Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Io sono Dorian Dum, appena dopo il crepuscolo e altri racconti

Di

Editore: Ego

3.9
(10)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 184 | Formato: Paperback

Isbn-10: 8890421967 | Isbn-13: 9788890421969 | Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Prefazione: Andrea Carlo Cappi , Biagio Proietti

Genere: Fiction & Literature , Mystery & Thrillers , Science Fiction & Fantasy

Ti piace Io sono Dorian Dum, appena dopo il crepuscolo e altri racconti?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Quanto è davvero rassicurante la vostra realtà? Quali certezze circondano realmente la vostra esistenza? Quanto è sottile il confine tra la luce del sole ed il crepuscolo? Dodici racconti per rispondere a queste domande, dodici racconti nei quali la realtà assume il ruolo di comparsa accanto ai protagonisti veri come la fantasia (Eroi), l'incredibile cinismo dei numeri (TrentaNove), la meticolosa brutalità di un serial killer (Notti di Luna iena), una seducente donna vampiro (Appena dopo il crepuscolo), la vendetta affilata come una katana (Lama non lama). Salti di tempo e spazio, colpi di scena e finali a sorpresa vi condurranno attraverso un'atmosfera noir pervasiva come la nebbia in autunno. E non stupitevi se chiudendo l'ultima pagina vi starete ancora domandando Chi è Dorian Dum?
Ordina per
  • 4

    Sono un’amante dei racconti, me ne innamorai grazie a Joe Lansdale anni e anni fa. Sebbene non siano tra i generi più amati di narrativa, forse per la loro brevità, per la loro intensità concentrata o forse perché ci vuole davvero bravura per scriverne, sono comunque un traguardo per ogni scritto ...continua

    Sono un’amante dei racconti, me ne innamorai grazie a Joe Lansdale anni e anni fa. Sebbene non siano tra i generi più amati di narrativa, forse per la loro brevità, per la loro intensità concentrata o forse perché ci vuole davvero bravura per scriverne, sono comunque un traguardo per ogni scrittore. Fabio ha dimostrato ampiamente di cavarsela, sfornando racconti che ancora oggi, a distanza di un mese dalla lettura, rimangono freschi nella mia memoria. Qual è dunque l’ingrediente segreto di Fabio Mundadori? A mio avviso una narrazione accattivante, diretta, semplice ed efficace; arriva subito al lettore, crea empatia con poche righe e la storia decolla. In più, le trame dei racconti spaziano in vari generi, dal thriller a racconti di vita vissuta, dal fantastico all’horror, dall’inquietudine più nera che risiede nel cuore di ciascuno di noi a semplici gesti quotidiani che accompagnano anonimi personaggi. Questa è una raccolta di lavori che Fabio Mundadori ha collezionato negli anni, perciò pregni di attimi vissuti, di momenti impressi sulle righe in un arco di tempo che permette al lettore di rispecchiarsi facilmente in più e diversi racconti, molti dei qual vicini a situazioni a noi probabilmente affini. Così come è capitato a me leggendone alcuni. La bellezza è stata proprio questa immedesimazione, questo scoprire storie molto vicine alle mie esperienze, grazie appunto a questa varietà di tema e questa narrazione fresca.

    INTERVISTA ALL'AUTORE: http://ariannaklavierherz.blogspot.com/2012/01/io-sono-dorian-dum-recensione-inervista.html

    ha scritto il 

  • 4

    12 passi nella paura.

    sono tendenzialmente contrario ai libri formati da racconti.
    quando sono ottimi come quelli di FABIO MUNDADORI, però, non posso esimermi dal complimentarmi.
    lo attendo al varco, alla prova del romanzo.
    se questi sono i presupposti, la supererà brillantemente.
    Mundadori conosce la suspance ed è ri ...continua

    sono tendenzialmente contrario ai libri formati da racconti. quando sono ottimi come quelli di FABIO MUNDADORI, però, non posso esimermi dal complimentarmi. lo attendo al varco, alla prova del romanzo. se questi sono i presupposti, la supererà brillantemente. Mundadori conosce la suspance ed è rigoroso nella ricerca e nell'esposizione, muovendosi agevolmente nelle diverse sfumature del noir. lo consiglio. nulla viene lasciato al caso.

