Just Kids

By

Publisher: Ecco Press

4.4
(778)

Language: English | Number of Pages: 279 | Format: Hardcover | In other languages: (other languages) Italian , Spanish , French , Chi traditional , German

Isbn-10: 006621131X | Isbn-13: 9780066211312 | Publish date: 

Also available as: Paperback , eBook

Category: Art, Architecture & Photography , Biography , Music

Do you like Just Kids ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free
Book Description
Sorting by
  • 4

    Il sacro fuoco dell'arte

    Volere, fortemente volere essere artista. La storia di Robert e Patti e della realizzazione dei loro sogni. Leggendo il libro si comprendere l'energia che Patti Smith mette nella sua musica e nei suoi ...continue

    Volere, fortemente volere essere artista. La storia di Robert e Patti e della realizzazione dei loro sogni. Leggendo il libro si comprendere l'energia che Patti Smith mette nella sua musica e nei suoi concerti.

    said on 

  • 5

    Just finished Patti Smith's just kids during my trip to Kyoto.
    Great book about her love and life-long friendship with Robert Mapplethorpe. A bitter experience for her to part with the late Robert, bu ...continue

    Just finished Patti Smith's just kids during my trip to Kyoto.
    Great book about her love and life-long friendship with Robert Mapplethorpe. A bitter experience for her to part with the late Robert, but i reckon Patti, compared to many others, is the lucky one to have someone in her life holding her in one piece. Love her even they separated as lovers. Reading the final cheaper of the book, Patti narrated her sadness letting go Robert, i feel so sad, I can't hold my tears. Just cannot.

    said on 

  • 4

    Jesus died for somebody's sins but not mine

    So my last image was as the first. A sleeping youth cloaked in light, who opened his eyes with a smile of recognition for someone who had never been a stranger.

    said on 

  • 4

    Vissi d'arte, vissi d'amore.

    "Indossavo un lungo abito blu di rayon a pois bianchi e un cappello di paglia, il mio completo da La valle dell'Eden. Al tavolo alla mia sinistra Janis Joplin teneva banco con la sua band. Più lontano ...continue

    "Indossavo un lungo abito blu di rayon a pois bianchi e un cappello di paglia, il mio completo da La valle dell'Eden. Al tavolo alla mia sinistra Janis Joplin teneva banco con la sua band. Più lontano, sulla destra, c'erano Grace Slick e i Jefferson Airplane, assieme ai componenti dei Country Joe and the Fish. All'ultimo tavolo di fronte alla porta c'era Jimi Hendrix, il capo chino, mangiava col cappello in testa dirimpetto a una bionda".

    'Sti Cazzi!

    said on 

  • 4

    Ho avuto la fortuna e il piacere di vedere di recente Patti Smith in concerto che, alla veneranda età di sessantanove anni, riesce ancora a trascinare non tanto gli anchilosati pari età che non si sco ...continue

    Ho avuto la fortuna e il piacere di vedere di recente Patti Smith in concerto che, alla veneranda età di sessantanove anni, riesce ancora a trascinare non tanto gli anchilosati pari età che non si scollavano dalle loro poltrone neanche alle cannonate di “People have the power”, quanto di ragazzini che, attratti dall’aurea del suo nome, si sono precipitati sotto il palco a vivere il gran finale (qualcuno dovrebbe spiegare però ai ragazzini che sotto il palco il concerto si vive, e non si passa a rimirare i propri selfie…)
    Guardare Patti Smith direttamente negli occhi a mezzo metro di distanza, più ancora di sentirla urlare i suoi inni, è stata una esperienza di grande impatto, perché proprio attraverso i suoi occhi c’è l’essenza di questa persona: occhi dolci, buoni, completamente in contrasto con l’immagine che lo star system ci ha inculcato di lei. Soprattutto occhi di una persona che è rimasta sempre con lo sguardo di ragazza.
    E’ proprio con questo sguardo di ragazza che Patti Smith affronta questo libro, sono occhi che accompagnano l’autrice per tutte le pagine, e quindi per tutta la vita. E l’immagine che chiude (e lo apre anche, in prefazione) il libro, di lei che rimbocca il letto ai figli dopo avere ricevuto la notizia della morte di Robert, è anche l’immagine simbolo di una persona differente da come ce la siamo da sempre raccontata.
    Innanzitutto, una precisazione. Chi cerca in questo libro il racconto dell’epoca del suo trionfo è completamente fuori strada. Questo è un libro di una amicizia, tra un uomo e una donna, tra un ragazzo e una ragazza che si accompagnano e si sostengono a vicenda percorrendo strade parallele.
    L’amicizia si snoda attraverso una serie di eventi che, per chi li ha vissuti ma anche per chi li ha solamente ascoltati nella leggenda, il rievocarli farà senso. Eventi sociali, musicali e storici: la morte delle tre J, il sessantotto, l’avvento dei kennedy, patricia hearst, john e yoko, il cimitero di pere lachais, e così via.
    Patti Smith guarda tutto attraverso le lenti della favola, anche nei momenti più duri. Quel che rimane, e soprattutto rimane per le generazioni più giovani, è la grande forza di volontà che accompagna i protagonisti in ogni momento, anche il più duro. In tutti i momenti non perdere mai la fiducia in se stessi. E’ cosi’ che si diventa Patti Smith. Questo, e non i selfie, le nostre generazioni devono inseguire.

