Jack Frusciante Se Fue Del Grupo

Per

Editor: Alfaguara

3.6
(11000)

Language: Català | Number of Pàgines: | Format: Paperback | En altres llengües: (altres llengües) Italian , English , Spanish , Polish

Isbn-10: 9505113307 | Isbn-13: 9789505113309 | Data publicació: 

Category: Family, Sex & Relationships , Fiction & Literature , Teens

Do you like Jack Frusciante Se Fue Del Grupo ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Registra't gratis
Descripció del llibre
¿Por qué Jack Frusciante ¿guitarrista de los Red Hot Chili Peppers¿ se fue del grupo, justo cuando el dinero comenzaba a llover sobre su cabeza? El "viejo Alex" cree saberlo: él también entrevió un futuro deleznable cuando, en pocos meses, pasó de ser un estudiante modelo a un hosco "tardoadolescente" . Como un Holden Caulfield de los noventa (la cita de Salinger es obligada), Alex toma distancia de su familia y se refugia en un amor inclaudicable por Aidi, con quien comparte un noviazgo tan célibe como apasionado. Novela sarcástica e imprevisible, Jack Frusciante recuenta los odios y lealtades del adolescente actual: del culto al rock y sus dioses al repudio de las normas que imponen el colegio, la familia pequeñoburguesa y la moral puritana. Publicada originalmente por una minúscula editorial, Jack Frusciante se convirtió en colltraseña de una generación. Brizzi contaba diecinueve años cuando escribió esta deliciosa saga juvenil.
Sorting by
  • 4

    Partenza lenta, incasinata, poco scorrevole. Poi un susseguirsi di rivelazioni che rendono questo libriccino quasi un vademecum sull'adolescenza, sull'amicizia, sull'importanza di essere uniti, vicini ...continua

    Partenza lenta, incasinata, poco scorrevole. Poi un susseguirsi di rivelazioni che rendono questo libriccino quasi un vademecum sull'adolescenza, sull'amicizia, sull'importanza di essere uniti, vicini e indivisibili.
    Non essendo un'appassionata di musica, mi sono persa gran parte della colonna sonora del libro, ma ho rivisto (e riletto) capolavori sentimentali, come "Il piccolo principe" e "Nessun luogo è lontano", trovando deliziosa la loro applicazione al mondo reale, adolescenziale e non solo.
    Tutto il contesto di contorno, dalla vita scolastica alla morte di Martino, serve per rendere ancor più veritiero questo attaccamento alla vita e alle emozioni più sincere, che travalicano "l'adesso e il qui", per rifugiarsi in un "insieme" a prescindere dal dove e dal quando.
    E' ovvio che rileggendo la prima parte si scopre che tutti i buoni sentimenti si affievoliscono con lo scorrere dei mesi di lontananza, ma lo zoccolo duro rimane, caparbio e con rabbia, che renderà il vecchio Alex un Alex nuovo, magari più maturo, magari più consapevole, magari meno adolescente, ma indubbiamente Alex.

    dit a 

  • 3

    si be' insomma dai

    simpaticamente adolescenzialista, nello stile di scrittura (che mi è piaciuto) e nella trama/contenuto (che mi è piaciuta di meno)
    qualche antipatia per alcuni passaggi ideologici
    ma in fondo mi è dis ...continua

    simpaticamente adolescenzialista, nello stile di scrittura (che mi è piaciuto) e nella trama/contenuto (che mi è piaciuta di meno)
    qualche antipatia per alcuni passaggi ideologici
    ma in fondo mi è discretamente piaciuto
    e alla fine ho pianto anch'io (ok no dai, le vere lacrime le ho lasciate in Bianca come il latte... lì si che...)

    dit a 

  • 4

    Letto alla veneranda età di 30 anni, mi è sembrato un testo veramente riuscito e efficace, scritto bene. Questo mi ha stupito e sarei tentata di dire che ha resistito al momento e al tempo, ed è tutto ...continua

    Letto alla veneranda età di 30 anni, mi è sembrato un testo veramente riuscito e efficace, scritto bene. Questo mi ha stupito e sarei tentata di dire che ha resistito al momento e al tempo, ed è tuttora un lavoro capace di parlare al cuore dei giovani (e non solo).

    dit a 

  • 2

    ? ? ?

    JACK FRUSCIANTE È USCITO DAL GRUPPO – ENRICO BRIZZI
    Attenzione, questo è uno sconsiglio.
    Sarà che sono poco originale,
    sarà che sono poco “rock”,
    sarà che odio i bimbominkia,
    sarà che non so andare in ...continua

    JACK FRUSCIANTE È USCITO DAL GRUPPO – ENRICO BRIZZI
    Attenzione, questo è uno sconsiglio.
    Sarà che sono poco originale,
    sarà che sono poco “rock”,
    sarà che odio i bimbominkia,
    sarà che non so andare in bicicletta,
    sarà che non l’ho capito!
    Alcune belle riflessioni da copia e incolla ma un linguaggio e uno stile che, onestamente, mi stanno sulle scatole. Ho letto che è uscito per la prima volta nel 1994. Forse avrei dovuto leggerlo allora, nel pieno della mia adolescenza, quando l’ormonometro era alle stelle, forse avrei dovuto leggerlo quando frequentavo i centri sociali o forse in riva al mare o forse mentre cercavo un modo per tampinare una ragazzetta o quando mettevo i soldi da parte per regalarmi un piercing o… no, forse non avrei dovuto leggerlo affatto.
    Salva il salvabile la trama, legata a un filo sottile che, seppur con qualche difficoltà, mi ha portato fino alla fine.
    Valutazione: 2/5 (Giudizio personalissimo. Non insultatemi, please).

    dit a 

  • 4

    Letto in età adolescenziale, dove mio malgrado non lo apprezzai granché nonostante molti dicano che sia l'età giusta per imbattervisi, probabilmente un fattore determinante all'epoca fu il fatto che h ...continua

    Letto in età adolescenziale, dove mio malgrado non lo apprezzai granché nonostante molti dicano che sia l'età giusta per imbattervisi, probabilmente un fattore determinante all'epoca fu il fatto che ho vissuto in una generazione diversa da quella vissuta dall'autore e non mi rispecchiavo affatto nelle sensazioni descritte nel libro. Per curiosità ho deciso di rileggerlo adesso, a 26 anni, e sono riuscita a cogliere molto di quanto invece 10 anni fa avevo trascurato. Credo che per giudicare e di conseguenza apprezzare questo romanzo bisogna contestualizzarlo agli anni 90 e in una Bologna in fermento, se si entra nell'ottica giusta secondo me non si può non non amare, c'è quella spensieratezza che ti fa stare bene ma, quando meno te l'aspetti, arriva il dramma come un pugno nello stomaco. Un libro che ti suscita così tanti sentimenti è scritto col cuore, non è semplicemente un esercizio di stile da parte di un ragazzo prodigio.

    dit a 

  • 2

    La trama non mi ha convinto molto, sembra quasi senza scopo. Lo stile di scrittura è giovane e originale, quindi non è male, ma il resto non mi è proprio piaciuto.

    dit a 

  • 2

    Soltanto per come è scritto mi viene da dargli due stelle. Potrà avere una bella storia e bei personaggi, ma sinceramente non sono riuscito a leggerlo tutto con quello stile di narrazione.

    dit a 

Sorting by
Sorting by