Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

John Harvey Kellogg

Mai dire mais

Di

Editore: Bevivino

4.1
(13)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 128 | Formato: Copertina morbida e spillati

Isbn-10: 8895923448 | Isbn-13: 9788895923444 | Data di pubblicazione: 

Genere: Biography , Humor

Ti piace John Harvey Kellogg?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Venerato come un idolo da generazioni di casalinghe in sovrappeso, il Dottor John Harvey Kellogg è passato alla storia come l’inventore dei corn flakes, del burro d’arachidi e di altri settantacinque alimenti gastricamente corretti. Fra il 1876 e il 1943, nelle gelide lande del Michigan centro-meridionale, ha diretto il Sanitarium di Battle Creek, una lussuosa clinica frequentata da migliaia di obesi, dispeptici ed erotomani di tutto il mondo. Salutista maniaco e ossessivo, il Dottor Kellogg imponeva ai suoi pazienti uno strampalato regime alimentare e clisteri a tutto spiano, coinvolgendoli in deliranti sedute di esercizio fisico e mettendo morbosamente al bando qualsiasi tipo di stimolazione sessuale. Paranoico, testardo e inflessibile, non esitava a somministrare, in nome della salute, clisteri da cinquanta litri e mutilazioni genitali. I fiocchi di mais più famosi al mondo, i Kellogg’s, celano una storia ai limiti dell’incredibile, carica di eccessi, raccontata per la prima volta in una biografia scanzonata e tremendamente divertente.
Ordina per
  • *** Attenzione: di seguito anticipazioni sulla trama (SPOILER) ***

    4

    (leggi l'originale su http://pensieriusati.wordpress.com/2013/05/18/mai-dire-… )

    Neanche il tempo di iniziarlo che già è finito.
    Un’interessante biografia, narra la storia del dottor Kellogg (sì, proprio quello dei cereali), e delle sue manie salutiste.

    Non ve la farò lung ...continua

    (leggi l'originale su http://pensieriusati.wordpress.com/2013/05/18/mai-dire-mais/ )

    Neanche il tempo di iniziarlo che già è finito.
    Un’interessante biografia, narra la storia del dottor Kellogg (sì, proprio quello dei cereali), e delle sue manie salutiste.

    Non ve la farò lunga, anche perché si legge in un paio d’ore, quindi vi dirò solamente che era un inquisitore redivivo.
    Nella sua clinica, infatti, sperimentava diverse terapie innovative:

    - clisteri di yogurt (e non solo! Specialità della casa era quello da 56 litri °A° )
    - elettroshock
    - passare ore nudi in terrazza nelle notti invernali
    - lettini vibranti (almeno tre quarti d’ora per seduta…)
    - altre stranezze che leggerete con le lacrime agli occhi.

    Sì, era un pazzo. Il pazzo che ha creato quei fiocchi di mais che ancora oggi mangiamo a colazione, nate da una vasca di mais ammuffita… ma di questo e di molto altro potrete leggere sul libro.

    ha scritto il 

  • 4

    MAI DIRE MAIS (Bevivino) è la chiara dimostrazione che i deliri di un bravo scrittore possono diventare un libro. Il bravo scrittore in questione è Silvestro Ferrara, i deliri sono sul cattivissimo John Harvey Kellog: un salutista psicopatico, a quanto si legge, che aveva un modo tutto suo di tra ...continua

    MAI DIRE MAIS (Bevivino) è la chiara dimostrazione che i deliri di un bravo scrittore possono diventare un libro. Il bravo scrittore in questione è Silvestro Ferrara, i deliri sono sul cattivissimo John Harvey Kellog: un salutista psicopatico, a quanto si legge, che aveva un modo tutto suo di trattare con i pazienti, a colpi di clisteri da cinquanta litri e con regimi alimentari davvero ignobili. L’inventore dei corn flave se la passa davvero male nella descrizione del giovane autore che riesce a sviscerare le vicende legate a questo pazzoide con una narrazione romanzata e funambolica. Insomma scoprite chi si cela dietro la famosa K.

    ha scritto il 

  • 5

    Trovo che sia un libro semplicemente sorprendente, fosse anche solo per il semplice fatto di mostrare un lato del tutto sconosciuto del padre dei cereali più famosi al mondo. La scrittura, scorrevole e intrisa di toni grotteschi ma fedeli alla realtà, permettono di leggere questo piacevolissimo l ...continua

    Trovo che sia un libro semplicemente sorprendente, fosse anche solo per il semplice fatto di mostrare un lato del tutto sconosciuto del padre dei cereali più famosi al mondo. La scrittura, scorrevole e intrisa di toni grotteschi ma fedeli alla realtà, permettono di leggere questo piacevolissimo libro tutto d'un fiato. Alla fine si resta increduli e scioccati, ma anche carichi di domande e riflessioni su quanto si possa nascondere dietro un personaggio noto, con tanti aspetti ancora in ombra e tutti da scoprire.

    ha scritto il