Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Jeff Hawke

I Classici del Fumetto di Repubblica n. 39

Di ,,

Editore: Gruppo Editoriale L'Espresso

3.6
(63)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 267 | Formato: Paperback

Isbn-10: A000016657 | Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Genere: Comics & Graphic Novels , Fiction & Literature , Science Fiction & Fantasy

Ti piace Jeff Hawke?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
E' con Jeff Hawke, dal 1954, che la fantascienza a fumetti diventa una cosa seria. Ufficiale della Royal Air Force britannica, Jeff vive in un futuro non troppo lontano in cui si compiono viaggi spaziali, l'uomo è entrato in comunicazione con extraterrestri assai intelligenti dalle forme bizzarre, e la scienza incontra il paranormale e si scontra con esso. Il nostro protagonista riesce a mantenersi calmo di fronte a tutte le stranezze cui il suo presente lo sottopone, facendosi guidare da un'intelligenza intuitiva, una preparazione scientifica e un'apertura mentale davvero straordinarie. Questo volume racconta alcune delle sue storie più celebri, tra cui Giocattoli immortali, dove Hawke cerca di scoprire il segreto di antichi e misteriosi insetti, Made in Birmingham, che narra di uno sconvolgente paradosso temporale, e Chacondar, in cui vediamo la Gioconda di Leonardo entrare nei grandi enigmi dello spazio infinito.
Ordina per
  • 3

    Gli alieni ci parlano

    Ancora moderno e godibile nonostante il tempo trascorso, Jeff Hawke, uno dei fumetti più saccheggiati dal cinema, prende le mosse dalla fantascienza umanistica alla Bradbury per affascinare anche a distanza di decenni. A parte l'orrenda seconda storia, un volume da conservare.

    ha scritto il 

  • 5

    Due vite...

    Le prime storie mi hanno affascinato e sedotto... ancora non c'era 2001 odissea nello spazio e tantomeno Guerre stellari... erano i tempi di Ultimatum alla terra: "Klaatu barada nikto!". Un'altra fantascienza piena di fantasia, di mistero e di ironia (parlo dell'automobile che va nello spazio: da ...continua

    Le prime storie mi hanno affascinato e sedotto... ancora non c'era 2001 odissea nello spazio e tantomeno Guerre stellari... erano i tempi di Ultimatum alla terra: "Klaatu barada nikto!". Un'altra fantascienza piena di fantasia, di mistero e di ironia (parlo dell'automobile che va nello spazio: da cui il film con Mac Murray)... non è un caso che gli alieni di Guerre stellari (nel bar) siano ripresi da qui... poi le storie "dopo" non sono più sincere... non le considerate.

    ha scritto il 

  • 3

    ...dalla parte degli alieni

    All'inizio Jeff Hawke si batte contro gli alieni poi sostituisce la violenza alla diplomazia e diventa una sorta di "ambasciatore dell'umanità". Nelle storie di Hawke sono presente numerose razze di alieni che si incontrano/scontrano per i più disparati motivi e, spesso, il compito del protagonis ...continua

    All'inizio Jeff Hawke si batte contro gli alieni poi sostituisce la violenza alla diplomazia e diventa una sorta di "ambasciatore dell'umanità". Nelle storie di Hawke sono presente numerose razze di alieni che si incontrano/scontrano per i più disparati motivi e, spesso, il compito del protagonista è proprio quello di "mediare" tra le diverse "etnie".

    ha scritto il