    said on 

  • 4

    "L'arte si è impossessata di noi"

    Le pagine di "just kids" potrebbero essere considerate un romanzo di formazione se non fosse che qui si riportano memorie reali.
    Il percorso di una timida e a volte ingenua ragazzina di provincia che ...continue

    Le pagine di "just kids" potrebbero essere considerate un romanzo di formazione se non fosse che qui si riportano memorie reali.
    Il percorso di una timida e a volte ingenua ragazzina di provincia che intraprende la strada per diventare Donna.
    La genesi di un 'innata propensione alla creatività e del desiderio di comunicare attraverso l'Arte.
    La storia di Patti e Robert: amici, amanti, artisti. Due anime fuse nello scenario di un'epoca dove tutto sembrava possibile. E forse lo era

    (inseriti link musicali)

    said on 

  • 4

    Il sodalizio di due sognatori

    Interessante e di spessore l' autobiografia di Patti Smith; ricca di riferimenti artistico- musicali che fanno da sottofondo alla lettura, ma da sorbire a piccole dose se si vuole gustare appieno il v ...continue

    Interessante e di spessore l' autobiografia di Patti Smith; ricca di riferimenti artistico- musicali che fanno da sottofondo alla lettura, ma da sorbire a piccole dose se si vuole gustare appieno il viaggio che Patti ci propone dentro la sua vita che non è stata una passeggiata.
    Romanticismo poco, lavori tanti e malpagati, fame a gogò, ma dentro tanta voglia di creatività e di libertà; voglia di sperimentare e sfidare se stessa e il mondo; voglia di difendere con i denti una scelta di vita; sempre pronta a scommettere sul futuro piuttosto che rimpiangere il passato.
    Quello che scorre in ogni pagina è il mondo degli anni '60-'70, ribollente, impaziente di vivere la vita fino in fondo, senza alcun pregiudizio discriminante; un mondo di anime talentuose, ma di tanti corpi bruciati. E' l' epoca in cui molti "si immolarono sull' altare della droga e della malasorte. Caddero celebrità che, anche se di poco, troppo avevano desiderato."
    Seguiamo Patti nel suo girovagare alla continua esplorazione di strade artistiche e ne incontriamo tante di celebrità, da far girare la testa, alcune significative per la sua crescita artistica, in quell' albergo eccentrico e dannato che fu il Chelsea Hotel.
    Ma la figura che impregna le pagine con la sua singolare, eccentrica presenza. è quella di Robert Mapplethorpe, colui che il caso le fa incontrare in quell' estate del '67, quando in una bolla di paranoia indeterminata e inquietante si vive nell' attesa di una "rivoluzione imminente".
    Scatta subito l' empatia e da quel momento le vite dei due sognatori si intrecciano sostenendosi a vicenda nella esplorazione di strade artistiche con la solenne promessa che "nessuno avrebbe abbandonato l' altro".
    E se il rapporto subisce una interruzione per la diversità di vedute su come vivere la trasgressione, la complicità, l' intesa delle loro anime e la corrente di magia che le attraversava resisteranno nel tempo in un continuo separarsi e incontrarsi.
    Siamo stati come Hansel e Gretel, ci siamo avventurati nel bosco tenebroso del mondo. Abbiamo incontrato demoni, tentazioni e streghe di cui non avevamo mai fantasticato, e una magnificenza che avevamo immaginato solamente in parte. Nessuno avrebbe potuto parlare per quei due giovani, né raccontare la verità sui giorni e le notti che trascorsero insieme.
    Sedimentati fatti, eventi,ed emozioni è Patti a prendere il testimone e a svelarci i lati più intimi di un rapporto intenso e speciale in questo libro che vuole essere un canto di gratitudine, di amore, di profonda amicizia tra due esseri che si intendevano senza bisogno di parole.

    said on 

Sorting by
Sorting by
Sorting by