    ha scritto il 

  • 3

    Lo sapevo no?Sarebbe successo.Prima o dopo fa poca differenza, dove ancora meno.Il dubbio vero è come.E se il modo in cui mi uccideranno lo scoprirò tra breve, il buio fitto di questa notte senza luna sa come nascondere il volto di chi mi toglierà la vita

    Non fatevi ingannare dalla copertina. La bellissima e sensuale donna che vi guarda con occhi provocanti e canini sporgenti non ha nulla a che vedere con la vampiro mania che dilaga in questi ultimi anni. Il suo nome è Karminia, ed è la protagonista di “Appena dopo il crepuscolo” uno dei dodici ra ...continua

    Non fatevi ingannare dalla copertina. La bellissima e sensuale donna che vi guarda con occhi provocanti e canini sporgenti non ha nulla a che vedere con la vampiro mania che dilaga in questi ultimi anni. Il suo nome è Karminia, ed è la protagonista di “Appena dopo il crepuscolo” uno dei dodici racconti che compongono il libro di Fabio Mundadori “Io sono Dorian Drum, appena dopo il crepuscolo e altri racconti” pubblicato dalla casa editrice Ego. Dodici racconti che si leggono piacevolmente in un pomeriggio, meglio ancora se grigio e piovoso come quelli a cui siamo abituati ultimamente. Dodici racconti dove ogni lettore potrà trovare il suo genere preferito, pulp, horror, fantascienza. La scrittura di Mundadori è fluida e coinvolgente. Nelle poche pagine dedicate ad ogni storia c’è tutto, trama, caratterizzazione dei personaggi, stile e...brivido! I racconti sono tutti ambientati in Italia, i protagonisti sono italiani, ma c'è qualcosa di molto internazionale nello stile di Mundadori. All’inizio ero un po’ diffidente se leggere o meno questo libro perché non amo i racconti, perché le storie di vampiri non mi interessano e perché dubito sempre degli autori italiani che si cimentano con l’horror. E' un po' come per il cinema. In Italia c'è sicuramente più talento ma alla fine gli americani ci battono sempre con gli effetti speciali. Temevo perciò di rimanere delusa da questa lettura e invece non è successo, anzi... Mundadori è un autore poliedrico, spazia da un genere all’altro con estrema disinvoltura e l’effetto sorpresa è assicurato. Dai suoi racconti, infatti, non sai mai cosa aspettarti, sono talmente diversi l'uno dall'altro. C'è una caratteristica che accomuna i dodici racconti. Le storie si svolgono quasi sempre di notte o al tramonto. L'assenza di luce avvolge tutto e tutti in un alone di mistero, accresce le paure, libera la fantasia. E la fantasia non manca a questo scrittore capace di portarci al cospetto di personaggi assurdi (Eroi) o addirittura di Tommaso D'Aquino (Quartana). Dei dodici racconti quelli che ho apprezzato di più sono tre, e precisamente: 347 dove una voce registrata in una segreteria telefonica ci catapulterà all’interno di un mistero inquietante, Trentanove dove nulla succede mai per caso e Notti di Luna iena con il suo spietato serial killer. Con quest'ultimo racconto nel 2008 Fabio Mundadori ha vinto il primo premio di Giallolatino, un concorso narrativo riservato a racconti gialli, mystery e noir molto particolare in quanto gli scrittori sono obbligati ad ambientare le loro storie nella provincia di Latina. “La realtà non esiste. Esistono diverse percezioni di uno stesso evento”.

    ha scritto il 

  • 4

    Dodici racconti fulminei e fulminanti. L'autore traccia un filo "noir" che dalla fantascienza arriva all'horror ed è spesso debitore delle atmosfere "crepuscolari" di certi impareggiabili fumetti in bianco e nero e della insuperata serie televisiva "The Twilight Zone". "Ai confini della realtà", ...continua

    Dodici racconti fulminei e fulminanti. L'autore traccia un filo "noir" che dalla fantascienza arriva all'horror ed è spesso debitore delle atmosfere "crepuscolari" di certi impareggiabili fumetti in bianco e nero e della insuperata serie televisiva "The Twilight Zone". "Ai confini della realtà", quella originale, anche essa in bianco e nero. La stupenda immagine di copertina, con quei canini sporgenti dalla bocca sensualissima, parrebbe riallacciarsi invece ad un "Twilight" più recente. Cosa che non è. Per la fortuna del lettore.

    ha scritto il