regalare ad un non-lettore per favore, mi raccomando che sia divertente." "Magari un audiolibro?" "No proprio un libro" la signorina torna con Licalzi lo impacchetta ed esco. Va da se che alla fine ho deciso di non regalarlo. Ci ricasco sempre! Anche se so che uno/una non legge regalo libri! Passano i mesi il libro staziona in libreria..ieri, 2 di notte, insonnia. Lieve depressione e il medico: si distragga, legga qualcosa di leggero, esca. Si iscriva a un corso di hip-hop. E invece io comincio Licalzi. Prima parte: piacevole e anche un po divertente...seconda parte: da lacrime..abbandonato! Ma diamine SIGNORINA Feltrinelli che consiglio mi ha dato? Io mi devo riprendere mica sprofondare! Mai fidarsi dei consigli dei librai ne ragalare libri a chi non li leggerà. Si accettano consigli di lettura curativi.

    ha scritto il 

  • 2

    Niente da fare, anche se mi son sforzata di leggerlo per intero, sperando in un miglioramento, questo libro non mi è piaciuto affatto.
    Troppi luoghi comuni, scene ad effetto, personaggi odiosi, pieni di soldi ed estremamente lagnosi.
    Un infelice tentativo di somigliare a quelli di De Carlo. ...continua


    <

    Niente da fare, anche se mi son sforzata di leggerlo per intero, sperando in un miglioramento, questo libro non mi è piaciuto affatto. Troppi luoghi comuni, scene ad effetto, personaggi odiosi, pieni di soldi ed estremamente lagnosi. Un infelice tentativo di somigliare a quelli di De Carlo.

    Uno stile estremamente piatto, con frasi che parevano preconfezionate.

    Non mi piace dare voti così negativi ai libri, ma ogni tanto capita. Pazienza.

    ha scritto il 

  • 4

    Gradevole lettura: una prima parte scoppiettante e divertentissima, mentre la seconda assume toni drammatici e si rivela lo psicologo che è Lorenzo Licalzi. Accettabili in quanto palesi i riferimenti al giovane Holden.

    ha scritto il 

  • 4

    non siamo qui per rispondere alle aspettative altrui

    Ho pianto, riso e pianto. L'io no non basta, ti marchia con un'inquietudine e una sofferenza dentro che l'amore può solo momentaneamente nascondere. Poi la vita te le rischiaffa in faccia quando meno te lo aspetti. E a quel punto ti conviene guardare negli occhi il tuo senso di mancanza e farci i ...continua

    Ho pianto, riso e pianto. L'io no non basta, ti marchia con un'inquietudine e una sofferenza dentro che l'amore può solo momentaneamente nascondere. Poi la vita te le rischiaffa in faccia quando meno te lo aspetti. E a quel punto ti conviene guardare negli occhi il tuo senso di mancanza e farci i conti per arrivare a non sentirti più estraneo a te stesso. Licalzi racconta un viaggio, anzi più viaggi, alla ricerca di sé. Niente di nuovo, ma molto bello.

    ha scritto il 

  • *** Attenzione: di seguito anticipazioni sulla trama (SPOILER) ***

    5

    PRINCIPESSA.........TRISTE!!!!

    E' il primo libro di Licalzi che ho letto e devo dire che il risultato è stato stupefacente, infatti appena possibile leggerò anche gli altri libri che ha scritto! Questo libro presenta delle particolarità ossia primo il modo in cui è raccontata la trama ossia narrata dal punto di vista dei 4 per ...continua

