Jane Eyre

By

Publisher: Bechs Forlag - Viatone

4.4
(10672)

Language: Dansk | Number of Pages: 368 | Format: Others | In other languages: (other languages) English , Spanish , German , Chi simplified , Chi traditional , French , Italian , Korean , Swedish , Catalan , Dutch , Portuguese , Greek , Czech , Polish

Isbn-10: 8792685064 | Isbn-13: 9788792685063 | Publish date: 

Translator: Aslaug Mikkelsen

Category: Family, Sex & Relationships , Fiction & Literature , Romance

Do you like Jane Eyre ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free
Book Description

Jane Eyre blev udgivet i 1847 af Charlotte Brontë under pseudonymet Currer Bell. Forfatteren var total ukendt, men romanen blev årets bestseller og måtte genoptrykkes igen og igen. Den blev Dronning Victorias yndlingsroman og er i dag en af de mest populære klassikere.

Historien om de tre ukendte Brontë-søstre fra udkanten af Yorkshire, der under hver sit mandlige pseudonym samtidigt udgav romaner, der indskrev sig i verdenslitteraturen, er enestående og fængsler fortsat. Læserne blev betaget af Jane Eyres svære barndom som en forældreløs Askepot, hendes tid på kostskole, den romantiske kærlighedsaffære med Rochester og de gotiske elementer med hemmelighedsfulde og dramatiske begivenheder. Nyskabende var billedet af en kvinde, hvor intellektet blev fremhævet frem for den ydre skønhed, og hvor kvinden kæmpede for frihed og lighed socialt og kønnene imellem. 

»Bogen er den dag i dag tilfredsstillende for fantasien, fordi den rummer alle de elementære ønskedrømselementer og samtidig følger urtypen på en ´rigtig historie´ - selve eventyrets linie. Der er ikke så forfærdelig mange bøger i verdenslitteraturen, der har denne elementære dragning, og de der er der, elskes uforandret gennem generationer.« 

- Elsa Gress 

»Så åbner vi Jane Eyre. Forfatteren har fat i vores hånd og fører os med på hendes vej, får os til at se, hvad hun ser, forlader os ikke et øjeblik eller lader os glemme hende. Til sidst er vi gennemtrængt af Charlotte Brontës geni, hendes heftighed, hendes indignation . Det er den røde og urolige glød fra hjertets brand, der illuminerer hendes sider.« 

- Virginia Woolf

Sorting by
  • 5

    Jane Eyre è secondo me un anti-eroina se si considera l'epoca in cui il romanzo è stato scritto, non è bella, non è ricca, è solo intelligente, in un contesto sociale in cui alla donna veniva richiest ...continue

    Jane Eyre è secondo me un anti-eroina se si considera l'epoca in cui il romanzo è stato scritto, non è bella, non è ricca, è solo intelligente, in un contesto sociale in cui alla donna veniva richiesto un ruolo subalterno, semplicemente decorativo, condizionata a reprimere sentimenti e passioni, un romanzo che risulta attualissimo
    ma nemmeno il pubblico dell'epoca rimase insensibile, nonostante tutto, e fu accolto con molto interesse e successo

    Rispetto alla rilettura, devo ammettere che questa nuova edizione tradotta dalla Sacchini è veramente piacevole, fluida senza perdere la patina di antico.
    Se nella prima lettura giovanile mi ero concentrata sulla storia e sul personaggio di Jane Eyre, in questa seconda ho potuto apprezzare altri aspetti del romanzo, come i profili caratteriali di personaggi minori, che comunque hanno uno spessore di grande impatto. C'è l'universo umano intero in questo romanzo!
    E poi le descrizioni della natura sono superlative, la brughiera, l'erica, la pioggia, la brezza di maggio, così vivide che a volte mi pareva di esserci.

    Un vero capolavoro.

    said on 

  • 5

    Ho una strana sensazione riguardo a voi, come se avessi una corda sotto le costole, a sinistra, annodata ad una corda simile dentro di voi. E se andaste via temo che quella corda che ci unisce si spezzerebbe. E so che comincerei a sanguinare internamente.

