Una famiglia italiana uguale a tante altre e diversa da tutte. Trent'anni di illusioni e paure raccontati dalla cameriera Italia, arrivata a casa Marziali da un misterioso Istituto dov'è stata formata per compiere al meglio la sua missione: ... Continua
Ha scritto il 14/06/15
“Nella mente ho scritto sempre, come su un foglio bianco, ma le date mai: ogni giorno l’ho registrato come un giorno qualunque, senza ricordi o speranze, senza precisione. I sogni non hanno date, hanno dentro di sé quello che possono avere e ..." Continua...
  • Rispondi
Ha scritto il 07/06/14
Catalizzatore
Gli esseri umani sono tutti uguali, sono la stessa vita raccontata in mille modi diversi, e alla fine una storia vale l'altra perché la storia è una sola, tempo che passa. Da Wiki:"Un catalizzatore è una specie chimica che interviene durante lo ..." Continua...
  • 2 mi piace
  • 3 commenti
  • Rispondi
Ha scritto il 26/03/14
'La storia della casa dei Marziali era finita, eppure sembrava che alla città non gliene importasse nulla , che quasi non si rendesse conto che un altro giorno se ne andava.Dentro la città ogni vuoto si riempie in fretta , ogni silenzio subito ..." Continua...
  • 2 mi piace
  • 1 commento
  • Rispondi
Ha scritto il 11/01/14
come trovare il tuo scrittore. lo scrittore della tua vita, in questo momento.
  • Rispondi
Ha scritto il 06/11/13
“Italia” è un libro semplice e doloroso, ma è anche una metafora verso la realtà attraverso la vita della famiglia Marziali. Conosciamo le loro illusioni aspettative e speranze, e la loro critica costruttiva verso una politica in cui si ..." Continua...
  • 1 mi piace
  • Rispondi

Ha scritto il May 21, 2011, 18:27
"Però vorrei essere ammirato, questo sì. E amato tanto, da sentirmi pieno, così sazio da non averne più bisogno, poi. Perchè fino a quando abbiamo bisogno d'amore siamo ancora bambini."
Pag. 64
  • Rispondi
Ha scritto il Feb 28, 2011, 14:49
Perchè sono fatta così, Italia, perchè? In questo mondo, io che domanda sono?

  • Rispondi
Ha scritto il Jan 06, 2011, 16:59
.. mi ritiravo nella mia cameretta. Mi inginocchiavo davanti al letto e dicevo: proteggici tutti, tu che puoi, guarda i peccati, le imperfezioni, le miserie, e dimentica tutto, ti prego. Poi anch'io mi spegnevo per qualche minuscola ora, come una ... Continua...
Pag. 25
  • 1 commento
  • Rispondi
Ha scritto il Jan 06, 2011, 16:59
siamo come depuratori, mi diceva al terzo bicchiere, la vita ci passa dentro e noi quasi senza accorgercene la gettiamo dal'laltra parte, di più non possiamo fare, non siamo noi i protagonisti, è la vita che avanza tramite noi, funziona così. ... Continua...
Pag. 97
  • 1 commento
  • Rispondi
Ha scritto il Jan 06, 2011, 16:58
Marianna gli ha aggiustato la cravatta nera [al papà], l'ha preso sottobraccio. Avrebbe voluto dargli un bacio sulla tempia, ma un bacio non è un gesto previsto a casa Marziali, da adultil'affetto è indecente, fuori misura, quasi sconcio. ... Continua...
Pag. 96
  • 1 commento
  • Rispondi

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una nota!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi