Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Islamamad

Iran, Islam e democrazia. Saggi scelti e interviste con Charles Taylor e Martha Nussbaum

Di ,,

Editore: Transeuropa (Massa)

3.0
(2)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 128 | Formato: Tascabile economico

Isbn-10: 8875800634 | Isbn-13: 9788875800635 | Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Ti piace Islamamad?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Akbar Ganji è il più importante dissidente politico iraniano, è un uomo di idee e di azione, uno scrittore, un intellettuale, un giornalista. Nei suoi libri, il primo dei quali è stato descritto dal Washington Post come «l’equivalente iraniano di Arcipelago Gulag di Aleksandr Solzhenitsyn», ha denunciato il governo iraniano e il suo coinvolgimento nella serie di omicidi di scrittori e dissidenti politici.

A causa di questo coraggioso esercizio della libertà di espressione è stato imprigionato e torturato. Dal carcere, dove è rimasto rinchiuso dal 2000 al 2006, ha scritto un vero e proprio manifesto repubblicano, nel quale pone le basi per l’affermazione di una democrazia stabile in Iran.

Questo volume raccoglie per la prima volta in Italia i temi che l’hanno fatto conoscere al livello internazionale: apartheid e repressione femminile in Iran, il rapporto tra democrazia, Islam, diritti civili, insieme ai dialoghi con due filosofi americani molto conosciuti e discussi anche nel nostro paese, Charles Taylor e Martha Nussbaum.

«A meno che non roviniamo tutto, cosa di cui saremmo capaci, vedremo svilupparsi in occidente un Islam occidentale, cioè un Islam che ripensa se stesso in un contesto occidentale. Conosco già molte persone che si stanno impegnando su questa strada, anche se non tutte si definiscono coinvolte in questo progetto. Possiamo anche far naufragare questa impresa. Se continua il terrificante conflitto che ho descritto prima tra musulmani che tentano di attaccare l’Occidente e occidentali che rispondono con le sciocchezze anti-islamiche di cui abbiamo recentemente avuto qualche esempio, rischiamo di schiacciare lo spazio in cui potrebbe crescere un Islam europeo ed occidentale. Ma dobbiamo sperare che arrivi il momento di una modernità islamica, perché è il suo sviluppo naturale.»
Dal dialogo con Charles Taylor