    Orfana di entrambi i genitori, Jane Eyre trascorre la sua infanzia con la zia, una donna dura e bigotta che vede la fervida intelligenza della fanciulla come mancanza di disciplina ed educazione. I du ...continue

    Orfana di entrambi i genitori, Jane Eyre trascorre la sua infanzia con la zia, una donna dura e bigotta che vede la fervida intelligenza della fanciulla come mancanza di disciplina ed educazione. I duri castighi della zia e i soprusi dei cugini la fanno presto ammalare. Dopo la guarigione, sotto consiglio del medico, la zia, desiderosa di sbarazzarsi della ragazza, la invia al collegio di Lowood dove, nonostante la scarse condizioni igieniche e di insegnamento e un epidemia in cui Jane perde la migliore amica, resta fino ai diciotto anni. Diventata nel frattempo istitutrice di Lowood decide, a 19 anni, di cambiare vita e lasciare il collegio dopo aver trovato lavoro come educatrice presso Edward Fairfax Rochester, nobile padrone di Thornfield.
    Arrivata a Thornfield diventa istitutrice di Adele, protetta di Rochester.
    La sua permanenza a Thornfield vede la nascita di un forte sentimento verso Rochester. Tuttavia un segreto minaccia il coronamento del sogno d'amore di Jane ....

    Jane Eyre è indipendente e moderna, Rochester deluso dalla vita eppure ancora desideroso di mettersi in gioco, i dialoghi sono pieni e intensi, le atmosfere suggestive e incantate, i sentimenti vividi e coinvolgenti.
    Tutto ciò rende Jane Eyre un piccolo capolavoro della letteratura inglese.
    Moderno e senza tempo, è un classico irrinunciabile . Un libro da leggere almeno una volta nella vita.

    said on 

  • 5

    Assolutamente una meraviglia! Impossibile staccarsi dal libro per più di qualche ora, grazie a Jane Eyre ho ritrovato il bisogno di leggere anche la notte (con la pila sotto le coperte). Bella la tram ...continue

    Assolutamente una meraviglia! Impossibile staccarsi dal libro per più di qualche ora, grazie a Jane Eyre ho ritrovato il bisogno di leggere anche la notte (con la pila sotto le coperte). Bella la trama, emozionante. Belli i personaggi, ben tratteggiati, umani. (il meno umano è Saint Jhon, ma è chiaramente voluto...personaggio odioso. Quanta voglia di tirargli un paio di ceffoni!) Più di tutto bello il personaggio di Jane, forte, indipendente, umana. Ha qualcosa da insegnare.Notevoli anche le descrizioni di ambienti e atmosfere. è un romanzo vivo, forte come pochi. Non c'è una cosa che non mi sia piaciuta in questo romanzo, è da leggere almeno una volta nella vita. Davvero bello!

    said on 

  • 4

    Credevo che Jane Eyre...

    ...fosse antipatica!

    Quando fai parte di un gruppo di lettura la cosa più importante da fare è: conoscere il nemico. Chi è il nemico? Le altre ragazze del gruppo, naturalmente! Perché dico così? Vi sp ...continue

    ...fosse antipatica!

    Quando fai parte di un gruppo di lettura la cosa più importante da fare è: conoscere il nemico. Chi è il nemico? Le altre ragazze del gruppo, naturalmente! Perché dico così? Vi spiego subito.

    https://leggendoabari.wordpress.com/2016/01/04/credevo-che-jane-eyre-fosse-antipatica/

    said on 

  • 5

    Credevo che Jane Eyre

    ...fosse antipatica!

    Quando fai parte di un gruppo di lettura la cosa più importante da fare è: conoscere il nemico. Chi è il nemico? Le altre ragazze del gruppo, naturalmente! Perché dico così? Vi s ...continue

    ...fosse antipatica!

