Ipazia

La vera storia

Di

Editore: Rizzoli

3.4
(282)

Lingua: Italiano | Numero di pagine: 324 | Formato: Paperback

Isbn-10: 8817050970 | Isbn-13: 9788817050975 | Data di pubblicazione: 

Disponibile anche come: Copertina rigida , Altri , eBook

Genere: Biografia , Storia , Filosofia

Ti piace Ipazia?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis

ACQUISTA LIBRO
Acquisto non disponibile
per questo libro
Descrizione del libro
"C'era una donna quindici secoli fa ad Alessandria d'Egitto il cui nome era Ipazia." Fu matematica e astronoma, sapiente filosofa, influente politica, sfrontata e carismatica maestra di pensiero e di comportamento. Fu bellissima e amata dai suoi discepoli, pur respingendoli sempre. Fu fonte di scandalo e oracolo di moderazione. La sua femminile eminenza accese l'invidia del vescovo Cirillo, che ne provocò la morte, e la fantasia di poeti e scrittori di tutti i tempi, che la fecero rivivere. Fu celebrata e idealizzata, ma anche mistificata e fraintesa. Della sua vita si è detto di tutto, ma ancora di più della sua morte. Fu aggredita, denudata, dilaniata. Il suo corpo fu smembrato e bruciato sul rogo. A farlo furono fanatici esponenti di quella che da poco era diventata la religione di stato nell'impero romano bizantino: il cristianesimo. Perché? Con rigore filologico e storiografico e grande abilità narrativa, Silvia Ronchey ricostruisce in tutti i suoi aspetti l'avventura esistenziale e intellettuale di Ipazia, inserendola nella realtà culturale e sociale del mondo tardoantico, sullo sfondo del tumultuoso passaggio di consegne tra il paganesimo e il cristianesimo. Partendo dalle testimonianze antiche, l'autrice ci restituisce la vera immagine di questa donna che mai dall'antichità ha smesso di far parlare di sé e di proiettare la luce del suo martirio sulle battaglie ideologiche, religiose e letterarie di ogni tempo e orientamento.
Ordina per
  • 3

    "Storia" è relativo..

    Accurato lo è di sicuro, ma è la storia che manca. L'impressione è che si tratti di una documentatissima tesi (ma anche la tesi mi sfugge) da cui qualcuno potrebbe estrarre un libro piacevole. Ho prov ...continua

    Accurato lo è di sicuro, ma è la storia che manca. L'impressione è che si tratti di una documentatissima tesi (ma anche la tesi mi sfugge) da cui qualcuno potrebbe estrarre un libro piacevole. Ho provato ad abbandonarlo e a leggere quello di Penna, ma sono finita dalla padella alla brace, avendo trovato una storia romanzata come una favoletta, perciò sono tornata sulla Ronchey, a cui comunque ho assegnato una stella in più rispetto all'altro. Però ecco, di Ipazia si trova ben poco.

    ha scritto il 

  • 3

    Ammetto di aver chiuso il libro un po' delusa, ma questa delusione non è imputabile ad un lavoro scarso da parte dell'autrice - e quindi a una colpa diretta dell'opera stessa. Candidamente speravo che ...continua

    Ammetto di aver chiuso il libro un po' delusa, ma questa delusione non è imputabile ad un lavoro scarso da parte dell'autrice - e quindi a una colpa diretta dell'opera stessa. Candidamente speravo che un saggio incentrato su questa figura sarebbe riuscito a dirmi qualcosa in più su di lei; il problema, però, è che davvero il materiale di partenza su Ipazia è davvero poco e difficile da trattare e più di così non è possibile fare.
    La struttura del testo è ben ragionata e ipotesi e conclusioni sono proposte in modo molto convincente. Non ho molto ben capito - né apprezzato - l'assenza di note e la loro sostituzione con una specie di appendice finale in cui vengono presentati rimandi e approfondimenti suddivisi per capitoli. Come se fossero note, ma più difficili da recuperare per la mancanza di riferimenti esatti alle parti del discorso. L'ho trovato un po' confusionario, anche se sicuramente le informazioni contenute sono molto utili.

    ha scritto il 

  • 0

    Come si può intitolare un libro "La storia vera" se la storia non c'è??

