Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Io sono leggenda

Urania 1292

Di

Editore: Arnoldo Mondadori (Urania)

4.2
(5999)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 218 | Formato: Paperback | In altre lingue: (altre lingue) Inglese , Spagnolo , Francese , Tedesco , Chi tradizionale , Portoghese , Catalano , Giapponese , Sloveno , Finlandese , Russo , Olandese , Polacco , Ceco , Greco

Isbn-10: A000014483 | Data di pubblicazione: 

Traduttore: Valentino De Carlo ; Curatore della serie: %author

Disponibile anche come: Copertina morbida e spillati , Altri , Copertina rigida , eBook

Genere: Fiction & Literature , Horror , Science Fiction & Fantasy

Ti piace Io sono leggenda?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
-
Ordina per
  • 3

    Nella media.

    La fortuna del libro deriva, suppongo, dall'innovazione dei contenuti e dalla trasposizione cinematografica, altrimenti non mi spiegherei questa "leggenda".
    La morale di fondo è forte e significativa, ma la scrittura non si dimostra all'altezza: avrei faticato ad arrivare in fondo al romanz ...continua

    La fortuna del libro deriva, suppongo, dall'innovazione dei contenuti e dalla trasposizione cinematografica, altrimenti non mi spiegherei questa "leggenda".
    La morale di fondo è forte e significativa, ma la scrittura non si dimostra all'altezza: avrei faticato ad arrivare in fondo al romanzo se non fosse stato per la sua brevità. A stento si comprendono dialoghi e monologhi (differenziati dal testo di fondo con dei semplici puntini), e lo stile non è proprio eccellente.
    Non posso di certo dire che sia un romanzo "facile", ma mi sarei aspettato di più, soprattutto avendolo letto sulla scia del successo cinematografico (pur senza averlo ancora visionato).

    ha scritto il 

  • 4

    Meglio del film

    Non dirò' molto per non arrivare al confine dello spoiler, ma vi consiglio di leggerlo, e' tutta un'altra cosa. In particolare, oltre ad avere molti punti di differenza nella storia, la cosa interessante e' che il libro risulta un misto tra riflessione sulla società' e bellissima descrizione degl ...continua

    Non dirò' molto per non arrivare al confine dello spoiler, ma vi consiglio di leggerlo, e' tutta un'altra cosa. In particolare, oltre ad avere molti punti di differenza nella storia, la cosa interessante e' che il libro risulta un misto tra riflessione sulla società' e bellissima descrizione degli stati d'animo del protagonista. Molto più' umano e reale di quanto lo fosse Will Smith. Consigliato.

    ha scritto il 

  • 3

    Dio, grazie. Tre stelle e mezzo, meritatissime. Ero così scettica, così poco propensa a leggerlo visto quanto mi ha fatto pietà il film. Ma questa è tutta un'altra storia. Letteralmente. C'è accuratezza, ossessività, una sensazione di disagio tetra che si ingrandisce lentamente. Ah, e poi c'è un ...continua

    Dio, grazie. Tre stelle e mezzo, meritatissime. Ero così scettica, così poco propensa a leggerlo visto quanto mi ha fatto pietà il film. Ma questa è tutta un'altra storia. Letteralmente. C'è accuratezza, ossessività, una sensazione di disagio tetra che si ingrandisce lentamente. Ah, e poi c'è un senso. Da recuperare.

    ha scritto il 

  • 5

    Un libro da risucchiare

    Robert è l'ultimo uomo sulla terra, e il vampirismo è reale e provocatoda un virus. Un'idea geniale portata avanti magistralmente da Matheson. Un'ottimo libro che ha dato vita a un'ottimo film radicalmente diverso, se bene siano entrambi sulla stessa scia, perciò non vi aspettate la trasposizione ...continua

    Robert è l'ultimo uomo sulla terra, e il vampirismo è reale e provocatoda un virus. Un'idea geniale portata avanti magistralmente da Matheson. Un'ottimo libro che ha dato vita a un'ottimo film radicalmente diverso, se bene siano entrambi sulla stessa scia, perciò non vi aspettate la trasposizione cinematografica del libro. L'ho trovato affascinante, e in genere non amo il genere. Lo consiglio assolutamente.

