Io sono leggenda

Urania 1292

Di

Editore: Arnoldo Mondadori (Urania)

4.2
(6282)

Lingua: Italiano | Numero di pagine: 218 | Formato: Paperback | In altre lingue: (altre lingue) Inglese , Spagnolo , Francese , Tedesco , Chi tradizionale , Portoghese , Catalano , Giapponese , Sloveno , Finlandese , Russo , Olandese , Polacco , Ceco , Greco

Isbn-10: A000014483 | Data di pubblicazione: 

Traduttore: Valentino De Carlo ; Curatore della serie: Giuseppe Lippi

Disponibile anche come: Copertina morbida e spillati , Altri , Copertina rigida , eBook

Genere: Narrativa & Letteratura , Horror , Fantascienza & Fantasy

Ti piace Io sono leggenda?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
-
Ordina per
  • 4

    L'ultimo "umano" sulla Terra

    Romanzo fantascientifico un po' datato, ma di grande qualità. Matheson con la scusa dei vampiri e dell'isolamento del protagonista, analizza la solitudine e l'alienazione di un uomo disperato che cerc ...continua

    Romanzo fantascientifico un po' datato, ma di grande qualità. Matheson con la scusa dei vampiri e dell'isolamento del protagonista, analizza la solitudine e l'alienazione di un uomo disperato che cerca di mantenere la propria umanità e di sopravvivere nonostante sia probabilmente l'ultimo uomo sulla Terra.
    La lettura è molto agevole, la trama è appassionante e il senso di disperazione e di solitudine del protagonista pervade sempre l'animo del lettore. Buona anche la trattazione scientifica delle cause e del propagarsi dell'epidemia, considerando la datazione del romanzo e i limiti della scienza di quarant'anni fa.
    Infine, interessante e necessario il confronto del libro con le varie trasposizioni cinematografiche.

    ha scritto il 

  • 3

    Non avevo mai letto storie di vampiri, ero ingiustificatamente scettica, decisamente prevenuta. Mi sbagliavo.
    La trama é molto originale (questo romanzo fu pubblicato per la prima volta nel 1954) e an ...continua

    Non avevo mai letto storie di vampiri, ero ingiustificatamente scettica, decisamente prevenuta. Mi sbagliavo.
    La trama é molto originale (questo romanzo fu pubblicato per la prima volta nel 1954) e ancora oggi per nulla datata, tanto che mantiene integra la sua carica di futuribile angoscia.
    Non ho dato una valutazione più alta perché ho trovato la scrittura altalenante: mi riferisco in particolare alla descrizione a tratti farraginosa delle attività di ricerca scientifica del protagonista Robert Neville, l'ultimo uomo rimasto sulla terra, vivo e immune dal virus che si è impossessato dell'umanità, distruggendola e mutandola.
    Uomo, non a caso. E sempre non a caso è donna Ruth, la tentatrice, seppur compassionevole, che lo spinge ad abbassare la guardia per carpirgli prima ciò che ha appreso con i suoi studi e con le sue osservazioni, poi la sua inaccettabile vita di diverso, privandolo così nella nuova costituenda società di ogni possibilità di testimonianza.
    Un libro percorso da una profonda, quasi primordiale, tensione e frustrazione sessuale e da un senso di oppressione, di ineluttabilità e di desolazione senza appello e senza possibilità di sollievo. Neville, l'uomo, è destinato a diventare leggenda, il suo ricordo a perdersi, a mitizzarsi in un nebuloso ante.

    ha scritto il 

  • 4

    Io sono leggenda o Il paradosso di Robert Neville

    Io sono leggenda è un romanzo semplice capace di catturarti fin dalle prime pagine. La straordinarietà di questo libro è quella di raccontare una storia avvincente e allo stesso tempo di far rifletter ...continua

    Io sono leggenda è un romanzo semplice capace di catturarti fin dalle prime pagine. La straordinarietà di questo libro è quella di raccontare una storia avvincente e allo stesso tempo di far riflettere chi la legge. Gli argomenti principali sono la solitudine, il confronto con il diverso e con se stessi.
    Non avevo mai letto nulla di Richard Matheson prima di adesso, quindi scoprire questo autore è stata una piacevole sorpresa.
    Lo stile di scrittura è scorrevolissimo e mai pesante. L'unico personaggio principale presente nel romanzo è stato caratterizzato in maniera ottima e risulta essere più che credibile in tutte le varie situazioni nelle quali si viene a trovare. Il contesto post-apocalittico, infine, rende ancora più estreme ed efficaci tutte le tematiche affrontate nel libro.

