Io sono il cielo che nevica azzurro

Voto medio di 62
| 22 contributi totali di cui 18 recensioni , 4 citazioni , 0 immagini , 0 note , 0 video
Quando nasci in un piccolo paese perso fra i monti, per crescere hai a disposizione pochi riferimenti. La bambina protagonista di questo libro ne ha due. Due maestre: sua madre, infaticabile, sempre immersa nel lavoro della trattoria e della casa, ma ...Continua
Ha scritto il 15/06/15
Questo libro è un vero bon bon.
Partendo dal titolo mi aveva colpito tanto.
Per i ricordi che ha risvegliato in me, i racconti di mia nonna: la gonna assolutamente doveva essere sotto il ginocchio; il dover star seduta composta (una cosa che
...Continua
  • 1 mi piace
Ha scritto il 25/05/13
La tentazione di cadere in derive nostalgiche è fortissima. Ne esco solo cercando di recuperare ed attualizzare i valori profondi e senza tempo che scaturiscono dalle pagine. Per oggi cercherò di ascoltare l'erba e le campane, poi proverò ad essere u ...Continua
  • 1 mi piace
Ha scritto il 05/03/12
A volte il rispetto è più amore dell'amore
Il titolo di questa piccola biografia di Giusy Quarenghi racchiude tutta l'essenza della sua infanzia, un titolo che evoca il profumo delle giornate all'aria aperta, nella sua meravigliosa valle, compagna di giochi e avventure.
"la mia valle e
...Continua
  • 6 mi piace
  • 2 commenti
Ha scritto il 23/02/12
Di questo libro mi è piaciuto prima di tutto il titolo e, dopo averlo letto, posso dire che proprio il titolo anticipa una piccola, deliziosa scoperta.
Avventurarsi nel' infanzia di Giusi Quarenghi - perché di questo si tratta - ha portato con
...Continua
  • 5 mi piace
  • 2 commenti
Ha scritto il 21/10/11
Mi ha ricordato di quando ero bambina e gli alberi mi parevano ancora più grandi e lo zucchero filato aveva un sapore diverso da quello di adesso e tutta la mia realtà sembrava luccicare di una luce particolare piena di magie sempre da scoprire.
...Continua
  • 6 mi piace
  • 6 commenti

Ha scritto il Aug 25, 2015, 08:05
Ma leggere,leggere: bastava tenere lo sguardo sulla pagina e la pagina prendeva vita. Una manciata di minuti e ne sapevi già di più.
Ha scritto il Jul 13, 2012, 08:33
Con i gatti, o andava bene subito o non ci sarebbe stato niente da fare.
Non andò bene subito. Non andò neanche male. Andò semplicemente che anche loro facevano solo quello che volevano.
Le galline, però, terrorizzate; i gatti, invece, neanc
...Continua
Pag. 37
Ha scritto il Jul 13, 2012, 08:24
Tra la metà e la fine di settembre, le mandrie smontavano. Rifacevano all'indietro la stessa strada. Arrivavano in piazza e trovavano i camion che le avrebbero riportate in painura. Noi eravamo lì a salutarle.
I ritmi erano più concitati che all'
...Continua
Pag. 16
Ha scritto il Jul 13, 2012, 07:46
Ma il pensiero che c'è qualcosa di indifeso e di fragile in ogni creatura, e la tenerezza che lo origina e che ne viene, credo proprio di averlo fatto guardando l'incavo delle ginocchia della mia mamma dove il sole si appoggiava appena, senza che lei ...Continua
Pag. 28

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una nota!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
  • 25
  • 28
  • 8
  • 1
  • 0
Aggiungi