Io uccido

Di

Editore: Baldini Castoldi Dalai (Romanzi e racconti)

3.8
(14524)

Lingua: Italiano | Numero di pagine: 682 | Formato: Paperback | In altre lingue: (altre lingue) Spagnolo , Chi tradizionale , Tedesco , Francese , Olandese , Inglese , Portoghese , Svedese , Danese , Ceco

Isbn-10: 8884907918 | Isbn-13: 9788884907912 | Data di pubblicazione: 

Disponibile anche come: Copertina rigida , Tascabile economico , Altri , eBook

Genere: Criminalità , Narrativa & Letteratura , Mistero & Gialli

Ti piace Io uccido?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Un dee-jay di Radio Monte Carlo, durante una trasmissione notturna, riceve la telefonata delirante di un uomo che dice di essere un assassino. L'incidente è archiviato come uno scherzo di pessimo gusto, ma il giorno dopo un pilota di Formula Uno e la sua compagna vengono trovati morti e orrendamente mutilati sulla loro barca. A seguire le indagini è il commissario Hulot, affiancato dall'investigatore Frank Ottobre, ex agente dell'FBI.
Ordina per
  • 3

    Una lettura in più.

    Devo ammettere che è semplice immedesimarsi nei protagonisti e nei loro tratti salienti. Il libro ha una buona trama, ben svolta, ed è scritto bene. Il tutto mi è sembrato un pochino banale e già vist ...continua

    Devo ammettere che è semplice immedesimarsi nei protagonisti e nei loro tratti salienti. Il libro ha una buona trama, ben svolta, ed è scritto bene. Il tutto mi è sembrato un pochino banale e già visto. Avevo aspettative più alte, ma credo di essermele create da sola. Non mi ha fatto impazzire ma comunque ne apprezzo i lati migliori. Denuncio solo una lieve banalità.

    ha scritto il 

  • 2

    io uccido

    deluso, avevo grandi aspettative da questo esordio di Faletti per quanto letto in recensioni varie, purtroppo confermo il mio giudizio sull'autore appena sufficiente.

    ha scritto il 

  • 2

    devo dire di essere molto deluso

    evo dire di essere molto deluso,neanche a metà avevo già capito chi era l'assassino e la lettura risulta molto noiosa per le lunghe descrizioni in cui si perde l'autore; si può benissimo leggere una p ...continua

    evo dire di essere molto deluso,neanche a metà avevo già capito chi era l'assassino e la lettura risulta molto noiosa per le lunghe descrizioni in cui si perde l'autore; si può benissimo leggere una pagina si ed una no senza perdere il filo del racconto.

    ha scritto il 

  • 5

    IL MIO LIBRO PREFERITO. è stato il primo romanzo di faletti che ho letto e mi è rimasto impresso. Mi ha seriamente tenuta incollata alle pagine e mi ha permesso di affezionarmi ai suoi personaggi. I c ...continua

    IL MIO LIBRO PREFERITO. è stato il primo romanzo di faletti che ho letto e mi è rimasto impresso. Mi ha seriamente tenuta incollata alle pagine e mi ha permesso di affezionarmi ai suoi personaggi. I colpi di scena non potevano mancare, ricco di suspance e fino alla fine riesce a ingannarti, imprevedibile l'evoluzione della storia, e omicidi ricchi di dettagli e indizi. Un giallo che va assolutamente letto per gli amanti del genere! CONSIGLIATISSIMO!

    ha scritto il 

  • 4

    Fantastico, intrigante, mozzafiato!...uno di quei libri per cui non vedi l'ora di tornare a casa a leggere, o di sederti in metro per tirarlo fuori dallo zaino e divorare freneticamente anche solo due ...continua

    Fantastico, intrigante, mozzafiato!...uno di quei libri per cui non vedi l'ora di tornare a casa a leggere, o di sederti in metro per tirarlo fuori dallo zaino e divorare freneticamente anche solo due pagine in più...e'cosi...oltre 600 pagine che volano, dopo averti agguantato alle prime righe..anche se ci e'voluto un attimo per mandar giu'quelle scene un po'splatter,e anche se Faletti usa descrizioni ricchissime per rendere le emozioni o raccontare un luogo, dal dettaglio in primo piano fino al grido del gabbiano fuori campo..ma proprio qui forse sta il tocco che avvicina il thriller alla letteratura...

    ha scritto il 

  • 3

    Sono appena tornata dalla Montecarlo ottimamente descritta da Faletti, per cui la recensione di questo libro sarà, a differenza delle altre, un po' meno ragionata e più impulsiva. Ammetto di averlo in ...continua

    Sono appena tornata dalla Montecarlo ottimamente descritta da Faletti, per cui la recensione di questo libro sarà, a differenza delle altre, un po' meno ragionata e più impulsiva. Ammetto di averlo iniziato solo per non sentirmi più dire che ero l'unica a non averlo ancora letto!
    La trama in breve è questa: Jean-Loup Verdier è il conduttore di uno dei programmi più in voga di Radio Montecarlo, Voices. Una sera, durante la diretta, un uomo che dice di chiamarsi "Uno e Nessuno" telefona per annunciare che ucciderà delle persone. Quello che viene inizialmente considerato solo uno stupido scherzo diventerà improvvisamente realtà il giorno dopo, quando vengono trovati i cadaveri di un pilota di formula 1 e della sua ragazza, peraltro brutalmente sfigurati. Sul caso verranno chiamati ad indagare l'agente dell'FBI Frank Ottobre e il suo amico, il commissario Nicolas Hulot.
    Sono piuttosto soddisfatta, devo dire che è stato esattamente come me lo aspettavo: un giallo non eccellente, ma ben scritto e ben congegnato (a parte l'eccessiva ampollosità e ricercatezza di alcune espressioni), in cui tutti i nodi alla fine vengono al pettine senza lasciare nulla di irrisolto.
    In sintesi? Consigliato, voto: 7/10
    Se vi va venite a trovarmi su Facebook, per scambiare opinioni e consigli! :) www.facebook.com/quandounlibroticambialavita

    ha scritto il 

  • 3

    se non fosse così inutilmente lungo..

    ammetto che non sono un'appassionata del genere ma ho scelto questo libro più per curiosità.
    La storia di fondo è coinvolgente e non scontata..mi è piaciuta, peccato che l'autore ci abbia messo in mez ...continua

    ammetto che non sono un'appassionata del genere ma ho scelto questo libro più per curiosità.
    La storia di fondo è coinvolgente e non scontata..mi è piaciuta, peccato che l'autore ci abbia messo in mezzo migliaia di colpi di scena inutili e noiosi...come la descrizione fin troppo nei dettagli di strade,vie,rotatorie, ..di tutti i personaggi ha raccontato vita morte e miracoli..!
    La tresca con Helena poi non mi è per niente piaciuta,troppo banale!
    Peccato, Se fosse stato più diretto e sintetico avrei dato una stellina in più!

    ha scritto il 

Ordina per
Ordina per
Ordina per