Istanbul

di | Editore: Einaudi
Voto medio di 1.372
| 217 contributi totali di cui 201 recensioni , 15 citazioni , 0 immagini , 1 nota , 0 video
Ha scritto il 02/07/17
Pamuk è un grande narratore, non c'è che dire, ma questo libro è lento, lento, lento...forse non avevo la giusta motivazione a finirlo (un viaggio fatto o da fare a Istanbul), ma ad ogni nuovo capitolo mi veniva voglia di abbandonarlo. le lunghe ...Continua
Ha scritto il 31/05/17
Un libro che, letto prima di andare ad Istanbul ha la capacità di rendere l'esperienza migliore, priva di luoghi comuni.Il senso di non appartenenza al luogo e la tristezza, gli stambulioti l'hanno fatta propria, con orgoglio.La sola dimostrazione ...Continua
Ha scritto il 24/03/17
Un bambino grazioso dai grandi occhi e dallo sguardo curioso, con uno strano berretto in testa fissa Orhan dallo specchio: fa le stesse smorfie, gli stessi movimenti. Ed è per questo che forse l’autore fin da bambino e per tanti anni ha creduto ...Continua
  • 1 mi piace
  • 1 commento
Ha scritto il 01/05/16
Per Pamuk il carattere più intimo, autentico e proprio di Istanbul sembrerebbe essere la tristezza delle rovine, quelle della capitale di un impero sconfitto, decaduto e travisato dall’influsso occidentale. Il modo migliore per raccontare questa ...Continua
  • 2 mi piace
Ha scritto il 20/09/15
Quando si vive a lungo in una città, i ricordi restano impigliati nelle ombre dei palazzi, si dissolvono nelle nuvole di vapore, si nascondono dietro angoli sporchi, si lasciano trasportare dai tram. Per questo Istanbul non è tanto un libro sulla ...Continua
  • 3 mi piace
  • 1 commento

Ha scritto il Dec 10, 2016, 21:17
In turco la parola “Huzun”, tristezza, è di origine araba ed esprime un sentimento causato da una grave perdita spirituale…il senso di fallimento dell’Impero Ottomano, la desolazione e la tristezza generate dalle rovine che occupavano la ...Continua
Ha scritto il Jan 03, 2013, 18:35
"Se non sogni il tempo non passa".
Pag. 408
Ha scritto il Jan 03, 2013, 18:34
Ma l'amore dev'essere una cosa che non va capita con la razionalità di chi come me fa continuamente funzionare il cervello per difendersi. ma con l'irrazionalità.
Pag. 434
Ha scritto il Jan 03, 2013, 18:34
...sono soprattutto gli uomini forti come leoni a perdere il controllo quando incontrano la morte. È per questo che i campi di battaglia... non puzzano, come si crede, di sangue, polvere da sparo e armature arroventate, ma di merda e carne ...Continua
Pag. 134
Ha scritto il Jan 03, 2013, 18:34
"È l'amore che fa diventare sciocche le persone o sono solamente gli sciocchi a innamorarsi? "
Pag. 88

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

Ha scritto il Dec 16, 2013, 17:28
primo record nuova pagina - ottimo lettore -regalo biblio como 2014 audiolibro

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi