Create your own shelf sign up

Together we find better books

[−]
  • Search Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Juntos

By

Publisher: Montena

3.8
(1279)

Language:Español | Number of Pages: 336 | Format: Others | In other languages: (other languages) English , Catalan , Italian , Portuguese , Chi traditional , French , German , Danish

Publish date: 

Also available as: Paperback

Category: Fiction & Literature , Science Fiction & Fantasy , Teens

Do you like Juntos ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free
Book Description
Ha llegado el momento más importante en la vida de Calla: las autoridades van a comunicarle quién es su “pareja perfecta”, la persona con quien deberá compartir el resto de su vida. Pero un extraño error informático hará que Calla se enamore de la persona equivocada…
Sorting by
  • 3

    Il libro non è male. Un pò soft... leggendolo non si resta con il fiato sospeso, anche se la storia è carina. Ci sono molti punti che sembrano prendere spunto da altri libri conosciuti, come la divisione della società, le relazioni amorose. Il triangolo amoroso mi è sembrato molto simile a quello ...continue

    Il libro non è male. Un pò soft... leggendolo non si resta con il fiato sospeso, anche se la storia è carina. Ci sono molti punti che sembrano prendere spunto da altri libri conosciuti, come la divisione della società, le relazioni amorose. Il triangolo amoroso mi è sembrato molto simile a quello di Hunger Games dove la protagonista è innamorata di due ragazzi, anche se l'amore che prova per l'uno e l'altro è diverso. Mentre la divisione della società mi ricordava Divergent. Non ci sono troppe descrizioni dei luoghi e quindi non si è del tutto immersi nella storia.

    said on 

  • *** This comment contains spoilers! ***

    2

    Boh...

    Il titolo non è casuale, sinceramente ero partita con aspettative un pò elevate forse, non avendo mai letto nulla di quest'autrice non so come siano altri suoi libri. Comunque sia Matched non mi è piaciuto particolarmente. Tanto per cominciare i personaggi non sono caratterizzati bene, e questo ( ...continue

    Il titolo non è casuale, sinceramente ero partita con aspettative un pò elevate forse, non avendo mai letto nulla di quest'autrice non so come siano altri suoi libri. Comunque sia Matched non mi è piaciuto particolarmente. Tanto per cominciare i personaggi non sono caratterizzati bene, e questo (a mio modestissimo parere) non ti porta all'interno della storia, ma continui a leggere giusto per capire come si svolgono i fatti. Cassia l'ho trovata un personaggio troppo volubile, non mi è piaciuta per niente. Il mondo le cade addosso dove aver visto la foto di Ky. Questo dimostra che alla fine di Xander poco gliene importa. Parlando di Xander è un personaggio che secondo me doveva essere molto più presente, forse anche di più rispetto ai familiari di Cassia, perché apparentemente è come se l'autrice ha voluto creare una sorta di triangolo, che però non si è nemmeno lontanamente sviluppato proprio perché Xander due volte c'è e dieci no. Quindi non si vive il dubbio che poteva esserci in Cassia, se scegliere Ky oppure Xander, diciamo che ha scelto direttamente Ky e chissene frega.
    Anche il personaggio di Ky non mi convince, forse perché è troppo statico, sempre a mio parere.
    E poi veniamo alle somiglianze con altri scritti, come ho letto anche in altre recensioni. Il sistema è praticamente quello di The Giver, se non per qualche differenza, e si ci sono anche spunti da Hunger Games, anche solo il fatto che sono divisi in distretti per esempio!
    Non lo so non mi ha convinta molto. E' scritto in modo scorrevole, questo si, ma anche in modo troppo semplice, insomma sembra una storiella scritta da chiunque.
    Ripeto, è un mio soggettivo parere.
    In definitiva mi sento di non consigliarlo.

    said on 

  • 1

    L'ho abbandonato poco dopo averlo iniziato, non sono riuscita ad andare avanti.
    L'idea di base è bella è terrificante allo stesso tempo. Ma la protagonista, così come tutti quelli che la circondano sono irritanti. Ho letto poche pagine e già non la sopportavo. Lo stesso mi è successo con "D ...continue

    L'ho abbandonato poco dopo averlo iniziato, non sono riuscita ad andare avanti.
    L'idea di base è bella è terrificante allo stesso tempo. Ma la protagonista, così come tutti quelli che la circondano sono irritanti. Ho letto poche pagine e già non la sopportavo. Lo stesso mi è successo con "Delirium" delle stesso genere.
    Non riesco a capire come sia possibile che nessuno, NESSUNO, in quella città, segretamente la pensi diversamente. Che pensi con la propria testa, che sia un ribelle, (come dovrebbe essere!), così come non lo è nemmeno lei. Mah.
    Poi è pesante come lettura, non scorrevole.
    Personalmente lo sconsiglio.

    said on 

  • 3

    Storia carina, solo un po' troppo lenta. Avendolo letto dopo la serie di Delirium, ho trovato diversi punti in comune ma rimane comunque una storia che incuriosisce.
    Cassia, a differenza di altri personaggi di cui ho letto ultimamente, narrando in prima persona non risulta irritante o pesan ...continue

