Jonathan Strange & il signor Norrell

Voto medio di 2003
| 262 contributi totali di cui 253 recensioni , 9 citazioni , 0 immagini , 0 note , 0 video
All'inizio dell'Ottocento, della magia inglese rimangono quasi solo leggende come quella di Re Corvo, il grande mago capace di fondere la sapienza delle fate con la ragione umana. Ma dalle regioni del Nord un tempo visitate da elfi e folletti appare ...Continua
Ha scritto il 14/08/17
Noioso!
Ho trovato questo libro molto lungo, a tratti interessante, a tratti davvero noioso. La storia di due maghi, la loro diversità, la loro evoluzione. I personaggi sono freddi e distaccati, la trama troppo diluita nelle fin troppe pagine che l'autrice ...Continua
Ha scritto il 10/08/17
Uno dei più noiosi libri che abbia mai letto.
Ha scritto il 31/05/17
Noioso , prolisso, lento, pieno di descrizioni lunghe e dispersive, poca azione, di fatto passano infinite pagine prima che accada qualcosa e quando si verifica un qualche minimo evento degno di nota si procede attraverso una melina di parole, ...Continua
Ha scritto il 24/01/17
Un incanto di libro
Prendete tre generi letterari come il Romanzo Storico, la Comedy of Manners, il Fantasy e mescolateli assieme, cosa ne verrà fuori? Nel 99% dei casi probabilmente ne uscirà una ciofeca, per questo il romanzo della Clarke è degno di interesse, ...Continua
  • 8 mi piace
  • 2 commenti
Ha scritto il 20/01/17
Ma la magia in Inghilterra si è davvero estinta? Siamo nei primi anni dell'800 e il signor Norrell afferma di essere l'ultimo mago ancora in vita. Viene quindi invitato a Londra per dimostrare le sue abilità, e da qui comincia una serie di ...Continua

Ha scritto il Jan 03, 2017, 17:10
Childermass sapeva ciò che i giovani udivano nel rullo del tamburo e negli squilli di tromba e che li spingeva a lasciare le loro case per andare a fare il soldato; e conosceva la tazzina di gloria e la damigiana di infelicità che li aspettavano ...Continua
Ha scritto il Jan 03, 2017, 17:07
Immaginate, se volete, un uomo seduto nella sua biblioteca un giorno dopo l'altro: un ometto senza particolari attrattive. Un libro é posato sul tavolo davanti a lui, a portata di mano penne, un coltellino per affilare, inchiostro, carta, taccuini. ...Continua
Ha scritto il Jan 03, 2017, 16:59
Una vasta chiesa nel cuore dell'inverno è il più delle volte un luogo deprimente; sembra che il gelo di centinaia di inverni sia stato conservato nelle pietre e trasudi da esse
Ha scritto il Sep 10, 2015, 16:48
"Un mago potrebbe uccidere con la magia?" domandò Lord Wellington a Strange. Strange aggrottò la fronte. Parve non gradire la domanda. "Sì, suppongo che un mago potrebbe farlo", ammise. "Ma un gentiluomo no"
Ha scritto il Mar 23, 2010, 09:31
"Un giorno", le disse, "troverò la formula e scaccerò la Notte. E quel giorno verrò da te." "Sì. Un giorno. Ti aspetterò fino ad allora."
Pag. 878
  • 1 commento

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una nota!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi