It

Di

Editore: Sperling & Kupfer

4.4
(8536)

Lingua: Italiano | Numero di pagine: 1248 | Formato: Copertina rigida | In altre lingue: (altre lingue) Inglese , Spagnolo , Tedesco , Chi tradizionale , Svedese , Russo , Olandese , Turco , Portoghese , Polacco , Croato , Ceco

Isbn-10: 8820007053 | Isbn-13: 9788820007058 | Data di pubblicazione: 

Traduttore: Tullio Dobner

Disponibile anche come: Paperback , eBook , Tascabile economico

Genere: Narrativa & Letteratura , Horror , Fantascienza & Fantasy

Ti piace It?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
In una ridente e sonnolenta cittadina americana, un gruppo di ragazzini, esplorando per gioco le fogne, risveglia da un sonno primordiale una creatura informe e mostruosa: It. E quando, molti anni dopo, It ricompare a chiedere il suo tributo di sangue, gli stessi ragazzini, ormai adulti, abbandonano la famiglia e il proprio lavoro per tornare a combatterlo. E l'incubo ricomincia. Un viaggio illuminante lungo l'oscuro corridoio che conduce dagli sconcertanti misteri dell'infanzia a quelli della maturità.
Ordina per
  • 4

    Ammetto di essermi sempre tenuta lontana da King e dal suo genere per il pregiudizio radicato che non fosse un narratore che poteva toccare le mie corde.
    Scopro, invece, che le sue storie sono avvince ...continua

    Ammetto di essermi sempre tenuta lontana da King e dal suo genere per il pregiudizio radicato che non fosse un narratore che poteva toccare le mie corde.
    Scopro, invece, che le sue storie sono avvincenti e che il suo stile, pur non piacendomi molto, è cinematografico, disegna le scene e i personaggi e trascina dentro la storia
    IT ( nella sua versione pagliaccio Pennywhise) è il personaggio che ha turbato non pochi sonni della mia infanzia ed ho voluto avvicinarmi a questa storia per esorcizzare una antica paura.
    Non è un romanzo horror, o non solo (sebbene in molti punti descriva scene che danno inquietudine), IT è una storia sull’amicizia, sul sentirsi accolti nella propria fragilità e non giudicati, sul prendersi cura dell’altro.
    King racconta quel momento della vita, la dimensione dell’ infanzia mentre sfuma nell’adolescenza, in cui prendiamo forma, prima di essere de-formati dall’età adulta.
    Sembra volerci dire che solo in quel segmento di vita ci sia spazio e humus per coltivare un grande sentire e che dovremmo mantenere sempre una connessione con quella sfera; i protagonisti della storia, infatti, si ritrovano adulti ma dovranno ricordare e risvegliare il loro “io bambino” per affrontare IT.
    Ma cos’è IT? E’ una creatura multiforme, si presenta ad ognuno in modo diverso, intercetta le paure e le materializza. IT è la paura, che cresce nutrendosi di se stessa, che vive nel profondo di noi ( sottoterra, nelle fognature di Derry e nel “sottosuolo” dostoevskijano dell’anima)
    It non è solo la paura infantile dei mostri, del buio, dei personaggi dell’orrore presenti nell’immaginario; è paura del rifiuto, è il terrore di non essere accettati quando ci si sente vulnerabili e non si crede in se stessi. ( Tutti i personaggi hanno una fragilità da affrontare e da superare, come la balbuzie per Bill)
    E’ con la fiducia in noi stessi che si combatte la Paura, che si affronta IT?

    ha scritto il 

  • 5

    Il migliore in assoluto di King.una storia da brividi raccontata con maestria da King.Amore amicizia,paura,magia,in questo libro troviamo tutto.completo in tutto e per tutto.da leggere assolutamente n ...continua

    Il migliore in assoluto di King.una storia da brividi raccontata con maestria da King.Amore amicizia,paura,magia,in questo libro troviamo tutto.completo in tutto e per tutto.da leggere assolutamente non spaventandosi dalle dimensioni.

    ha scritto il 

  • *** Attenzione: di seguito anticipazioni sulla trama (SPOILER) ***

    2

    It

    Peggio di un parto. Non mi è piaciuto granchè, se devo essere sincera mi aspettavo qualcosa di più. Tutti lo osannano, ne parlano come se fosse un capolavoro quando invece per me è stato solo deluden ...continua