    E' una raccolta di tutte le notizie storiche, letterarie, filosofico-politico su Ipazia intessute tra loro dalla Ronchey che traccia il contesto storico .
    E' un libro ostico, rivolto ad addetti ai lav ...continua

    E' una raccolta di tutte le notizie storiche, letterarie, filosofico-politico su Ipazia intessute tra loro dalla Ronchey che traccia il contesto storico .
    E' un libro ostico, rivolto ad addetti ai lavori che possono subito capire il linguaggio ed i termini di cui si compiace molto l'autrice che ci tiene a farci sapere quanto è colta . Non mi vergogno a dire che l'ho letto con l'enciclopedia alla mano e che le note le ho scorse più che lette.Forse ampliandolo sarebbe un ottimo testo universitario così è sicuramente poco fruibile da chi non ha conoscenza dello scibile umano

    ha scritto il 

  • 4

    Libro interessante, non tanto per La "vera storia" della vita e dell'assassinio di Ipazia, che consiste effettivamente in poche notizie certe, quanto piuttosto per il cammino fra le varie fonti alla r ...continua

    Libro interessante, non tanto per La "vera storia" della vita e dell'assassinio di Ipazia, che consiste effettivamente in poche notizie certe, quanto piuttosto per il cammino fra le varie fonti alla ricerca della verità.
    Spesso ridondante, cerca però di separare quanto può esserci nelle fonti, di propaganda politico-religiosa, da quanto è più vicino alla realtà dei fatti.
    Confesso di non essermela sentita di leggere le circa cento pagine di note, radunate alla fine del libro, senza però che ne sia stato mai inserito un collegamento nella prima parte!

    ha scritto il 

  • 3

    Un'interessante ricerca storica, che svela i reali contorni della vicenda di Ipazia, spogliandola di mistificazioni e leggende: vittima del fanatismo e dell'invidia di un individuo, Cirillo, che tutto ...continua

    Un'interessante ricerca storica, che svela i reali contorni della vicenda di Ipazia, spogliandola di mistificazioni e leggende: vittima del fanatismo e dell'invidia di un individuo, Cirillo, che tutto meritava tranne che di essere eletto santo dalla Chiesa cattolica: VERGOGNA!!!!!

    ha scritto il 

  • 2

    Un titolo leggermente fuorviante...

    Ho trovato il libro tutto sommato interessante anche se ho fatto una discreta fatica a finire la parte narrativa o esplicativa che dir si voglia perchè di narrato qui c'è molto poco.
    Errore mio. Mi as ...continua

    Ho trovato il libro tutto sommato interessante anche se ho fatto una discreta fatica a finire la parte narrativa o esplicativa che dir si voglia perchè di narrato qui c'è molto poco.
    Errore mio. Mi aspettavo una bibliografia romanzata, ho trovato invece un saggio (forse anche una tesi di laurea, affermazione che ho letto in giro per internet ma di cui non ho verificato la veridicità). Interessante, ma non fruibile. L'autrice cita un sacco di materiali tutti interessantissimi, per carità, ma che prevedono una conoscenza di base che io non ho. E non ho tempo per farmela. Di fatto si costruisce un testo di 300 pagine di cui solo un terzo però di racconto, il resto sono fonti e bibliografia.
    E anche così un sacco di pagine sono abbastanza inutili: che l'asteroide xy è dedicato a Ipazia e orbita attorno a qualcosa con una inclinazione y me lo scordo tra cinque minuti.
    E comunque chi lo sa quale sia stata la storia vera? Non si ha una visione chiara di ciò che accade ora, davanti ai nostri occhi, vuoi saperlo di quanto è successo millantamila anni fa?
    Gli do due stelline perchè il personaggio è bello, il periodo storico interessante e tutto sommato ben descritto e la bibliografia pregna di informazioni. Con me sono sprecate, ma quello è un limite mio, non del libro.

    ha scritto il 

  • 5

    La fiaccola di cui Ipazia è stata portatrice non si è spenta con il suo martirio. Molte altre donne hanno continuato a passarla,spezzando l'omertà della chiesa occidentale e fatto di questa straordina ...continua

    La fiaccola di cui Ipazia è stata portatrice non si è spenta con il suo martirio. Molte altre donne hanno continuato a passarla,spezzando l'omertà della chiesa occidentale e fatto di questa straordinaria donna, il simbolo della libertà di pensiero.

    ha scritto il 

  • 1

    E' un resoconto storiografico, basato su documenti e scritti di storici contemporanei alla filosofa o di poco posteriori... e questo ne farebbe un libro interessante se non fosse che l'autrice, donna ...continua

    E' un resoconto storiografico, basato su documenti e scritti di storici contemporanei alla filosofa o di poco posteriori... e questo ne farebbe un libro interessante se non fosse che l'autrice, donna indubbiamente coltissima, si compiace molto di questa sua immensa cultura e scrive in modo sibillino, dando per scontato che anche il lettore sia uno storico o un filosofo e che quindi conosca a menadito tutti i riferimenti o i filosofi che cita senza spiegare. Un libro insomma troppo colto! Per poterlo leggere e comprendere bisognerebbe avere una coscenza della storia del 5°-6° secolo dopo Cristo o della filosofia neoplatonica dello stesso periodo molto al di sopra della media, ma se non sei più che ferrata in questi argomenti, rimani un po' tagliata fuori. Adesso so storicamente chi era Ipazia e perchè è stata uccisa, ma non so nulla di lei dal punto di vista umano e spirituale!!! Libro sconsigliato!!!

    ha scritto il 

Ordina per
Ordina per