Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Io non ricordo

Di

Editore: Neri Pozza

4.0
(335)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 350 | Formato: Paperback | In altre lingue: (altre lingue) Inglese , Francese

Isbn-10: 8854502278 | Isbn-13: 9788854502277 | Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Traduttore: Stefano Bortolussi

Genere: Family, Sex & Relationships , Fiction & Literature , Health, Mind & Body

Ti piace Io non ricordo?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Seth Walzer vive ad Austin nel Texas. E un ragazzino, anzi: è il perfetto esemplare dell'adolescente troppo intelligente segnato dall'acne, dal sarcasmo nei confronti del mondo e dal panico nei confronti di ogni sorta di contatto umano. Passa così il tempo a fantasticare su tutto e a perdersi nelle sue divagazioni al punto tale da sentirsi un "maestro del nulla". Un giorno però la realtà irrompe improvvisa nella sua vita. A sua madre viene diagnosticata una rara forma di Alzheimer e Seth assiste impotente al suo inesorabile scivolare nell'oscuro regno dell'oblio. Lentamente la madre non ricorda più nulla, anche le cose più semplici della vita. Il padre di Seth reagisce alla malattia della moglie nel modo peggiore possibile: si stordisce con massicce dosi giornaliere di gin e programmi televisivi. Cosa può fare Seth a quel punto se non cercare di usare la sua straordinaria intelligenza, studiando quello strano e terribile male che si trasmette geneticamente e toglie il dono del ricordo? Non sapendo quasi nulla della vita che la madre conduceva prima di conoscere suo padre, Seth si mette alla ricerca dei parenti perduti della donna, portatori del gene causa della sua malattia.
Ordina per
  • 4

    Le storie parallele di Abel e Seth, il primo un vecchio gobbo che vive dei ricordi e dei rimorsi del passato, il secondo un ragazzino devastato dall'acne che combatte contro l'Alzheimer della madre. Diverrà presto chiaro che cosa li accomuna, ma non starò qui a rivelarvelo. Sullo sfondo, la stori ...continua

    Le storie parallele di Abel e Seth, il primo un vecchio gobbo che vive dei ricordi e dei rimorsi del passato, il secondo un ragazzino devastato dall'acne che combatte contro l'Alzheimer della madre. Diverrà presto chiaro che cosa li accomuna, ma non starò qui a rivelarvelo. Sullo sfondo, la storia della malattia, di come si è diffusa di generazione in generazione, raccontata in modo talvolta scientifico (ma senza mai diventare troppo tecnico o noioso), talvolta sottoforma di fiaba che viene tramandata di genitore in figlio. La storia di Isidora, la terra dorata in cui tutti sono felici perché vivono solo il presente, senza ricordi, assume a poco a poco i contorni inquietanti di una malattia che cancella la memoria. E Seth, geniale quanto disadattato, farà di tutto per scoprire quel passato che la madre gli ha sempre tenuto nascosto.
    La questione dell'Alzheimer è delicata, ovviamente, ma Block la affronta con maestria e rispetto, trovando un equilibrio tra i fatti e i sentimenti, tra l'orrore dell'obiettività e l'analisi delle emozioni più profonde.
    Forse la storia del vecchio Abel mi ha appassionata ancor più di quella di Seth. Un amore immenso, un segreto terribile, il senso di colpa, il dolore, la consapevolezza di una felicità che non tornerà più. Il progresso che avanza quando tu vorresti solo rintanarti nell'epoca in cui sei stato veramente felice.
    Un libro importante, ben scritto, mai noioso nonostante l'argomento non proprio allegro.
    Scava a fondo nell'anima e nei desideri, nelle speranze, nell'amore e nel dolore. Consigliato.

    ha scritto il 

  • 4

    due storie parallele,quella dell'adolescente Seth e quella di Abel nel mondo dell'Alzheimer,di una variante genetica e precoce.Le due storie un po' alla volta si avvicinano e si compensano fino a scoprire la strettissima parentela tra i personaggi.Descrizione delicata pur nella drammaticità della ...continua

    due storie parallele,quella dell'adolescente Seth e quella di Abel nel mondo dell'Alzheimer,di una variante genetica e precoce.Le due storie un po' alla volta si avvicinano e si compensano fino a scoprire la strettissima parentela tra i personaggi.Descrizione delicata pur nella drammaticità della patologia:".....avevamo 19 anni quando la malattia di mamma imboccò la sua finale,irrevocabile marcia a ritroso e giunse finalmente alla morte di tutto ciò che la vita all'inizio porta:La morte del parlare. La morte del camminare. La morte del controllo delle viscere. La morte dello stare eretti. La morte del nutrirsi da soli. La morte del gattonare. La morte del drizzarsi a sedere. La morte del dormire di notte. La morte del deglutire....Ma,alla fine,un modesto sollievo: dopo innumerevoli morti,dopo il rovesciamento totale di una vita,ciò che restava di mamma trovò finalmente riposo nel fragile cerchio di una bimba non ancora nata.....L'unica parola per lei in quel momento non era morta,ma ritornata....

    ha scritto il 

  • 2

    Una cavolata mostruosa...

    L'ho voluto, cercato, gli ho fatto la posta da quando era ancora solo Neri Pozza, ma adesso che l'ho letto devo dire che è stata una enorme delusione. L'autore cerca di indagare le cause mediche dell'Alzheimer (e va bene), ma le iperboli usate per esternare il dolore dei protagonisti sforano ampi ...continua

    L'ho voluto, cercato, gli ho fatto la posta da quando era ancora solo Neri Pozza, ma adesso che l'ho letto devo dire che è stata una enorme delusione. L'autore cerca di indagare le cause mediche dell'Alzheimer (e va bene), ma le iperboli usate per esternare il dolore dei protagonisti sforano ampiamente nella retorica. NOIA!! Lo trovo un libro inutile. Doveva sviluppare di più i discorsi insensati di chi soffre del male e le reazioni dei familiari. L'espediente della Terra mitica, favola tramandata di generazione in generazione, marchio di fabbrica dei membri della stessa famiglia, poi è pietoso e noioso.
    Inoltre l'entusiastico commento di copertina è scritto da, nientepopòdimeno che: Walter Veltroni, un nulla letterario!
    Scusate, ma mi chiedo anche "Cosa siete abituati a leggere, per sgranare questa serie di commenti entusiastici su un libretto del genere?..."

    ha scritto il 

Ordina per