    E' il primo libro di Licalzi che ho letto e devo dire che il risultato è stato stupefacente, infatti appena possibile leggerò anche gli altri libri che ha scritto! Questo libro presenta delle particolarità ossia primo il modo in cui è raccontata la trama ossia narrata dal punto di vista dei 4 personaggi principali che di volta in volta si alternano nei vari episodi; secondo il personaggio Francesco, un soggetto davvero fuori dal comune. Ebbene la storia parla di due fratelli, Flavio e Francesco, profondamente diversi tra loro come il giorno e la notte ma legati da un profondo affetto fraterno e come si leggerà a metà libro anche da qualcos’altro. Flavio è il classico uomo standard con interessi, passioni,hobby e aspettative tipiche dell’uomo medio comune, che è sempre stato l’orgoglio del padre per aver pensato fin da subito all’azienda di famiglia al contrario del fratello, invece Francesco……è Francesco ossia un uomo del tutto particolare, oserei dire anche un genio incompreso, e sono proprio i dialoghi che lo riguardano a rendere il libro bello, divertente e fuori dal comune. Ma questo libro è anche un libro romantico, anche se con un romanticismo anch’esso particolare in quanto ci sarà una storia d’amore che coinvolgerà proprio Francesco e che un po’ includerà anche gli altri personaggi del libro, una storia d’amore che a volte farà ridere e a volte farà piangere. Sono bellissimi infatti i dialoghi e i pensieri tra Francesco ed Elisa al primo incontro, davvero molto divertenti. Il libro mi è piaciuto molto, perché anche se composto da poche pagine, sa come arrivare al cuore del lettore, sia nel bene che nel male. Purtroppo ha un finale per certi versi drammatico ma se lo si guarda da un altro punto di vista forse lo si giudica come un finale giusto e positivo. Il grande insegnamento che si trae da questa storia è che fino alla fine non possiamo mai dire di conoscere bene e fino in fondo gli altri, o soprattutto quello che pensano di noi…è sempre un’eterna sorpresa. Da questo libro è anche stato tratto un film di Simona Izzo e Ricky Tognazzi ma non è di certo all’altezza come quasi sempre accade nelle trasposizioni cinematografiche, salvo rare eccezioni. Il libro è stato pubblicato in due versioni delle quali una è tascabile ma che sconsiglio perché privo di alcune pagine e passaggi secondo me fondamentali, infatti il libro completo si apre con una lettera dedicata ad una “principessa” e si chiude con una lettera sempre dedicata ad una “principessa”.MOLTO CONSIGLIATO!!!!

    ha scritto il 

  • 5

    uno che si fa tatuare un punto interrogativo è in grado di darti qualche risposta?

    "Si può sapere perché ti sei fatto tatuare un punto interrogativo?"
    "Secondo te, uno che si fa tatuare un punto interrogativo è in grado di darti qualche risposta?"


    Flavio e Francesco sono fratelli. Il primo è un pragmatico uomo d'affari, dirige con successo l'azienda di famiglia e ha sapu ...continua

    "Si può sapere perché ti sei fatto tatuare un punto interrogativo?" "Secondo te, uno che si fa tatuare un punto interrogativo è in grado di darti qualche risposta?"

    Flavio e Francesco sono fratelli. Il primo è un pragmatico uomo d'affari, dirige con successo l'azienda di famiglia e ha saputo far sua una vita che ha trovato già pronta. Il secondo, musicista e viaggiatore, è di quelli che fin da piccoli vanno a sbattere contro il mondo, e da grandi si ritrovano disillusi pur senza perdere l'ironia. Difficile immaginare due vite più diverse, due orbite più distanti. Eppure la corrispondenza tra le certezze di Flavio e le inquietudini vagabonde di Francesco è troppo precisa per non far pensare a due opposti che, inesorabilmente, tornano ogni volta ad attrarsi. E poi ci sono le donne, ad aggrovigliare i destini: c'è Laura, moglie di Flavio da sempre innamorata di un altro, ed Elisa, l'incontro travolgente, la scintilla che Francesco non sapeva neppure di stare aspettando. Io no è la storia di questi amori: sovrapposti, sfasati, ricambiati, nascosti; è, soprattutto, il racconto esilarante e drammatico di un grande viaggio, quello che ognuno intraprende alla ricerca di se stesso. O di qualcuno che gli assomiglia.

    ha scritto il 

Ordina per