Hooray! You have added the first book to your bookshelf. Check it out now!
Create your own shelf sign up
[−]
  • Search Digit-count Valid ISBN Invalid ISBN Valid Barcode Invalid Barcode

Jessie

By Stephen King

(7)

| Paperback | 9782277240273

Like Jessie ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free

Book Description

Depuis dix-sept ans, Jessie, épouse de l'avocat Gerald Burlingame, doit subir ses jeux sexuels pervers. Mais cette fois, c'en est trop. Enchaînée sur son lit par des menottes qui lui enserrent les poignets, Jessie refuse de se laisser faire et quand Continue

Depuis dix-sept ans, Jessie, épouse de l'avocat Gerald Burlingame, doit subir ses jeux sexuels pervers. Mais cette fois, c'en est trop. Enchaînée sur son lit par des menottes qui lui enserrent les poignets, Jessie refuse de se laisser faire et quand son mari tente de la violer, elle lui donne un coup qui l'envoie au tapis. Il ne s'en relèvera pas. Jessie reste à moitié inconsciente. Parfois, elle entend des voix qui lui rappellent des épisodes de sa vie passée, comme pour la punir d'avoir tué son mari. Dans ses souvenirs, elle revoit Ruth, sa copine d'université, puis cette fameuse éclipse de juillet 1963 où son père s'était amusé avec elle à un drôle de jeu. Lorsqu'elle aperçoit face à elle un étrange visiteur à la mallette en peau humaine, il ne semble pas cette fois sortir d'un songe. La panique la gagne. Jessie arrivera-t-elle à se libérer et à sauver sa vie ?

Un huis-clos terrifiant où Stephen King, en explorant en virtuose les fantasmes et les cauchemars de son héroïne, ravive les peurs les plus secrètes de l'être humain. --Claude Mesplède

312 Reviews

Login or Sign Up to write a review
  • 1 person finds this helpful

    Imprendibile Re!!!

    Solo il grandissimo Stephen King si può permettere il lusso e la forte responsabilità di confezionare un serrato thriller psicologico di 367 fottute pagine, ambientandolo in un'unica location, per l'esattezza una piccola stanza, con un solo personagg ...(continue)

    Solo il grandissimo Stephen King si può permettere il lusso e la forte responsabilità di confezionare un serrato thriller psicologico di 367 fottute pagine, ambientandolo in un'unica location, per l'esattezza una piccola stanza, con un solo personaggio protagonista, una donna legata con le manette alla tastiera del letto.
    "Il gioco di Gerald" è un esercizio di stile che dimostra, se ancora ce ne fosse bisogno, che il Re è solo e soltanto uno, e che le sue insuperabili doti sono la perfetta amalgama di una padronanza tecnica impressionante e di una fertile e acuta fantasia, capace di regalarci storie che trabordano dai generi e diventano alta letteratura senza barriere e confini.
    "Il gioco di Gerald" dispensa tensione ad ettolitri, porta all'apnea dell'angoscia, in una vera e propria lotta per la sopravvivenza che unisce lettore e protagonista di fantasia. E' una battaglia che diventa vero e proprio scontro con i demoni interiori, con le fragilità, con gli scomodi scheletri nell'armadio che invadono la coscienza, tracimando sino a rasentare gli esili confini della follia. "Il gioco di Gerald" ci insegna che le paure vanno affrontate di petto, che dobbiamo guardare e sputare in faccia all'uomo nero, una perfetta e calzante metafora di riscatto della nostra esistenza.
    Chi ha definito King "Il Re dell'horror" non ha capito nulla. Chiamatelo semplicemente "Il Re".

    Is this helpful?

    Marco "killer mantovano" Piva said on Oct 6, 2014 | 1 feedback

  • 1 person finds this helpful

    *** This comment contains spoilers! ***

    Agghiacciante

    Come il 90% dei libri di King anche questo mi è piaciuto molto.
    Riesce con una sola stanza a disposizione a tenere il lettore incollato al libro fino all'ultima pagina. La cosa che mi ha stupito di più non sono le descrizioni di ciò che accade nella ...(continue)

    Come il 90% dei libri di King anche questo mi è piaciuto molto.
    Riesce con una sola stanza a disposizione a tenere il lettore incollato al libro fino all'ultima pagina. La cosa che mi ha stupito di più non sono le descrizioni di ciò che accade nella stanza (SPAM : quando il marito viene masticato e mangiato dal cane o quando lei si taglia per fuggire dalle manette), ma ciò che è successo alla donna. Non so se il motivo vero sia perché sono mamma, ma quando racconta "il giorno dell'eclisse" mi sono venuti i brividi e le lacrime agli occhi. Non mi capacito come riesca a scrivere in una maniera così dettagliata e così veritiera. Da paura! Consigliato a tutti gli amanti di King, da non perdere questa sua deliziosa chicca.