    ha scritto il 

  • 5

    Tra il vampiro aristocratico di Polidori (il primo della letteratura inglese) a quelli troppo glam della Meyer c'è stata tutta un’evoluzione del tema, che in questo romanzo breve raggiunge sicuramente una delle vette più alte, tale da aver influenzato tanto cinema e tanta letteratura successiva. ...continua

    Tra il vampiro aristocratico di Polidori (il primo della letteratura inglese) a quelli troppo glam della Meyer c'è stata tutta un’evoluzione del tema, che in questo romanzo breve raggiunge sicuramente una delle vette più alte, tale da aver influenzato tanto cinema e tanta letteratura successiva. Imperdibile.
    La scelta della copertina nella mia edizione è un po' fuorviante (il film con Will Smith dal libro ha preso praticamente solo il titolo e l'idea dell'ultimo uomo sulla Terra).

    ha scritto il 

  • 5

    Robert Neville

    Il protagonista, Robert Neville, vive ogni giorno allo stesso modo.
    Alla mattina si sveglia presto torna a casa prima del tramonto, chiude bene tutte le porte e controlla le finestre, cucina, pulisce, ascolta della musica, si siede in poltrona e legge un libro.
    Lui però, non ha una vi ...continua

    Il protagonista, Robert Neville, vive ogni giorno allo stesso modo.
    Alla mattina si sveglia presto torna a casa prima del tramonto, chiude bene tutte le porte e controlla le finestre, cucina, pulisce, ascolta della musica, si siede in poltrona e legge un libro.
    Lui però, non ha una vita normale, soprattutto dopo il tramonto.
    Neville, infatti, è l’ultimo uomo sulla Terra sopravvissuto ad una guerra batteriologica, finita nel peggiore dei modi, che non lo ha fatto diventare come gli altri.
    Ogni giorno deve combattere contro i suoi nemici, i vampiri.
    Nella solitudine che lo circonda, Robert esegue la sua missione, studia questo fenomeno e cerca i nascondigli per sterminare le creature delle tenebre.
    Durante la notte rimane rinchiuso nella sua roccaforte, assediato dai morti viventi avidi del suo sangue mentre di giorno è lui ad avere la meglio.
    Però inspiegabilmente un giorno la pandemia provocherà la nascita di una nuova specie ibrida costituita da esseri anomali che ripercorreranno le tappe degli stessi vampiri. Nonostante questa scoperta, il protagonista non abbandona la sua lotta sanguinosa e continua ad uccidere, dominato dall'inconfessabile convinzione che la razza di "prima" sia l'unica realtà accettabile.
    Per il protagonista non sarà facile, infatti, affogherà i suoi dispiaceri nell’alcool e nel bisogno d’amore riversato su una donna, Ruth, anch’essa vampiro, ma apparentemente immune come lui.
    In questo mondo Neville, con la sua unicità, si è già trasformato in leggenda.

    Mi è molto piaciuta: la descrizione del malessere del protagonista, la sua solitudine che lo opprime giorno dopo giorno, la voglia di continuare anche se sa di essere l’ultimo della sua specie.
    È sicuramente un romanzo avvincente non la solita storia di vampiri.

    ha scritto il 

  • 4

    Normalità e diversità

    "Robert Neville posò lo sguardo sugli abitanti della Terra. Sapeva di non essere uno di loro; sapeva di essere un anatema, un orrore nero da distruggere, come i vampiri. E quell'idea lo colpì come un fulmine distogliendolo perfino dal dolore."

    ha scritto il 

  • 4

    Member

    Gruppo:
    QCiL

    Messaggi:
    232

    Provenienza:
    Milano

    Stato:

    Il genere di solito non mi attrae particolarmente, però questo libro mi è piaciuto e sicuramente lo consiglio.

    Gia che c'ero ho guardato anche il film e devo dire c ...continua

    Member

    Gruppo:
    QCiL

    Messaggi:
    232

    Provenienza:
    Milano

    Stato:

    Il genere di solito non mi attrae particolarmente, però questo libro mi è piaciuto e sicuramente lo consiglio.

    Gia che c'ero ho guardato anche il film e devo dire che con il romanzo c'entra molto poco,
    per cui che il film vi sia piaciuto o meno, vale comunque la pena leggere il libro, sopratutto se vi piace il genere.

    ha scritto il 

Ordina per