Jane Eyre

Di

Editore: Rusconi Libri

4.4
(10738)

Lingua: Italiano | Numero di pagine: 448 | Formato: Paperback | In altre lingue: (altre lingue) Inglese , Spagnolo , Tedesco , Chi semplificata , Chi tradizionale , Francese , Coreano , Svedese , Catalano , Olandese , Portoghese , Greco , Danese , Ceco , Polacco

Isbn-10: 8818016903 | Isbn-13: 9788818016901 | Data di pubblicazione: 

Disponibile anche come: Tascabile economico , Copertina morbida e spillati , Altri , Copertina rigida , eBook

Genere: Famiglia, Sesso & Relazioni , Narrativa & Letteratura , Rosa

Ti piace Jane Eyre?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Jane, una povera orfanella che ha trascorso la fanciullezza in un triste asilo di Lowood, viene assunta come governante in casa Rochester. Il padrone finisce per innamorarsi di lei ma quando si sta per celebrare il matrimonio, una scoperta viene a sconvolgere la vita della fanciulla. Il romanzo che ha avuto un successo ininterotto sin dalla sua prima pubblicazione, è stato tradotto in molte lingue e più volte adattato allo schermo e sulle scene.
Ordina per
  • 5

    Meraviglioso

    Jane Eyre è una meraviglia... Un personaggio che non ti aspetti di trovare in un romanzo di questa epoca. Intelligente, indipendente, disillusa ma allo stesso tempo passionale e molto umana, molto for ...continua

    Jane Eyre è una meraviglia... Un personaggio che non ti aspetti di trovare in un romanzo di questa epoca. Intelligente, indipendente, disillusa ma allo stesso tempo passionale e molto umana, molto forte nonostante lei si dichiari spesso debole. Basta dire che ho desiderato assomigliarle??
    Questo libro è entrato di prepotenza tra i miei preferiti!

    ha scritto il 

  • 5

    ho aspettato anni a leggerlo perchè avevo paura fosse un libro estremamente pesante, uno di quei classici da conoscere ma difficili da digerire. Ho avuto questa impressione di Cime Tempestose e quindi ...continua

    ho aspettato anni a leggerlo perchè avevo paura fosse un libro estremamente pesante, uno di quei classici da conoscere ma difficili da digerire. Ho avuto questa impressione di Cime Tempestose e quindi ho lasciato la povera Jane Eyre in un angolo per lungo tempo.
    Mi sono dovuta ricredere: nonostante la traduzione vecchiotta, l'ho trovato a modo suo scorrevole e sicuramente coinvolgente. Le descrizioni, salvo alcuni punti, non sono eccessivamente lunghe e pesanti, abbiamo tanti dialoghi e in alcuni momenti molta azione. Emoziona e scorre che è un piacere. L'ho trovato molto più intimo e coivolgente di Cime Tempestose.

    ha scritto il 

  • 5

    Finalmente ho letto anche questo! Non so come mai ho aspettato così tanto, ho divorato tutti gli altri libri di questo genere (Austen, altre sorelle Bronte..). Questo qui, forse, l'ho sempre rimandato ...continua

    Finalmente ho letto anche questo! Non so come mai ho aspettato così tanto, ho divorato tutti gli altri libri di questo genere (Austen, altre sorelle Bronte..). Questo qui, forse, l'ho sempre rimandato perchè ho visto e rivisto il film talmente tante di quelle volte..

    La prima cosa che mi ha colpita è stata Lowood: entrambi i film che ho visto, forse per calcare sulla vena tragica, descrivevano questo periodo in modo poco lusinghiero. Ora, non voglio dire che la vita di Jane all'istituto sia stata rose e fiori, però era intelligente, brillante, sveglia e ben voluta dalle compagne e dall'insegnante. Per quanto mi riguarda una differenza considerevole con l'idea di Lowood che mi ero fatta fino ad oggi.
    E poi, altra grande lacuna, St John: non so esattamente come definirlo..fanatico? Inquietante a tratti? XD

    Il libro in sè mi è piaciuto molto, ma questo insomma era prevedibile..La lettura è stata scorrevole e, nonostante conoscessi già la storia, ero portata lo stesso a continuare come se non sapessi nulla.

    ha scritto il 

  • 5

    Shame on me

    Ci ho messo circa cinque anni per convincermi a leggere questo libro. Non perché non lo volessi leggere (altrimenti non lo avrei comprato), ma perché è sempre stato "scartato" per privilegiare altre l ...continua

    Ci ho messo circa cinque anni per convincermi a leggere questo libro. Non perché non lo volessi leggere (altrimenti non lo avrei comprato), ma perché è sempre stato "scartato" per privilegiare altre letture. Tant'è che m'ero dimenticata di averlo. Mi sono quindi stupita persino della scelta fatta sull'edizione: Giunti. Di solito per i classici preferisco i BUR.
    Devo dire, però, che la scelta non è stata infelice: il volume presenta una bella introduzione della Oates, e nella sua totalità è un bel volume, con una buona traduzione.