    Is this helpful?

    Angela said on Aug 25, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    L'intera storia si svolge con una sola protagonista che si ritrova in un solo ambiente ammanettata a un letto dopo un gioco erotico. Basterebbe un racconto di sole 20 pagine per descrivere l'accaduto, invece incredibilmente King dà vita a un dialogo ...(continue)

    L'intera storia si svolge con una sola protagonista che si ritrova in un solo ambiente ammanettata a un letto dopo un gioco erotico. Basterebbe un racconto di sole 20 pagine per descrivere l'accaduto, invece incredibilmente King dà vita a un dialogo folle, e solo apparentemente irrazionale, fra diverse parti del subconscio di Jessie, la quale ripercorre episodi che hanno segnato la sua vita da quando era bambina, episodi che credeva di aver rimosso.
    La lettura di questo libro somiglia a un incubo dal quale si vorrebbe subito uscire ma è necessario arrivare fino in fondo per potersi risvegliare e, come se non bastasse, anche il finale riserva qualche interessante passaggio macabro e cruento.

    Is this helpful?

    Synphofe said on Aug 22, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Dopo un libro Ni e uno bello bello, ma non particolarmente spaventoso....finalmente un libro di King che mi ha fatto venire gli incubi! Ero quasi rassegnata... ciò nonostante, continuo a preferire li Carrie...l'ho trovato lento e prolisso, a tratti f ...(continue)

    Dopo un libro Ni e uno bello bello, ma non particolarmente spaventoso....finalmente un libro di King che mi ha fatto venire gli incubi! Ero quasi rassegnata... ciò nonostante, continuo a preferire li Carrie...l'ho trovato lento e prolisso, a tratti fino alla noia...

    Is this helpful?

    Vale vally - mammafelice ❤️ said on Aug 7, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Come si fa a scrivere un libro dove la scena è una camera da letto e non cambia mai, la protagonista una donna sola e riuscire a mantenere l'attenzione e il fiato sospeso dall'inizio alla fine??? Ah già, basta chimarsi Stephen King...

    Is this helpful?

    Daniele said on Jul 30, 2014 | Add your feedback

  • 2 people find this helpful

    Una lunga eclissi solare

    Leggendo questo libro appare evidente la bravura di King e il suo meritato successo. Pur essendo che la trama è molto scarna e potrebbe essere riassunta totalmente in poche righe... pur essendo che qualsiasi altro autore con una trama come questa sar ...(continue)

    Leggendo questo libro appare evidente la bravura di King e il suo meritato successo. Pur essendo che la trama è molto scarna e potrebbe essere riassunta totalmente in poche righe... pur essendo che qualsiasi altro autore con una trama come questa sarebbe potuto andare avanti per una ventina di pagine al massimo, King riesce a costruirci attorno un vero e proprio romanzo di 368 pagine che scorrono incredibilmente veloci nonostante siano del tutto caratterizzate da infinite descrizioni, introspezioni, ricordi e incubi che si mescolano alla realtà. I momenti dove accade davvero qualcosa sono talmente pochi che sembra incredibile come tutto questo possa non annoiare, eppure non lo fa. Quando a poche pagine dall'inizio ho realizzato come la trama fosse quasi del tutto lì e ho guardato le tante pagine rimanenti alla fine ero un po' spaventata, ho pensato che non sarei riuscita a finirlo e invece eccomi qua a recensirlo e a consigliarne la lettura. "Il gioco di Gerald" è un romanzo claustrofobico, cadenzato ed onirico, con una forte predominanza horror che lo fa assomigliare ad un lunghissimo incubo, ci sono punti che non si capisce quanto ci sia di reale e quanto la mente della protagonista sia irrimediabilmente corrotta. Ciò che accade nel presente aiuta ad aprire un varco nel passato e a portare a galla ricordi talmente scomodi che fanno rendere conto di quanto la protagonista non sia solo prigioniera reale, ma che la sua prigionia aveva radici ben più profonde a livello mentale e questo parallelismo offre un'altra riprova del fatto che King nello scrivere questo libro non ha solo messo assieme una trama fantasiosa qualsiasi ma ha accorpato bene tanti elementi apparentemente scollegati tra loro per dare a tutto un senso ben preciso ed univoco. Il finale poi chiude definitivamente il cerchio e con esso ogni dubbio viene risolto, come il termine di una eclissi solare di vastissima portata.

    Is this helpful?

    eccentrika said on Jun 29, 2014 | Add your feedback

Book Details

Improve_data of this book