Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Io non ho paura

Di

Editore: Einaudi

4.0
(13112)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 219 | Formato: Paperback | In altre lingue: (altre lingue) Inglese , Spagnolo , Tedesco , Francese , Finlandese , Portoghese , Greco , Ceco , Olandese

Isbn-10: 8806142100 | Isbn-13: 9788806142100 | Data di pubblicazione: 

Disponibile anche come: Tascabile economico , Altri , Copertina rigida , eBook , CD audio

Genere: Crime , Fiction & Literature , Mystery & Thrillers

Ti piace Io non ho paura?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Dopo Ti prendo e ti porto via, Niccolò Ammaniti in questo romanzo va al cuore della sua narrativa, con una storia tesa e dal ritmo serrato, un congegno a orologeria che si carica fino a una conclusione sorprendente: e mette in scena la paura stessa.
Michele Amitrano, nove anni, si trova di colpo a fare i conti con un segreto così grande e terribile da non poterlo nemmeno raccontare. E per affrontarlo dovrà trovare la forza proprio nelle sue fantasie di bambino, mentre il lettore assiste a una doppia storia: quella vista con gli occhi di Michele e quella, tragica, che coinvolge i grandi di Acqua Traverse, misera frazione dispersa tra i campi di grano. Il risultato é un racconto potente e di assoluta felicità narrativa, dove si respirano atmosfere che vanno da Clive Barker alle Avventure di Tom Sawyer, alle Fiabe italiane di Calvino.
La storia é ambientata nell'estate torrida del 1978 nella campagna di un Sud dell'Italia non identificato, ma evocato con rara forza descrittiva. In questo paesaggio o minato dal contrasto tra la luce abbagliante del sole e il buio della notte, Ammaniti alterna, a colpi di scena, la commedia, il mondo dei rapporti infantili, la lingua e la buffa saggezza dei bambini, la loro tenacia, la forza del amicizia e il dramma del tradimento. E insieme tratteggia un indimenticabile campionario di adulti. Romanzo della scoperta di se attraverso il rischio più estremo, e la necessità di affrontarlo, Io non ho paura diventa un addio struggente all'età dei giochi e dello stupore, all'energia magica che ci fa lottare contro i mostri. E si insinua sotto pelle in ciascuno di noi, come una tenera pugnalata nel petto.
Ordina per
  • 4

    è come se fosse scritto da un bambino

    Molto carino, lettura appassionante e sembra davvero scritto da un bambino. E' la storia del sequestro di un bambino, nasce un amiciazia tra il sequestrato ed il figlio di uno dei sequestratori come s ...continua

    Molto carino, lettura appassionante e sembra davvero scritto da un bambino. E' la storia del sequestro di un bambino, nasce un amiciazia tra il sequestrato ed il figlio di uno dei sequestratori come solo i bambini sanno e possono fare...con la purezza.

    ha scritto il 

  • *** Attenzione: di seguito anticipazioni sulla trama (SPOILER) ***

    5

    Emozionante ...

    Un libro emozionante e non solo, una storia vissuta con gli occhi di un ragazzo che ha coraggio da vendere, una storia che lascia una profonda tristezza .....

    ha scritto il 

  • 4

    La grandezza di Michele, il potere di Ammaniti.

    Non il migliore di Ammaniti, ma di sicuro sentito. Un libro che parla di omertà, di rapimenti, di crudeltà ma anche del coraggio di un piccolo grande uomo.
    Bello e struggente.

    ha scritto il 

  • *** Attenzione: di seguito anticipazioni sulla trama (SPOILER) ***

    3

    Bello, sul serio, il punto di vista del bambino: soprattutto le paure infondate, quelle dei mostri; e poi ti accorgi che i mostri li hai accanto, hanno braccia e gambe, e fingono di essere persone nor ...continua

    Bello, sul serio, il punto di vista del bambino: soprattutto le paure infondate, quelle dei mostri; e poi ti accorgi che i mostri li hai accanto, hanno braccia e gambe, e fingono di essere persone normali.

    ha scritto il 

  • 3

    Una lettura non impegnata, agile e senza particolari pretese. Ho preferito "Come Dio comanda", sempre dello stesso autore. Qui la storia mi è parsa un po' noiosetta, per non parlare di un finale ad ca ...continua

    Una lettura non impegnata, agile e senza particolari pretese. Ho preferito "Come Dio comanda", sempre dello stesso autore. Qui la storia mi è parsa un po' noiosetta, per non parlare di un finale ad cazzum che non ho gradito. C'è da dire, però, che Ammaniti è un buon affabulatore, onesto e in gamba.

    ha scritto il 

  • 3

    Scoperta e disincanto...

    Una storia amara e che porta alla triste consapevolezza che non c'è rispetto per l'innocenza infantile.
    In una calda giornata estiva, durante una gita in bicicletta, Michele fa una scoperta sconvolgen ...continua

    Una storia amara e che porta alla triste consapevolezza che non c'è rispetto per l'innocenza infantile.
    In una calda giornata estiva, durante una gita in bicicletta, Michele fa una scoperta sconvolgente: vi è un altro bambino tenuto prigioniero in condizioni pietose e miserevoli.
    In momenti in cui la gioia e il gioco quotidiano sono le principali attività dei bambini, Michele diventa improvvisamente adulto e si adpererà per nutrire ed aiutare il piccolo prigioniero.
    Finchè non scoprirà che anche suo padre, insieme ad altri malviventi è implicato in quel rapimento.
    La crudeltà della Mafia che non risparmia nessuno...neanche la vita dei più deboli, i bambini appunto.
    Una realtà cruda e dura.
    Questo libro mi ha fatto piangere e riflettere.
    Lo consiglio a tutti.
    Saluti.
    Ginseng666

    ha scritto il 

Ordina per