Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Jack Frusciante è uscito dal gruppo

Di

Editore: Arnoldo Mondadori (I miti, 38)

3.6
(10670)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 216 | Formato: Tascabile economico | In altre lingue: (altre lingue) Inglese , Spagnolo , Catalano , Polacco

Isbn-10: 8804419954 | Isbn-13: 9788804419952 | Data di pubblicazione: 

Disponibile anche come: Paperback , Copertina rigida , Copertina morbida e spillati , Altri , eBook

Genere: Family, Sex & Relationships , Fiction & Literature , Teens

Ti piace Jack Frusciante è uscito dal gruppo?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Questo romanzo, scritto da un autore diciannovenne, racconta il mondo sommerso e inquieto dei giovani nati nella seconda metà degli anni Settanta ed è una specie di "affresco italiano" sul passaggio dall'adolescenza all'età adulta. Il protagonista è un diciassettenne che ama i Pistols e i Red Hot Chili Peppers e, soprattutto, una ragazza che frequenta il suo stesso liceo.
Ordina per
  • 1

    Non l'avevo voluto leggere da giovane perché sapevo che non era mio quello slang (e quelle paranoie). A 45 anni ho deciso che ero abbastanza "vecchia" per apprezzarlo con distacco. E invece l'ho dovut ...continua

    Non l'avevo voluto leggere da giovane perché sapevo che non era mio quello slang (e quelle paranoie). A 45 anni ho deciso che ero abbastanza "vecchia" per apprezzarlo con distacco. E invece l'ho dovuto abbandonare: una storia mediamente noiosa e insignificante scritta malissimo. A parte le parolacce, ma quella punteggiatura inesistente o messa a caso (lui avrebbe usato un'altra parola ...) mi lascia perplessa e annoiata (forse sono troppo vecchia!). Alla fine ho deciso che non vale la pena di perdere altro tempo per un libro noioso e scritto male!

    ha scritto il 

  • 4

    Alex è un diciassettenne bolognese che aspira a distinguersi dalla massa e ad essere anticonformista. Come ogni adolescente rimugina su ogni cosa che accade nella sua vita fin troppo e non a casa pren ...continua

    Alex è un diciassettenne bolognese che aspira a distinguersi dalla massa e ad essere anticonformista. Come ogni adolescente rimugina su ogni cosa che accade nella sua vita fin troppo e non a casa prende come modello il buon vecchio Holden Caulfield.
    Un giorno conosce Aidi, una ragazza fantastica che frequenta il suo stesso liceo e i due iniziano ad uscire insieme e chissà, forse si innamorano l'uno dell'altra, ma cioè che è certo è che nonostante tutto non stanno insieme. Nonostante trascorrano lunghi pomeriggi a parlare e a guardarsi negli occhi, ad abbracciarsi, a sfrecciare su per i colli sulla vespa di Aidi, nonostante tutto questo non stanno insieme. Sarà forse perché lei partirà presto per l'America o perché lui è un eterno indeciso. Leggete il libro per scoprirlo e sono sicura che non vi pentirete di aver utilizzato il vostro tempo prezioso in questo modo.

    Non sono una fan di Haylden Caulfield, a differenza di Alex, ma questo libro, che vi assomiglia abbastanza, mi è piaciuto sul serio. Devo ammettere che la mia opinione è totalmente parziale perché vivo a Bologna e frequento lo stesso liceo dei personaggi del libro. Questo mi fa sentire parte della storia. In realtà sono convinta che all'origine l'autore abbia voluto scrivere "Jack frusciante è uscirti dal gruppo" principalmente per i giovani di questa città meravigliosa: tutte le descrizioni dei luoghi sono così intime e personalizzate e il lessico così ricercato (dal peggio del linguaggio liceale degli adolescenti bolognesi doc).
    Questo libro piacerà probabilmente alla stragrande maggioranza dei liceali italiani, ma sono convinta che noi galvaniani ne siamo tutti profondamente toccati.
    Assolutamente da leggere!

    ha scritto il 

  • 2

    Romanzo tardo-adolescenziale ambientato nella Bologna degli anni 90', spensierato e un po' mascalzone.. anche se dal titolo mi aspettavo molto molto di più! Interessante il vocabolario utilizzato così ...continua

    Romanzo tardo-adolescenziale ambientato nella Bologna degli anni 90', spensierato e un po' mascalzone.. anche se dal titolo mi aspettavo molto molto di più! Interessante il vocabolario utilizzato così come la storia del protagonista - Alex - impegolato in una relazione platonica con Aidi, perennemente scazzato e a tratti annoiato dalla sua vita di adolescente: musica, poster, bicicletta, motorini, bevute con gli amici, ragazze.. eppure, sarà il fatto che non sono più adolescente da un po', ho fatto davvero fatica a proseguire la lettura: scrittura lenta e a tratti un po' noiosa. Romanzo coraggioso e originale, ma a me non ha lasciato granchè.

    ha scritto il 

  • 2

    Forse sono troppo grande

    Avevo grandi aspettative su questo libro, e sono rimasta delusa.
    E' un romanzo godibile, ma forse sono troppo grande per apprezzarlo come potrebbe fare un adolescente o uno che è stato adolescente nel ...continua

    Avevo grandi aspettative su questo libro, e sono rimasta delusa.
    E' un romanzo godibile, ma forse sono troppo grande per apprezzarlo come potrebbe fare un adolescente o uno che è stato adolescente nello stesso periodo del protagonista Alex. Probabilmente sono fuori tempo.
    L'ho letto in formato ebook, e la qualità dell'edizione è davvero scadente, con un sacco di refusi.

    ha scritto il 

  • 5

    Un "must have" per tutti coloro che hanno trascorso l'asolescenza negli anni '90. E anche per coloro i quali, più o meno negli stessi anni, hanno bazzicato per Bologna. E' uno di quei libri che, una v ...continua

    Un "must have" per tutti coloro che hanno trascorso l'asolescenza negli anni '90. E anche per coloro i quali, più o meno negli stessi anni, hanno bazzicato per Bologna. E' uno di quei libri che, una volta letto, ti restano praticamente per sempre...

    ha scritto il 

  • 4

    Aranciata meccanica

    Ecco un altro libro a cui arrivo con quindici anni di ritardo. Che effetto mi farà leggere di una adolescenza trascorsa e finita e sepolta e lontana adesso che ho un lavoro vero? Il terrore era quello ...continua

    Ecco un altro libro a cui arrivo con quindici anni di ritardo. Che effetto mi farà leggere di una adolescenza trascorsa e finita e sepolta e lontana adesso che ho un lavoro vero? Il terrore era quello di trovarmi - come era successo con 'il giovane Holden' - davanti a qualcosa che, per l'età avanzata, non avesse più niente da offrirmi. Fortunatamente non è stato così.

    Alex si muove in un universo di citazioni e stereotipi culturali - perché a sedici/diciassette anni funziona così e facciamo tutti così e siamo tutti così - e vive una storia di normale adolescenza libero però da quelle pretenziosità altolocata che mi ha fatto odiare il personaggio di Salinger.

    Nella vita di Alex D. - è anche il nome una citazione? è tutta la scrittura una citazione? è possibile che questo libro esista solo nelle opere che cita? - non c'è niente di davvero emozionante né di avvincente ma la perfezione delle parole scelte - sono tutte al posto giusto, anche i giovanilismi invecchiati malissimo e i cazzo scritti con la K - ti incolla alle pagine.
    Soprattutto nel finale, in cui il ritmo incalza e la velocità sale e il crescendo è drammatico e

    ha scritto il 

Ordina per