    Quando fai parte di un gruppo di lettura la cosa più importante da fare è: conoscere il nemico. Chi è il nemico? Le altre ragazze del gruppo, naturalmente! Perché dico così? Vi spiego subito.

    https://leggendoabari.wordpress.com/2016/01/04/credevo-che-jane-eyre-fosse-antipatica/

    said on 

  • *** This comment contains spoilers! ***

    5

    piccolo capolavoro inglese

    Uno dei libri che ho amato di più nella mia vita, e l'ho letto solo un anno fa! Tutto ciò risulta nuovo ad una come me, che dai libri non si lascia più convincere sempre e comunque come quando era rag ...continue

    Uno dei libri che ho amato di più nella mia vita, e l'ho letto solo un anno fa! Tutto ciò risulta nuovo ad una come me, che dai libri non si lascia più convincere sempre e comunque come quando era ragazzina. Ma questo libro merita tutto il mio plauso, e non solo! Jane è una creatura incantevole: ho amato tutto, dalle risposte di bambina matura ma insolente all'odiosa zia, al fuoco sotterraneo della sua indole quando è cresciuta ed è maturata. E naturalmente ho amato Rochester, per me un vero esemplare di uomo - e maschio. Tutta quella passione per una Jane che ne ha giustamente timore, persino lo sbaglio clamoroso di mentirle fino all'altare ne fa per me un vero uomo: perché è dannatamente umano! Certo, la storia è un po' fantastica, ci si potrebbe chiedere perché mai una ragazza già povera di mezzi e non certo benedetta dal cielo sia costretta a sopportare tanto, nella sua vita. Il tremendo - a mio avviso - episodio di chiusura, quando vedi Jane lentamente cadere nella "trappola" tesa dal cugino St. John, ti fa davvero temere per lei, ti fa credere che l'ennesimo e definitivo smacco stia per arrivare! Per fortuna non lo fa. Non arriva. Perché si è sulle battute finali, e il lieto fine è ad un passo dal giungere. Urrà!

    said on 

  • 5

    Magnifico racconto di una grande donna, la più indipendente nella sua umiltà e modestia e la più caritatevole e umana nel suo amore incondizionato.

    said on 

  • *** This comment contains spoilers! ***

    5

    Come si fa a dare un voto a un libro scritto nel 1847 e che occupa ancora oggi le mensole delle librerie di ogni casa? Un libro che, leggendolo, appare senza tempo. Temevo fosse pesante, troppo triste ...continue

    Come si fa a dare un voto a un libro scritto nel 1847 e che occupa ancora oggi le mensole delle librerie di ogni casa? Un libro che, leggendolo, appare senza tempo. Temevo fosse pesante, troppo triste, una lettura difficile da portare avanti e invece...mi ha appassionato. Jane è un personaggio splendido, diversa dal solito, con degli attributi che in quel periodo non ti aspetti di trovare in una donna nella sua posizione sociale. Rochester è...perfetto. St. John invece così antipatico che se avesse fatto la follia di sposarlo, probabilmente avrei usato il libro per ravvivare il fuoco. Sono contenta, ho dovuto attendere fino alla fine il lieto fine ma poi è arrivato nel migliore dei modi. La cosa che mi ha fatto affezionare di più a Jane? Il fatto che scrivesse parlando al lettore. Mi sembrava di leggere delle lettere indirizzate a me

    https://leggendoabari.wordpress.com/2016/01/04/credevo-che-jane-eyre-fosse-antipatica/

    said on 

  • 4

    Jane Eyre è il romanzo migliore di Charlotte Bronte. Lo so che è il più famoso più che altro per la tormentata storia d'amore tra la protagonista e il tenebroso Rochester, ma dopo aver letto Shirley ...continue

    Jane Eyre è il romanzo migliore di Charlotte Bronte. Lo so che è il più famoso più che altro per la tormentata storia d'amore tra la protagonista e il tenebroso Rochester, ma dopo aver letto Shirley e Villette posso dire che è anche quello scritto meglio, più equilibrato. Ci sono tante cose con cui non sono d'accordo (e ci mancherebbe, visti gli anni che ci separano dalla pubblicazione di quest'opera, e la stessa Jane Eyre non mi è simpaticissima, ma non posso negare che il romanzo sia un vero e proprio capolavoro, e che possa essere letto più e più volte senza stancarsi mai.

    said on 

Sorting by