Create your own shelf sign up

Together we find better books

[−]
  • Search Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Just as I Thought

By

Publisher: VIRAGO (LITT)

3.7
(38)

Language:English | Number of Pages: 343 | Format: Paperback | In other languages: (other languages) Italian

Isbn-10: 1860496962 | Isbn-13: 9781860496967 | Publish date: 

Also available as: Hardcover

Category: Biography , Non-fiction

Do you like Just as I Thought ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free
Book Description
This rich and multifaceted collection is Grace Paley's vivid record of her life. As close to an autobiography as anything we are likely to have from this quintessentially American writer, Just As I Thought gives us a chance to see Paley not only as a writer and "troublemaker" but also as a daughter, sister, mother, and grandmother. Through her descriptions of her childhood in the Bronx and her experiences as an antiwar activist to her lectures on writing and her recollections of other writers, these pieces are always alive with Paley's inimitable voice, humor, and wisdom.
Sorting by
  • 4

    "La mia risposta alla sua domanda è che mi sento in gran forma.La mia vita mi piace molto, ogni giorno è interessante.Ma succede anche che mi dia fastidio."

    Devo dire che la Grace attivista per la pac ...continue

    "La mia risposta alla sua domanda è che mi sento in gran forma.La mia vita mi piace molto, ogni giorno è interessante.Ma succede anche che mi dia fastidio."

    Devo dire che la Grace attivista per la pace, femminista, critica letteraria mi è piaciuta molto, molto di più. Ora sì che ragioniamo :)

    said on 

  • 1

    Una raccolta di scritti, pi che altro conferenze, interviste, rilasciate dalla Paley nel corso del secolo scorso.

    La vita impegnata di una donna femminista, socialista, pacifista, ebrea. Con al centro ...continue

    Una raccolta di scritti, pi che altro conferenze, interviste, rilasciate dalla Paley nel corso del secolo scorso.

    La vita impegnata di una donna femminista, socialista, pacifista, ebrea. Con al centro, ripetitivo, l'impegno contro il Vietnam e tutte le guerre americane che gli sono succedute.

    Il libro ha iniziato ad interessarmi solo nell'ultima parte, quella che racconta gli anni della guerra del Golfo di Bush padre.

    Per il resto naviga a vista in temi un po' naif e datati.

    said on 

  • 4

    il titolo del libro prende lo spunto da una affermazione della Paley circa il mestiere dello scrittore; chi scrive cerca di spiegare la vita a sé stesso e agli altri. La tensione e il mistero sono ciò ...continue

    il titolo del libro prende lo spunto da una affermazione della Paley circa il mestiere dello scrittore; chi scrive cerca di spiegare la vita a sé stesso e agli altri. La tensione e il mistero sono ciò che determina l'intensità della scrittura. E la fantasia lavora al servizio di questa ricerca per "immaginare la realtà" cercando di capirla. Da qui l'importanza di non capire tutto.
    In questo libro sono raccolti scritti di natura varia: riflessioni, interviste, interventi pubblici, memorie, brevi saggi.
    Bella la rievocazione della famiglia d'origine, ebrei russi immigrati in America ad inizio secolo. La Paley è un'americana di prima generazione e forse proprio questa condizione ha allenato la sua sensibilità e la sua mente ad un'attenzione per le minoranze.
    I temi che le stanno a cuore sono diversi: il pacifismo, il femminismo, l'impegno politico, il problema dell'aborto, la letteratura.
    E' una donna che ha partecipato quindi alla discussione sui temi principali del suo tempo, con intelligenza ed empatia.
    " Non vedo in realtà quale sia il motivo di stare al mondo se non si può in qualche modo essere migliori o almeno tentare di riparare gli errori". In questa frase si potrebbe riassumere la fede laica della Paley.
    Belli anche i suoi racconti, "Piccoli contrattempi del vivere", paragonati, a ragione, a quelli della Munro.

    said on 

  • 5

    Questo libro è nella libreria di 50 persone (al momento in cui l'ho inserito) di cui 6 siamo maschi, DI CUI uno è iscritto al gruppo 'genere maschile; numero plurale', un altro ha ben 15(!!!) libri di ...continue

    Questo libro è nella libreria di 50 persone (al momento in cui l'ho inserito) di cui 6 siamo maschi, DI CUI uno è iscritto al gruppo 'genere maschile; numero plurale', un altro ha ben 15(!!!) libri di De Carlo, un altro ancora definisce la sua relazione complicata, infine, ad un altro, in libreria, gli risplende il libro 'Uomini che odiano le donne'...
    Bene, credo che questo libro 'L'importanza di non capire tutto' si possa definire un testo di letteratura di genere.
    Io, il sesto maschio, compreso.

    said on 

  • 0

    Una autobiografia

    La Paley ci presenta con garbo e bella scrittura la sua vita dall'infanzia fino all'impegno nelle battaglie democratiche del suo paese.

    said on 

  • 5

    Pacifista indomabile, femminista ironica, socialista investigativa...
    In questi racconti c'è tutta lei.
    Piccoli saggi sulla guerra, le donne, la sua identità.
    Splendido.

    said on 

  • 4

    Non a livello dei racconti, qualche pezzo è un po' datato, ma è comunque un modo per avvicinarsi di più a un'autrice che, in quanto ad opera, non ha lasciato una grande mole di scritti.

    said on 

  • 4

    articoli e saggi a sfondo autobiografico che raccontano l'emigrazione, l'impegno politico, il femminismo, l'america di questa scrittrice.
    grande intelligenza.

    said on 

Sorting by