Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Io uccido

Di

Editore: Baldini Castoldi Dalai (Romanzi e racconti)

3.8
(10386)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 682 | Formato: Paperback | In altre lingue: (altre lingue) Spagnolo , Portoghese , Inglese

Isbn-10: 8884907918 | Isbn-13: 9788884907912 | Data di pubblicazione: 

Disponibile anche come: Copertina rigida , Tascabile economico , Altri

Genere: Crime , Fiction & Literature , Mystery & Thrillers

Ti piace Io uccido?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Un dee-jay di Radio Monte Carlo, durante una trasmissione notturna, riceve la telefonata delirante di un uomo che dice di essere un assassino. L'incidente è archiviato come uno scherzo di pessimo gusto, ma il giorno dopo un pilota di Formula Uno e la sua compagna vengono trovati morti e orrendamente mutilati sulla loro barca. A seguire le indagini è il commissario Hulot, affiancato dall'investigatore Frank Ottobre, ex agente dell'FBI.
Ordina per
  • 3

    Bestseller Q.B.

    Non avevo mai letto niente prima di Giorgio Faletti e la sua prematura scomparsa mi ha dato l'occasione per approcciarmi a quello che è stato il suo romanzo d'esordio. Un volume campione d'incassi, tutt'ora oggetto di continue ristampe.
    Non me ne voglia, dovunque egli sia, l'autore, se non ho app ...continua

    Non avevo mai letto niente prima di Giorgio Faletti e la sua prematura scomparsa mi ha dato l'occasione per approcciarmi a quello che è stato il suo romanzo d'esordio. Un volume campione d'incassi, tutt'ora oggetto di continue ristampe. Non me ne voglia, dovunque egli sia, l'autore, se non ho apprezzato del tutto questo "blockbuster" della libreria. Innanzitutto lo stile, a tratti autocelebrativo al punto di far sembrare alcune descrizioni un elaborato pretesto per far dire all'autore "Ci sono stato!". La narrazione è fluida, il ritmo buono e la storia ben congegnata, il thriller adeguatamente sostenuto ed il finale all'altezza. Eppure manca qualcosa. Qualcosa di indefinibile, qualcosa che lo rende soltanto simile, ma profondamente diverso, dai thriller d'oltreoceano con cui viene quasi spontaneo il confronto. Certo, è una lettura "di svago" (anche considerando alcuni passaggi vagamente splatter), dalla quale non è corretto pretendere di più. Ma alcuni gialli svedesi, ad esempio, sono riusciti a darmi più pathos e più spessore. Quindi, lettura piacevole, intrigante e scorrevole. Ma Q.B.

    ha scritto il 

  • 4

    Molto bello!

    Da quando è uscito questo giallo mi è stato consigliato tante volte ma non ero troppo convinta. Poi attratta dall'edizione economica mi sono finalmente decisa ad acquistarlo ed è stata una bella sorpresa! Non mi sono piaciute le parti in cui si divagavava sui retroscena sentimentali di alcuni de ...continua

    Da quando è uscito questo giallo mi è stato consigliato tante volte ma non ero troppo convinta. Poi attratta dall'edizione economica mi sono finalmente decisa ad acquistarlo ed è stata una bella sorpresa! Non mi sono piaciute le parti in cui si divagavava sui retroscena sentimentali di alcuni dei protagonisti che hanno appesantito il libro, ma per il resto è avvincente e per nulla scontato. L'ambientazione della Costa Azzurra è stupenda.

    ha scritto il 

  • 4

    Una piacevole e sorprendente scoperta

    Un crescendo. Un libro letteralmente divorato con la curiosità di chi non solo vuole arrivare fisiologicamente fino in fondo nella trama, ma anche alla scoperta completa dei personaggi, tanti e ben costruiti. Per il sottoscritto, una piacevole scoperta, per un volume che mi ha letteralmente trasc ...continua

    Un crescendo. Un libro letteralmente divorato con la curiosità di chi non solo vuole arrivare fisiologicamente fino in fondo nella trama, ma anche alla scoperta completa dei personaggi, tanti e ben costruiti. Per il sottoscritto, una piacevole scoperta, per un volume che mi ha letteralmente trascinato in una realtà resa in una maniera quasi cinematografica. Complimenti all'autore per la meticolosità del lavoro. Un'opera tutt'altro che semplice e che nonostante la lunghezza non stanca mai.

