Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Istanbul

Di ,

Editore: Mondadori (Libri illustrati Mondadori)

3.8
(1265)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 177 | Formato: Copertina rigida | In altre lingue: (altre lingue) Inglese , Chi tradizionale , Chi semplificata , Tedesco , Spagnolo , Catalano , Olandese , Portoghese , Francese , Turco , Greco , Russo , Norvegese

Isbn-10: 8837072406 | Isbn-13: 9788837072407 | Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Disponibile anche come: Altri , Paperback , eBook

Genere: Biography , Fiction & Literature , History

Ti piace Istanbul?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Ordina per
  • 3

    quanta tristezza

    malinconia, tristezza, grigiore... pamuk descrive la sua Istanbul, mischiando i ricordi (soprattutto di bambino) con le visioni dei viaggiatori di ogni tempo nella città che fu capitale dell'immenso impero ottomano.
    Il libro è molto noioso, ma pieno di aneddoti, curiosità, sensazioni e nozioni. ...continua

    malinconia, tristezza, grigiore... pamuk descrive la sua Istanbul, mischiando i ricordi (soprattutto di bambino) con le visioni dei viaggiatori di ogni tempo nella città che fu capitale dell'immenso impero ottomano. Il libro è molto noioso, ma pieno di aneddoti, curiosità, sensazioni e nozioni.

    ha scritto il 

  • 2

    ..in realtà non è finito, è abbandonato.....

    ..e sicchè non mi piace abbandonare i libri, magari nel momento giusto lo riprenderò...però ad ora mi pare di un tedio mortale, snervante...l'autore parla della sua infanzia a istambul, che non è neanche uno dei posti più piatti de mondo...niente tutto ha un che di piatto e a bianco e nero...noio ...continua

    ..e sicchè non mi piace abbandonare i libri, magari nel momento giusto lo riprenderò...però ad ora mi pare di un tedio mortale, snervante...l'autore parla della sua infanzia a istambul, che non è neanche uno dei posti più piatti de mondo...niente tutto ha un che di piatto e a bianco e nero...noioso noioso noioso.

    ha scritto il 

  • 0

    * illeggibile
    ** insufficiente
    *** sufficiente
    **** discreto
    ***** BUONO
    ****** ottimo
    ******* capolavoro


    ...come è strano e difficile per me Pamuk. Mi piace e non mi piace. Anche questo libro - bellissimo - non mi ha del tutto soddisfatto. C'è una un distacco nella passione, una ...continua

    * illeggibile ** insufficiente *** sufficiente **** discreto ***** BUONO ****** ottimo ******* capolavoro

    ...come è strano e difficile per me Pamuk. Mi piace e non mi piace. Anche questo libro - bellissimo - non mi ha del tutto soddisfatto. C'è una un distacco nella passione, una freddezza nell'amore che faccio fatica a superare mentre lo leggo. Poi, quando chiudo il libro e le parole decantano, la bellezza malinconica e la verità delle vite (tutte) abbarbicate alle radici - casuali ma tenaci - scorrono libere

    [audiolibro]

    ha scritto il 

  • 4

    Ho letto questo libro mentre ero appunto ad Istanbul.


    Inizialmente ho faticato a ritrovarmici, poi, man mano che procedevo con la lettura e con la visita della città, spiegata da una guida innamorata della sua storia, ho cominciato ad entrare in sintonia con l'autore.


    Sono così rius ...continua

    Ho letto questo libro mentre ero appunto ad Istanbul.

    Inizialmente ho faticato a ritrovarmici, poi, man mano che procedevo con la lettura e con la visita della città, spiegata da una guida innamorata della sua storia, ho cominciato ad entrare in sintonia con l'autore.

    Sono così riuscita a vederla in una doppia prospettiva in cui la Istanbul reale acquisiva colori e sfumature densi e particolari,enfatizzati dalla sensibikità di Pamuk.

    ha scritto il 

  • 2

    No dico, è mai possibile che io sia a Istanbul da tre giorni, e non ha mai, mai smesso un attimo di piovere e tirare un vento gelido ??


    -----------------------
    Alla fine è arrivato anche il sole, e si sono scoperti nuovi scorci e panorami, nuove atmosfere.
    Poi c’è stata la tragedia della ...continua

    No dico, è mai possibile che io sia a Istanbul da tre giorni, e non ha mai, mai smesso un attimo di piovere e tirare un vento gelido ??

    ----------------------- Alla fine è arrivato anche il sole, e si sono scoperti nuovi scorci e panorami, nuove atmosfere. Poi c’è stata la tragedia della miniera, grande tristezza…

    ----------------------- Il libro è l’occasione per raccontare la vita e i ricordi dell’Autore; ma si tratta di una vita piuttosto scialba, perciò tutta la lettura, ben presto, viene a noia.

    ha scritto il 

  • 4

    Un animo e una città che mi hanno affascinato

    Ho fatto fatica a continuare la lettura dopo l'inizio, ma ero molto motivata perchè tra qualche mese visiterò Istanbul per la prima volta. Credo che la mia curiosità per questa città abbia facilitato la mia lettura. Man mano che andavo avanti mi sono affezionata al modo che ha Pamuk di descrivere ...continua

    Ho fatto fatica a continuare la lettura dopo l'inizio, ma ero molto motivata perchè tra qualche mese visiterò Istanbul per la prima volta. Credo che la mia curiosità per questa città abbia facilitato la mia lettura. Man mano che andavo avanti mi sono affezionata al modo che ha Pamuk di descrivere questa città e al suo vissuto pieno di contraddizioni (e per questo molto umano). Alla fine mi è dispiaciuto che finisse e penso che leggerò altri libri di questo autore. Mi ha spiazzato e incuriosito la semplicità con cui descrive la complessità del suo animo, se all'inizio è stato faticoso per me entrarci in contatto, alla fine ne sono rimasta profondamente affascinata. C'è un mistero che mi attrae in lui e nella città.

    ha scritto il 

Ordina per