Istruzioni per l'uso del lupo

Lettera sulla critica

Voto medio di 45
| 20 contributi totali di cui 14 recensioni , 6 citazioni , 0 immagini , 0 note , 0 video
Ha scritto il 08/10/15
Si può recensire un tramonto?
La vita si nasconde tra le pieghe della letteratura, nella zona indefinita in cui s'incontrano le cose che si scrivono e le cose che accadono. Ma, se a livello emotivo riusciamo a percepire questo spazio, possiamo descriverlo a parole? Tracciare i ...Continua
  • 2 mi piace
Ha scritto il 20/07/15
Mettersi a tacere
“Una vera civiltà dovrebbe essere il luogo dove tutto ciò che è più debole viene accolto e protetto”.Ideali interlocutori della lettera critica di Emanuele Trevi sono i lettori che cercano un senso nel loro essere al mondo attraverso la ...Continua
  • 22 mi piace
  • 9 commenti
Ha scritto il 06/06/15
"La nostra anima è questo, intuire e sospettare. La possibilità perenne di un’apertura. Ciò che avviene nella letteratura è il miracolo di un inchino reciproco, di uno sfiorarsi le labbra, tra l’anima e il mondo." (p. 16)
  • 4 mi piace
Ha scritto il 18/01/14
Istruzioni per l'uso del lupo
“ Queste Istruzioni sono dedicate a tutte le persone abbastanza disturbate da proseguire il gioco per conto loro: spiando l’ombra dei lupi, delle vecchie orse, di tutte le altre bestie dalle unghie infuocate talmente rapide, talmente invisibili ...Continua
  • 26 mi piace
  • 5 commenti
Ha scritto il 19/03/13
Una riflessione sulla letteratura in forma di lettera, con quella scrittura un po' ondivaga che è la cifra di Trevi.

Ha scritto il May 26, 2009, 09:33
Temo che il nostro modo di pensare la vita sia troppo anestetico, e questa parola mi cade dalla penna molto a proposito, perché indica due cose: fuga dal dolore e fuga dalla bellezza.
Pag. 21
Ha scritto il May 26, 2009, 09:31
Io non credo che possa davvero esistere un metodo per leggere dentro un quadro, una partitura, le pagine di un racconto. Non credo che quando si inizia davvero ad interpretare una cosa che ci ha sedotto, noi conosciamo preventivamente la direzione
Pag. 44
Ha scritto il May 04, 2009, 10:22
...la nostra civiltà non è altro,nella sua forma più alta,che una continua relazione di meraviglie,il lavoro felice di un arricchimento vicendevole.Io lo chiamo comunismo delle figure.
Pag. 51
Ha scritto il May 04, 2009, 10:21
Quando noi veramente interpretiamo,e accediamo alla silenziosa respirazione della bellezza,sperimentiamo integralmente un modo della conoscenza che Pascal credeva fosse l'unico vero,perchè non si identifica né nella disperazione né ...Continua
Pag. 47
Ha scritto il May 04, 2009, 10:17
Cristina Campo da "Gli imperdonabili"Eppure amo il mio tempo perchè è il tempo in cui tutto viene meno ed è forse,proprio per questo,il vero tempo della fiaba.E certo non intendo con questo l'era dei tappeti volanti e degli specchi magici,che
Pag. 46

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una nota!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi