Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

It

Di

Editore: Sperling & Kupfer

4.4
(8223)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 1248 | Formato: Copertina rigida | In altre lingue: (altre lingue) Inglese , Spagnolo , Tedesco , Chi tradizionale , Svedese , Russo , Olandese , Turco , Portoghese , Polacco , Croato , Ceco

Isbn-10: 8820007053 | Isbn-13: 9788820007058 | Data di pubblicazione: 

Traduttore: Tullio Dobner

Disponibile anche come: Paperback , eBook , Tascabile economico

Genere: Fiction & Literature , Horror , Science Fiction & Fantasy

Ti piace It?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
In una ridente e sonnolenta cittadina americana, un gruppo di ragazzini, esplorando per gioco le fogne, risveglia da un sonno primordiale una creatura informe e mostruosa: It. E quando, molti anni dopo, It ricompare a chiedere il suo tributo di sangue, gli stessi ragazzini, ormai adulti, abbandonano la famiglia e il proprio lavoro per tornare a combatterlo. E l'incubo ricomincia. Un viaggio illuminante lungo l'oscuro corridoio che conduce dagli sconcertanti misteri dell'infanzia a quelli della maturità.
Ordina per
  • 5

    Che dire? Mooolto inquietante, pauroso e cupo dall'inizio alla fine..entri in un incubo per uscirne solo alla fine, non ti lascia praticamente respirare..ha suscitato in me vari ricordi di infanzia poco piacevoli ma e' stato un modo x affrontare anche quello.. Inoltre e' stato causa di vari incub ...continua

    Che dire? Mooolto inquietante, pauroso e cupo dall'inizio alla fine..entri in un incubo per uscirne solo alla fine, non ti lascia praticamente respirare..ha suscitato in me vari ricordi di infanzia poco piacevoli ma e' stato un modo x affrontare anche quello.. Inoltre e' stato causa di vari incubi nel sonno irrequieto che mi ha procurato, facendomi svegliare urlando nel bel mezzo della notte!! La cosa che più mi è piaciuta è che lui parla di amicizia: quella eterna e idealizzata che è difficile trovare se non impossibile. L'ho letto in due settimane (perchè ero in ferie) e credetemi se vi dico che nonostante la scorrevolezza della scrittura si fatica dividere la realtà dall'atmosfera che evoca il libro perchè S. King lascia poco al caso e le sue descrizioni di luoghi/persone/cose/mostri sono fin troppo dettagliate.... reali oserei dire!

    ha scritto il 

  • 4

    Chi non ha avuto paura almeno una volta dei pagliacci dopo aver letto/visto IT?
    Chi più e chi meno sono stati segnati da questa opera ed io non sono da meno...
    Ahimè sono stata una di quelle bambine terrorizzate dalla figura di Pennywise ma che, dopo aver letto il libro, lo ha adorato ...continua

    Chi non ha avuto paura almeno una volta dei pagliacci dopo aver letto/visto IT?
    Chi più e chi meno sono stati segnati da questa opera ed io non sono da meno...
    Ahimè sono stata una di quelle bambine terrorizzate dalla figura di Pennywise ma che, dopo aver letto il libro, lo ha adorato!
    Perchè non do il massimo? Semplice, alcune parti mi hanno lasciata abbastanza perplessa e le ho trovate inutili ma per il resto è da leggere.
    Non si può non essere fan di King e non aver letto questo libro :)

    http://1.bp.blogspot.com/-Z_Kipg8Wo8g/UGRAOZWbYlI/AAAAAAAAAL4/Z9PdJrNzBOs/s1600/Pennywise-GIFs-pennywise-26624034-483-281.gif

    ha scritto il 

  • 1

    Forse avrei dovuto leggerlo 15 anni fa...

    Forse avrei dovuto leggerlo 15 anni fa...quando leggevo i libri di King e mi sembravano leggibili.
    Al giorno d'oggi questo libro risulta noioso, poco avvincente e con delle descrizioni che possono essere saltate a piè pari senza intaccare la trama del libro.
    Caro Stephen, sei stato pa ...continua

    Forse avrei dovuto leggerlo 15 anni fa...quando leggevo i libri di King e mi sembravano leggibili.
    Al giorno d'oggi questo libro risulta noioso, poco avvincente e con delle descrizioni che possono essere saltate a piè pari senza intaccare la trama del libro.
    Caro Stephen, sei stato parte della mia adolescenza, lei è passata ed ora sei passato pure tu!

    ha scritto il 

  • 4

    Uno dei molti libri di King che hanno per protagonisti i bambini.
    Avvincente come pochi, ma l'autore era ben lontano dalle stiracchiate scritture attuali, l'ho divorato quasi vent'anni fa in due giorni.
    Particolarmente riuscito grazie all'abilità del nostro di immergersi nei paradigmi ...continua

