Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Ivan lo scemo

Di

Editore: Barbès (Classici)

4.1
(34)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 80 | Formato: Paperback

Isbn-10: 8862941056 | Isbn-13: 9788862941051 | Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Traduttore: Alberto Schiavone ; Illustratore o Matitista: R. Mastai

Disponibile anche come: Altri

Ti piace Ivan lo scemo?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Ordina per
  • 5

    Breve favola scritta da Tolstoj quando aveva già 57 anni, con già alle spalle alcuni dei capolavori che conosciamo e quella crisi esistenziale per cui aveva messo in discussione tutta la propria vita di nobile proprietario terriero, diventando vegetariano, antimilitarista e fautore della non-viol ...continua

    Breve favola scritta da Tolstoj quando aveva già 57 anni, con già alle spalle alcuni dei capolavori che conosciamo e quella crisi esistenziale per cui aveva messo in discussione tutta la propria vita di nobile proprietario terriero, diventando vegetariano, antimilitarista e fautore della non-violenza, imparando a lavorare come agricoltore ed artigiano. E scrivendo non nel perfetto francese dell'alta società russa, ma in lingua russa per avvicinarsi al popolo, e nelle inflessioni della lingua popolare imparate frequentando regolarmente viandanti e persone incontrate per caso, in quelle sue regolari incursioni che chiamava ironicamente "andare in società". Una favola che piacerebbe senza dubbio ai bambini, e che a noi adulti rivela anche una connotazione politica meravigliosa. Ivan lo scemo ha la meglio sul rappresentante del militarismo, su quello del capitalismo e sul diavolo in persona, rappresentante dell'intelligencija. Seminando nel lettore germogli di nostalgia e desiderio per qualcosa che purtroppo non può essere. Ma che ogni tanto fa immensamente piacere ritrovare, almeno nei libri. La mia vecchia amica Utopia.

    ha scritto il