Jarka Ruus

Il druido supremo di Shannara - Vol. 1

Di

Editore: Mondadori (Oscar bestsellers)

3.7
(816)

Lingua: Italiano | Numero di pagine: 303 | Formato: Tascabile economico

Isbn-10: 8804532602 | Isbn-13: 9788804532606 | Data di pubblicazione: 

Traduttore: Riccardo Valla

Disponibile anche come: Copertina rigida

Genere: Narrativa & Letteratura , Fantascienza & Fantasy , Viaggi

Ti piace Jarka Ruus?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis

ACQUISTA LIBRO
Acquisto non disponibile
per questo libro
Descrizione del libro
Sono passati vent'anni dal viaggio della nave volante Jerle Shannara. AdessoGrianne Ohmsford non si fa più chiamare Strega di Ilse e ha votato la sua vitaal progresso delle Quattro Terre mediante lo sfruttamento delle conoscenze deiDruidi. Come primo atto, ha ricostruito il Consiglio dei Druidi, che adessopresiede, e cerca da anni di arrivare a una pace duratura tra i Liberi e laFederazione. Non tutti, però, la pensano come lei. Sono molti i druidiconvinti che il loro destino sia quello di dominare le altre razze e cheGrianne dovrebbe esercitare maggiormente il potere.
Ordina per
  • 3

    Il solito autoplagio ben scritto.

    C'è poco da fare, questo è Brooks: ogni saga si basa sullo stesso script ripetuto fino alla nausea, e questo primo capitolo non fa la differenza. Ci sono i soliti piccoli eroi che si innamorano in un ...continua

    C'è poco da fare, questo è Brooks: ogni saga si basa sullo stesso script ripetuto fino alla nausea, e questo primo capitolo non fa la differenza. Ci sono i soliti piccoli eroi che si innamorano in un secondo, i soliti talismani, le solite vicende, i soliti personaggi, le solite casate e le solite situazioni. Fortunatamente non ci proiettiamo anche nel solito futuro lontano, e sono proprio alcune vecchie conoscenze a salvare la situazione.
    Da un lato, Brooks è sorprendente: ha scritto decine di libri copiandosi da solo fino all'inaccettabile, ma ti spinge comunque a continuare la collezione di letture, perchè è davvero bravo nel suo mestiere. Descrizioni, dialoghi e pensieri sono rappresentati benissimo dalla sua penna, a volte perfino così dettagliati da risultare noiosi.
    Dall'altro lato, mi delude sempre di più: un autore così talentuoso ma altrettanto spaventato, che non rompe minimamente gli schemi di sicurezza che lo hanno reso famoso e tenuto in vita per anni.
    Ogni volta potrebbe regalarci saghe stupende come la prima, ma poi si perde in una reinterpretazione di se stesso. Inizio a pensare che non sappia fare altro...

    ha scritto il 

  • 5

    Il Druido Supremo di Shannara - Vol 1
    Molto bello. Ho trovato che Terry Brooks questa volta si dilunghi un po' meno del solito con le descrizioni, ma forse è dovuto al fatto che mi ero presa una lunga ...continua

    Il Druido Supremo di Shannara - Vol 1
    Molto bello. Ho trovato che Terry Brooks questa volta si dilunghi un po' meno del solito con le descrizioni, ma forse è dovuto al fatto che mi ero presa una lunga pausa da lui, quindi può anche essere soltanto una mia impressione.
    Comunque, questa trilogia sembra interessante: un'unica storia divisa in 3 volumi (non banale con Brooks). Le storie parallele, seguendo peripezie e pensieri di diversi personaggi, sono ben orchestrate e si alternano sapientemente, in modo che la curiosità divori il lettore.

    ha scritto il 

  • 4

    ritorno al classico!

    Dopo la sperimentazione(ottimamente riuscita) del Viaggio della Jerle Shannara, Brooks ritorna agli stilemi classici del fantasy, con questo primo romanzo di una trilogia, quella del Druido supremo di ...continua

    Dopo la sperimentazione(ottimamente riuscita) del Viaggio della Jerle Shannara, Brooks ritorna agli stilemi classici del fantasy, con questo primo romanzo di una trilogia, quella del Druido supremo di Shannara, che è proprio un inno al genere, dopo tanti anni di "fantasy, ma un po' particolare"!

    Davvero un piacere leggere questo libro, riposante, avvincente, bello bello!

    ha scritto il 

  • 4

    Dopo una lunga pausa, è sempre un piacere reimmergersi nel magico mondo di Shannara. Penso che si godano di più questi libri se non letti a raffica uno dopo l'altro, c'è più soddisfazione...

    ha scritto il 

  • 2

    Dopo la controversa trilogia de "Il Viaggio della Jerle Shannara",Terry Brooks ritorna nel mondo delle Quattro Terre,donandoci l'ennesima trilogia di una saga che ormai supera la ventina di volumi.La ...continua

    Dopo la controversa trilogia de "Il Viaggio della Jerle Shannara",Terry Brooks ritorna nel mondo delle Quattro Terre,donandoci l'ennesima trilogia di una saga che ormai supera la ventina di volumi.La storia però,come già succedeva parzialmente nella trilogia delle navi volanti,risulta essere alquanto sciatta,prevedibile e una fastidiosa sensazione di già visto accompagna il lettore lungo tutta la durata del libro.
    Se ne "La Spada di Shannara" Brooks ricopiava sfacciatamente molte situazioni de "Il Signore degli Anelli",in Jarka Ruus l'impressione è che sia passato a copiare situazioni e clichè già letti nei suoi romanzi precedenti.
    "Jarka Ruus" ha il pregio della scorrevolezza e alcuni punti della trama sono interessanti,ma tutto ciò scompare in un mare di mediocrità.Brooks ha cercato di dare maggiore rilevanza alle vicende politiche delle Quattro Terre,ma ha fallito miseramente,risultando totalmente inadatto a costruire un alone di mistero,intrighi e macchinazioni intorno alla trama.Se nei primi 8 romanzi del Ciclo di Shannara l'autore era riuscito,grazie ad ambientazioni suggestive,trame ben delineate ed un ottimo uso dei classici elementi del fantasy;a mascherare tutti i suoi innegabili difetti( ripetitività di situazioni e personaggi,mancanza di complessità nella descrizione del mondo delle Quattro Terre e delle varie culture dei popoli che lo compongono) in questo romanzo e in generale nelle ultime due trilogie combina un disastro,costruendo una trama piatta e mostrando delle crepe narrative degne della peggior Troisi.L'impressione finale è che con questa trilogia Brooks abbia davvero toccato il fondo,umiliando e sacrificando la sua bravura sull'altare del dio denaro.Speriamo che si ravveda e torni l'autore fantastico che tutti noi abbiamo amato,che torni a scrivere romanzi come le pietre magiche di shannara,il druido di shannara e il fuoco degli angeli;perchè sprecare un talento del genere è davvero un peccato...

    ha scritto il