    Peggio di un parto. Non mi è piaciuto granchè, se devo essere sincera mi aspettavo qualcosa di più. Tutti lo osannano, ne parlano come se fosse un capolavoro quando invece per me è stato solo deludente. Bella trama, ma sto it che cos'era alla fine? Un mostro? Un alieno? Un demone?? Ma poi non capisco perchè Beverly abbia dovuto farlo con tutti i suoi amici per provare a sconfiggere it.. boh, cose troppo insensate... King ma che scrivi?!

    ha scritto il 

  • 5

    In genere, la paura è un sentimento che non provo particolarmente quando leggo. Posso avere il fiato sospeso, sentirmi "scomodo"... ma "It" mi ha fatto provare tanta paura. La paura del "sovrannatural ...continua

    In genere, la paura è un sentimento che non provo particolarmente quando leggo. Posso avere il fiato sospeso, sentirmi "scomodo"... ma "It" mi ha fatto provare tanta paura. La paura del "sovrannaturale", del male incarnato, in questo libro si mescola perfettamente alla paura di essere bambino e di crescere. Un libro immenso: ci vuole un po'di coraggio a cominciarlo, viste le dimensioni, ma non se ne resterà di certo insoddisfatti.

    ha scritto il 

  • 5

    Ho avuto paura, leggendolo: paura del buio, del cattivo odore, delle vecchie foto, dei tombini, degli uomini, dei pagliacci , della vita apparentemente normale, della morte, delle ferite dell'anima, d ...continua

    Ho avuto paura, leggendolo: paura del buio, del cattivo odore, delle vecchie foto, dei tombini, degli uomini, dei pagliacci , della vita apparentemente normale, della morte, delle ferite dell'anima, del mostro che è fuori e dentro di noi, del Male come entità e del male come idea. Ma nel tunnel della paura, ho dato la mano agli eroici bambini (adulti, poi) e con loro ho affrontato l'oscurità e il terrore, fino a risalire verso la speranza e la luce. Poi, come loro, ho dimenticato.
    Avevo dimenticato di aver letto il libro, 25 anni fa.

    ha scritto il 

  • 5

    In una ridente e sonnolenta cittadina americana, un gruppo di ragazzini, esplorando per gioco le fogne, risvegliando da un sonno primordiale una creatura informe e mostruosa: It. E quando, molti anni ...continua

    In una ridente e sonnolenta cittadina americana, un gruppo di ragazzini, esplorando per gioco le fogne, risvegliando da un sonno primordiale una creatura informe e mostruosa: It. E quando, molti anni dopo, It ricompare a chiedere il suo tributo di sangue, gli stessi ragazzini, ormai adulti, abbandonano la famiglia e il proprio lavoro per tornare a combatterlo. E l'incubo ricomincia. Un viaggio illuminante lungo l'oscuro corridoio che conduce dagli sconcertanti misteri dell'infanzia a quelli della maturità.

    Ad una amante del genere e di king in particolare le 1300 pagine non spaventano anche xchè l'autore ci ha abituati ai suoi lunghi racconti, racconti che racchiudono l'essenza dell'orrore e che si ripete come in IT prima da piccoli e poi da grandi, il male ritorna più forte di prima e aspetta i protagonisti, li aspetta sempre.

    ha scritto il 

  • 5

    best-sellers

    La cosa più bella di "It" è che nonostante ci siano da leggere più di 1300 pagine, nonostante sia una trama piuttosto lunga e complicata, è un libro che non solo ti prende, ma crea intorno a te davver ...continua

    La cosa più bella di "It" è che nonostante ci siano da leggere più di 1300 pagine, nonostante sia una trama piuttosto lunga e complicata, è un libro che non solo ti prende, ma crea intorno a te davvero Derry, ti fa entrare davvero nella storia. Ho letto "It" in un mese, causa altri impegni, ma è stato tutti i giorni, le ore, i minuti e i secondi fantastico e strabiliante. Poi non è mai stato banale e qui Stephen ha dimostrato tutta la sua originalità e fantasia. è uno dei libri migliori che io abbia mai letto e che lui abbia mai scritto. Un genio che spesso viene incompreso, ma che quando lancia la bomba è una bomba da best-sellers internazionale. Complimenti.

    ha scritto il 

Ordina per
Ordina per