    "Ora sono io l'anormale. La normalità è un concetto di maggioranza, la norma di molti, e non la norma di uno solo."

    Lettura molto consigliata.

    ha scritto il 

  • 4

    Qui siamo a livelli altissimi, breve romanzo (o lungo racconto) in cui viene presentata la vita (o la non vita) di Robert Neville, sopravvissuto ad un'epidemia che ha trasformato l'umanità in vampiri. ...continua

    Qui siamo a livelli altissimi, breve romanzo (o lungo racconto) in cui viene presentata la vita (o la non vita) di Robert Neville, sopravvissuto ad un'epidemia che ha trasformato l'umanità in vampiri.
    Pagine piene di angoscia e terrore puro, alternate a pochi momenti di speranza, da leggere senza un attimo di respiro. Statene lontani se siete troppo impressionabili.

    ha scritto il 

  • 5

    capolavoro

    La storia è originale, per lo meno non è la solita tiritera sui vampiri... La descrizione della solitudine del personaggio è fatta molto bene, tanto che quando chiama il cane per farlo avvicinare, ci ...continua

    La storia è originale, per lo meno non è la solita tiritera sui vampiri... La descrizione della solitudine del personaggio è fatta molto bene, tanto che quando chiama il cane per farlo avvicinare, ci si è abituati al silenzio e dà quasi fastidio, anche se stai solo leggendo. Bello anche il finale: induce a chiedersi chi siano veramente gli "altri". Non ho visto il film e non credo che lo farò: il libro mi ha soddisfatta e non vorrei farmi influenzare dal punto di vista del regista.
    Lo stile è scorrevole, anche se i flashback a volte possono creare un po' di confusione e costringere a rileggere le parti precedenti per capire dove si è arrivati. Bella la storia, angosciante (essere l'ultimo uomo sulla terra e per di più assediato da vampiri, non deve essere un'esperienza molto piacevole... ) . Coinvolge e ti lascia un senso di sospensione, simile a quello che provo quando leggo Allan Poe

    ha scritto il 

  • 5

    Un classico senza tempo

    “No, loro non si fermeranno, non si fermeranno! State lì fino all'alba.”
    http://www.ilariapasqua.net/apps/blog/show/43578434-io-sono-leggenda-r-matheson-1954-

    ha scritto il 

  • 5

    Stupendo

    E' forse la prima cosa che leggo di Matheson. Dico forse perchè non ho buona memoria, mi ricordo i libri recenti solo perchè li catalogo qui su Anobii. Mi sono innamorata di questo romanzo tanto che l ...continua

    E' forse la prima cosa che leggo di Matheson. Dico forse perchè non ho buona memoria, mi ricordo i libri recenti solo perchè li catalogo qui su Anobii. Mi sono innamorata di questo romanzo tanto che l'ho praticamente bevuto in un sorso. Vorrei dire di più ma è davvero tanto il materiale di riflessione che mi ha dato. Quindi per il momento mi limito a dire che l'anno di pubblicazione, il 1976, era un gran bell'anno :D

    ha scritto il 

  • 5

    Capolavoro

    Una descrizione dell'animo umano profonda, vera e avvincente allo stesso tempo. Un umano in balia della solitudine, in balia dei suoi pensieri che vivono di vita propria e che lo conducono dove loro v ...continua

    Una descrizione dell'animo umano profonda, vera e avvincente allo stesso tempo. Un umano in balia della solitudine, in balia dei suoi pensieri che vivono di vita propria e che lo conducono dove loro vogliono. Una rassegna di speranza, amore, illusione.
    Capolavoro.

    ha scritto il 

Ordina per