    Storia carina, solo un po' troppo lenta. Avendolo letto dopo la serie di Delirium, ho trovato diversi punti in comune ma rimane comunque una storia che incuriosisce.
    Cassia, a differenza di altri personaggi di cui ho letto ultimamente, narrando in prima persona non risulta irritante o pesante con i suoi pensieri. Mi piace il suo modo di reagire alle poesie del Nonno e a Ky. Già da questo primo volume si percepisce la sua tenacia e forza.
    Xander, nonostante sia il migliore amico e promesso di Cassia, non ha una grande parte nella storia. Dal momento che Cassia lo conosce bene, è un po' come se anche noi lo conoscessimo. Quindi non impariamo a conoscerlo e credo che questo coinvolga meno. Però, l'ho trovato un buon personaggio e con un atteggiamento tenero e protettivo nei confronti di Cassia.
    Ky è tutta un'altra storia. Attraverso le parole di Cassia, impariamo a conoscerlo e ad affezionarci a lui. Mi è piaciuto molto, a partire dalla consapevolezza del proprio ruolo all'interno della società che quindi lo porta a stare sempre nella media alla capacità di aprirsi unicamente con Cassia senza aver paura di essere se stesso. La sua storia è molto toccante e il rapporto con Cassia romantico e puro. La loro storia emoziona molto.
    Ho adorato il personaggio del Nonno e anche se è poco presente, ha una grande importanza nella vita di Cassia. Anche il resto della sua famiglia ha un ruolo positivo, dimostrando che la loro unione è molto più importante delle regole della Società.

    said on 

  • *** This comment contains spoilers! ***

    4

    Adictivo.

    A pesar de que pone que casi tardé un mes en leerlo, no fue por culpa del libro si no de mi tiempo. A pesar de todo, me enganchó lo suficiente para seguir leyendo sobretodo porque Cassia me encanta por el giro que da a partir de casi la mitad del libro. ¡Recomiendo leerlo

    said on 

  • *** This comment contains spoilers! ***

    2

    Altra trilogia distopica che ho scoperto e che ho deciso di leggere spinta dalle buone recensioni e dalla certezza interiore che sarebbe stata una storia molto pacata e rilassante. Non so perché ne ero così convinta. Forse la copertina bianca e verde, che fa tanto relax.
    La trama è molto se ...continue

    Altra trilogia distopica che ho scoperto e che ho deciso di leggere spinta dalle buone recensioni e dalla certezza interiore che sarebbe stata una storia molto pacata e rilassante. Non so perché ne ero così convinta. Forse la copertina bianca e verde, che fa tanto relax.
    La trama è molto semplice e, purtroppo, mi ha ricordato tanti, troppi libri del genere. Primo su tutti, per l’ambientazione, The Giver di Lois Lowry, anche se in questo caso il controllo esercitato sui cittadini è di un pelo meno pressante (è concesso avere figli propri, ad esempio). Poi Hunger Games, per la storia love-love tra i personaggi (anche qui un triangolo amoroso - ma dai?) e per la caratterizzazione dei personaggi, anche se Cassia è meno irritante di Katniss. Abbiamo naturalmente il ragazzo dolcissimo e lo zerbino.
    Fin qui niente di strano, sono un po’ i cliché dello YA, insomma quegli elementi che ormai troverermo sempre e ovunque in questi libri.
    Poi ci sono le scopiazzature dai “big”: Fahrenheit 451 e il superbig 1984, da cui l’autrice ha preso uguale uguale il metodo di tortura utilizzato per distruggere psicologicamente i dissidenti (qui chiamato, con molta fantasia, il dilemma del prigioniero). È probabile che ci siano altri riferimenti, ma riguardo al genere distopico non ho grandi conoscenze quindi devo fermarmi qui (anche se mi sembra più che sufficiente).

    Torniamo al libro in sé: ho dato due stelline perché ci sono tante cose che non tornano e, nonostante la lentezza, alcuni avvenimento accadono troppo in fretta. Ad esempio, i dubbi che cominciano a tormentare Cassia si trasformano ben presto in ostilità: troppo presto. La vediamo all’inizio del libro una ragazza fedele al Sistema e alle sue regole, anche se non fanatica. Però poi le basta vedere una faccia al posto di un’altra, e le sue convinzioni crollano improvvisamente. Un po’ troppo repentino, per i miei gusti. Il cambiamento interiore di Cassia è poco credibile ma soprattutto non sostenuto da fatti consistenti, come avviene in tutti gli altri romanzi che ho citato - sì, anche in Hunger Games, che alla fine si è rivelato una bolla di sapone.

    Matched. La scelta è un romanzo secondo me di qualità piuttosto scarsa, perché dà l’impressione che l’autrice abbia preso degli elementi e li abbia buttati in un gran calderone, convinta di fare fortuna. La scrittura è veramente semplice, a volte anche troppo, e lineare. Nessun guizzo stilistico che, come dico sempre, a volte salva un’opera senza trama.
    Però c’è da dire una cosa: nonostante tutto, non mi ha irritato. Alla fin fine seguivo le vicende della protagonista forse con un po’ di distacco, di condiscendenza (del tipo: e vabbuo’, vediamo che succede), però non mi ha mai spinto a saltare le pagine o abbandonarlo perché non sopportavo la protagonista e la storia.