    Uno dei molti libri di King che hanno per protagonisti i bambini.
    Avvincente come pochi, ma l'autore era ben lontano dalle stiracchiate scritture attuali, l'ho divorato quasi vent'anni fa in due giorni.
    Particolarmente riuscito grazie all'abilità del nostro di immergersi nei paradigmi dell'infanzia per mostrare che, in realtà, i "cattivi" siamo noi, gli adulti, quasi tutti dimentichi del nostro lato ricettivo, quello irrazionale, per vivere nella tangibile e vigile quotidianità, estraniandoci sempre più da noi stessi. Un estraniamento da cui traggono alimento oscuri demoni come It.

    ha scritto il 

  • 3

    King, genio del "brivido"...

    Senza dubbio, Stephen King è l'autore che rappresenta il genio della letteratura horror, che con le sue storie sa sconvolgere, terrorizzare e avvincere il lettore dall'inizio alla fine...
    Storia che fonda le sue radici negli incubi e nell'immaginario infantile, It altro non è che un mostro ...continua

    Senza dubbio, Stephen King è l'autore che rappresenta il genio della letteratura horror, che con le sue storie sa sconvolgere, terrorizzare e avvincere il lettore dall'inizio alla fine...
    Storia che fonda le sue radici negli incubi e nell'immaginario infantile, It altro non è che un mostro scoperto dai ragazzini nelle fogne, che risvegliatosi da un sonno millenario, rapisce i piccoli e li divora...
    Molti anni dopo It torna alla carica, pretendendo ancora oboli di sangue, ma quei ragazzini, oramai adulti, abbandoneranno la famiglia per cercare di sconfiggerlo...
    Molto bella e suggestiva la trasposizione cinematografica, che ha saputo evidenziare l'atmosfera da incubo creata dall'autore nel libro. (Attenzione: SPOILER!)
    Terrore allo stato puro. Atmosfere da incubo, combattimenti cruenti, e un delizioso lieto fine...molto raro in storie di questo tipo...
    Consigliato, sopratutto agli amanti del genere.
    Saluti.
    Ginseng666

    ha scritto il 

  • 5

    La cosa

    La storia, tratta di un gruppo di ragazzini del Maine, che per sfuggire alle cattiverie di una compagnia di bulli cerca rifugio nelle fognature della città.
    Sotto ai pertugi dell’apparente, tranquilla cittadina in cui abitano, vive da millenni una creatura mostruosa soprannominata “La Cosa” ...continua

    La storia, tratta di un gruppo di ragazzini del Maine, che per sfuggire alle cattiverie di una compagnia di bulli cerca rifugio nelle fognature della città.
    Sotto ai pertugi dell’apparente, tranquilla cittadina in cui abitano, vive da millenni una creatura mostruosa soprannominata “La Cosa”. La quale dopo un lungo sonno si risveglia e comincia a mietere varie vittime, la maggior parte delle volte si tratta di bambini.
    Ogni sua apparizione viene intervallata da poco più di un quarto di secolo di tranquillità ed ad ogni suo risveglio si susseguono una serie di sanguinosi omicidi per arrivare al culmine con una strage.
    La Cosa, appariva alle sue vittime sempre sottoforma di creature orribili come: mummie, lebbrosi, lupi mannari e tante altre creature spaventose che nell’immaginario collettivo creano ribrezzo ed orrore.
    Il gruppo di ragazzini comincia a dare la caccia a questa creatura ed in seguito stringono un giuramento.
    Passano gli anni ed il gruppo si scioglie, diventano adulti e per poter far carriera quasi tutti decidono di lasciare la loro città natale.
    It si risveglia e così ripartono anche gli omicidi, il capo della banda dei ragazzini decide di richiamare tutti i componenti per poter sconfiggere il mostro.
    Rincontrandosi scoprono anche che nessuno di loro era riuscito ad avere figli, probabilmente per colpa dei fatti che avevano segnato la loro esistenza fin dall’infanzia.
    È un romanzo horror con caratteristiche fantascientifiche il tutto descritto in maniera cruda e sinistra.
    I personaggi vengono rappresentati in maniera precisa e pulita e soprattutto questo temibile essere crea nella mente del lettore un’immagine veramente terrificante.

    ha scritto il 

  • 4

    Chi mi ha fatto veramente paura sono stati gli abitanti di Derry (non è Don Hagarty che a inizio libro dice forse quella che è tutta la verità? che IT è Derry?). Henry Bowers è per me terrificante.

    ha scritto il 

Ordina per