    ha scritto il 

  • 0

    Ok...forse poteva essere più breve.. ok, forse mi sarei risparmiata la storia d'amore e di abuso...ma se un libro mi fa svegliare all'una perchè DEVO leggere e sapere che succede...beh, 4 stelle sono d'obbligo!

    ha scritto il 

  • 0

    E' stata una lettura tormentata, la mia. Tormentata per motivi personali, sì, ma mi piace pensare che lo sia stata anche perché qualcosa, parola dopo parola, pagina dopo pagina, mi faceva provare una sensazione di tristezza. Come se sapere che prima o poi, quella baraonda di non-coincidenze, quei ...continua

    E' stata una lettura tormentata, la mia. Tormentata per motivi personali, sì, ma mi piace pensare che lo sia stata anche perché qualcosa, parola dopo parola, pagina dopo pagina, mi faceva provare una sensazione di tristezza. Come se sapere che prima o poi, quella baraonda di non-coincidenze, quei pensieri fugaci, quei personaggi estremamente normali capaci però di incredibili mutamenti, mi avrebbero lasciato, nonostante tutto, un vuoto. E così è stato, alla fine. Leggere le ultime pagine è stato come vivere gli ultimi giorni di una vacanza. E' stato come finire un pranzo che fa da preludio a una stagione di dieta. E' stato come chiudere la porta su una storia che ti ha coinvolto per la semplicità dei suoi protagonisti, per la complessità delle loro personalità e per la coerenza con la quale (ognuno di loro) è riuscito a risultare credibile e convincente. Io Uccido è una storia di persone con un passato che pesa sulle loro spalle e con un presente che grava sul loro futuro. E' la descrizione di come tutti noi essermi umani non siamo altro che il prodotto degli eventi che abbiamo vissuto realmente e non le persone che immaginiamo o vorremmo essere. Siamo quello che siamo e in questo libro ognuno è quello che è. Ladri, assassini, poliziotti, mogli, padri e mostri si accettano per quello che sono e questa è una cosa che non viene mai messa in discussione.

    ha scritto il 

  • 2

    -sono sulla mia nuova MERCEDES direzione Montecarlo.Arrivo al bar dell'appuntamento, dalla mia valigia SAMSONITE, prendo il cellulare MOTOROLA e chiamo il mio amico intanto bevo una COCA COLA. Dopo 10 minuti il mio amico è qui, con la sua PEUGEOT ultimo modello...-


    Tralasciando questi par ...continua

    -sono sulla mia nuova MERCEDES direzione Montecarlo.Arrivo al bar dell'appuntamento, dalla mia valigia SAMSONITE, prendo il cellulare MOTOROLA e chiamo il mio amico intanto bevo una COCA COLA. Dopo 10 minuti il mio amico è qui, con la sua PEUGEOT ultimo modello...-

    Tralasciando questi particolari il libro non mi è piaciuto...non mi è piaciuta la storia d'amore, le descrizioni lunghissime e a volte inutili (un capitolo intero per descrivere la vita dello scippatore), gli aforismi assurdi e le frasi d'effetto stile poliziesco americano ....ho fatto fatica a finirlo e sono un'amante del genere.

    ha scritto il 

  • 4

    Anche in questo siamo uguali.
    "L'unica cosa che ci fa differenti è che tu, quando hai finito di parlare con loro, hai la possibilità di sentirti stanco.
    Puoi andare a casa e spegnere la tua mente e ogni sua malattia.
    Io no.
    Io di notte non posso dormire, perché il mio male non riposa mai." ...continua


    Anche in questo siamo uguali. "L'unica cosa che ci fa differenti è che tu, quando hai finito di parlare con loro, hai la possibilità di sentirti stanco. Puoi andare a casa e spegnere la tua mente e ogni sua malattia. Io no. Io di notte non posso dormire, perché il mio male non riposa mai."

    "E allora tu che cosa fai, di notte, per curare il tuo male?"

    "Io uccido..."

    Il primo romanzo di Faletti mi è piaciuto molto. Mi ha tenuta col fiato sospeso fino all'ultima pagina. Indubbiamente merita di essere letto.

    ha scritto il 

Ordina per