    Consigliato o no? Direi di no… anche se so già che leggerò i seguiti. Magari la storia migliora.

    said on 

  • *** This comment contains spoilers! ***

    4

    Il giorno che Cassia ha atteso per tutta la vita è finalmente arrivato: il giorno del suo diciassettesimo compleanno coincide con il Banchetto di Abbinamento, durante il quale scoprirà il volto del suo compagno. Cassia sa che sarà l'uomo perfetto per lei, visto che la Società non sbaglia mai. E q ...continue

    Il giorno che Cassia ha atteso per tutta la vita è finalmente arrivato: il giorno del suo diciassettesimo compleanno coincide con il Banchetto di Abbinamento, durante il quale scoprirà il volto del suo compagno. Cassia sa che sarà l'uomo perfetto per lei, visto che la Società non sbaglia mai. E quando compare il volto del suo migliore amico Xander, Cassia è al settimo cielo. La mattina seguente, però, sulla microscheda che le è stata consegnata, compare la fotografia di Ky, un'Aberrazione. E Cassia si ritrova a dover decidere da sola, per la prima volta nella sua vita, se seguire le regole o il proprio cuore.

    Un libro tranquillo, fatto di passeggiate nei boschi, lezioni e uscite con gli amici. Non accade niente di spettacolare. Ma riesce a farti assaporare una vita priva di decisioni, una vita dove tutto è già stato deciso. Una vita dove esistono solo cento canzoni, cento racconti, cento poesie, accuratamente catalogate. Dove a ventuno anni ci si sposa, e a ottanta si muore. Dove si è tutti uguali. E dove si è felici solo perché non si conosce altro...

    * La specializzazione impedisce che le persone vengano sovraccaricate. Non abbiamo bisogno di sapere tutto. E, come ci ricorda la Società, c'è una grossa differenza tra conoscenza e tecnologia. La conoscenza non ci tradisce mai.
    * A che servirebbe avere qualcosa di bello, se non lo si condividesse? Sarebbe come avere una poesia, una poesia meravigliosa e appassionata che nessun altro conosce, e darla alle fiamme.
    * Questa è la differenza tra noi. Io vivo per catalogare; lui sa creare. Può scrivere parole ogni volta che vuole. Può far volteggiare il dito sull'erba, affondarlo nella sabbia, usarlo per incidere la corteccia di un albero.
    * Ky sa le regole del gioco. Conosce le regole di tutti i loro giochi, anche di quello che ha appena perso. Sa esattamente come si gioca, ed è per questo che perde ogni volta.

    said on 

  • 4

    依書裡所描述的社會國的標準,來概述《配對》這本書的主要內容,大概會直接分類為『違法,有叛亂潛質』,詳細情形則一切隱密。


    烏托邦,我們大概的印象都是理想完美的一種境界,但理想到底是要做到什麼程度,才是真正的烏托邦世界?這個問題有太多的解讀,似乎有一個正確的答案,卻很難說出口,因為覺得太過荒繆,如果人本就完美,理想的世界自然會產生,但事實是,人一直以來,都是不完美的。


    初時,社會國的確帶來了一股久違的舒適感,沒有犯罪沒有動亂沒有抗爭,與我們這些社會國口中的舊時代的人相比,社會國的人民可以全然放心過生活,隨著閱讀的深入,我好像做了一個夢,腦海裡開始出現一個畫面,一個 ...continue

    依書裡所描述的社會國的標準,來概述《配對》這本書的主要內容,大概會直接分類為『違法,有叛亂潛質』,詳細情形則一切隱密。

    烏托邦,我們大概的印象都是理想完美的一種境界,但理想到底是要做到什麼程度,才是真正的烏托邦世界?這個問題有太多的解讀,似乎有一個正確的答案,卻很難說出口,因為覺得太過荒繆,如果人本就完美,理想的世界自然會產生,但事實是,人一直以來,都是不完美的。

    初時,社會國的確帶來了一股久違的舒適感,沒有犯罪沒有動亂沒有抗爭,與我們這些社會國口中的舊時代的人相比,社會國的人民可以全然放心過生活,隨著閱讀的深入,我好像做了一個夢,腦海裡開始出現一個畫面,一個四角及其十二條邊線全被深灰色的鐵製品鑲嵌著的玻璃方塊在空氣中飄流著,方塊中的女孩不斷敲打透明牆面,我感覺越來越窒息。

    為了控制人性中的不完美,彷彿是現代社會的終極升級版的社會國,把一切簡化到不需選擇、不用渴望、不必競爭,國家會幫人民將人生分類好,甚至連壽命都是一個理想的安排。這就像是把本就是生長在土裡的植物硬生生地懸吊在空中種植,只要控制好一切就會得當,可是我們都知道這就像那些總會長出怪物的災難電影,控制的東西總會失控。
    全文於http://monkey1980.pixnet.net/blog/post/35829695

    said on 

Sorting by