    Detto ciò, non credo ci sia molto da dire sulla storia di Jane Eyre, presumo sia universalmente conosciuta anche grazie ai molti adattamenti cinematografici che ne sono stati tratti. Ed è proprio a causa dei film che io non sono mai riuscita a comprendere o ad apprezza a pieno il personaggio di Jane. M'è sempre parsa una inutile musona, chiusa, una timorata di Dio. Il romanzo e la penna delicata di Charlotte Brontë ne hanno reso un ritratto assai diverso: Jane è coraggiosa, non sopporta le ingiustizie e passa gran parte della vita cercando di perdonare coloro che le fanno un torto -e ne subisce parecchi. Jane ama l'arte, la definiremo di gusti dark gotici (che all'epoca erano associati al diavolo) ed è una ragazza che difficilmente si lascia lusingare o ingannare.
    Jane non è esattamente il genere di personaggio a cui di solito mi affeziono, ma la Jane letteraria è sicuramente migliore, sotto ogni punto di vista, rispetto a tutte le trasposizioni cinematografiche che ho visto, dove proprio mi dava ai nervi.

    Se è una lettura che consiglio? Sicuramente sì per gli amanti del genere e dei classici, non può mancare.

    ha scritto il 

  • 4

    “Posso vivere sola, se il rispetto di me stesa e le circostanze me lo chiederanno. Non ho bisogno di vendere l’anima per comprare la felicità. Ho un tesoro interiore che mi manterrà viva anche se tutt ...continua

    “Posso vivere sola, se il rispetto di me stesa e le circostanze me lo chiederanno. Non ho bisogno di vendere l’anima per comprare la felicità. Ho un tesoro interiore che mi manterrà viva anche se tutti i piaceri esterni mi saranno negati, o offerti a un prezzo che non potrò accettare.”

    Qui la recensione completa: http://lalibreriadietrolangolo.blogspot.it/2016/03/una-moderna-antieroina-jane-eyre-di.html

    ha scritto il 

  • 5

    Jane Eyre è secondo me un anti-eroina se si considera l'epoca in cui il romanzo è stato scritto, non è bella, non è ricca, è solo intelligente, in un contesto sociale in cui alla donna veniva richiest ...continua

    Jane Eyre è secondo me un anti-eroina se si considera l'epoca in cui il romanzo è stato scritto, non è bella, non è ricca, è solo intelligente, in un contesto sociale in cui alla donna veniva richiesto un ruolo subalterno, semplicemente decorativo, condizionata a reprimere sentimenti e passioni, un romanzo che risulta attualissimo
    ma nemmeno il pubblico dell'epoca rimase insensibile, nonostante tutto, e fu accolto con molto interesse e successo

    Rispetto alla rilettura, devo ammettere che questa nuova edizione tradotta dalla Sacchini è veramente piacevole, fluida senza perdere la patina di antico.
    Se nella prima lettura giovanile mi ero concentrata sulla storia e sul personaggio di Jane Eyre, in questa seconda ho potuto apprezzare altri aspetti del romanzo, come i profili caratteriali di personaggi minori, che comunque hanno uno spessore di grande impatto. C'è l'universo umano intero in questo romanzo!
    E poi le descrizioni della natura sono superlative, la brughiera, l'erica, la pioggia, la brezza di maggio, così vivide che a volte mi pareva di esserci.

    Un vero capolavoro.

    ha scritto il 

  • 5

    Ho una strana sensazione riguardo a voi, come se avessi una corda sotto le costole, a sinistra, annodata ad una corda simile dentro di voi. E se andaste via temo che quella corda che ci unisce si spezzerebbe. E so che comincerei a sanguinare internamente.

    Orfana di entrambi i genitori, Jane Eyre trascorre la sua infanzia con la zia, una donna dura e bigotta che vede la fervida intelligenza della fanciulla come mancanza di disciplina ed educazione.
    I d ...continua

    Orfana di entrambi i genitori, Jane Eyre trascorre la sua infanzia con la zia, una donna dura e bigotta che vede la fervida intelligenza della fanciulla come mancanza di disciplina ed educazione.
    I duri castighi della zia e i soprusi dei cugini la fanno presto ammalare.

    Dopo la guarigione, sotto consiglio del medico, la zia, desiderosa di sbarazzarsi della ragazza, la invia al collegio di Lowood dove, nonostante la scarse condizioni igieniche e di insegnamento e un epidemia in cui Jane perde la migliore amica, resta fino ai diciotto anni. Diventata nel frattempo istitutrice di Lowood decide, a 19 anni, di cambiare vita e lasciare il collegio dopo aver trovato lavoro come educatrice presso Edward Fairfax Rochester, nobile padrone di Thornfield.

    Arrivata a Thornfield diventa istitutrice di Adele, protetta di Rochester.
    La sua permanenza a Thornfield vede la nascita di un forte sentimento verso Rochester. Tuttavia un segreto minaccia il coronamento del sogno d'amore di Jane ....

    Jane Eyre è indipendente e moderna; una donna acuta, intelligente, con un grande spirito di sacrificio e, al contempo, un assoluto rispetto di sé stessa. Nonostante i soprusi subiti in infanzia e nell’adolescenza, riesce a prendere in mano la propria vita, facendone un piccolo capolavoro. E, a dispetto di tutto il male che ha visto, nella sua giovane esistenza, è ancora in grado di scorgere la bellezza, di lasciarsi meravigliare dall’amore.
    Anche Rochester è un uomo deluso dalla vita, seppure in modo diverso ma, a dispetto di ciò, è ancora desideroso di mettersi in gioco, di riscattarsi, di provare ad essere felice.

    I dialoghi sono pieni e intensi, le atmosfere suggestive e incantate, i sentimenti vividi e coinvolgenti.
    Tutto ciò rende Jane Eyre un piccolo capolavoro della letteratura inglese.
    Moderno e senza tempo, è un classico irrinunciabile . Un libro da leggere almeno una volta nella vita.

    ha scritto il 

Ordina per