Create your own shelf sign up

Together we find better books

[−]
  • Search Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Justine

By

Publisher: Faber & Faber Ltd

4.0
(174)

Language:English | Number of Pages: 223 | Format: Paperback | In other languages: (other languages) Spanish , Italian , Catalan , Portuguese

Isbn-10: 0571203973 | Isbn-13: 9780571203970 | Publish date: 

Also available as: Hardcover , Audio CD , Audio Cassette

Category: Fiction & Literature , Romance , Travel

Do you like Justine ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free
Book Description
Set amid the corrupt glamour and multiplying intrigues of Alexandria in the 1930s and 1940s, the novels of Durrell's "Alexandria Quartet" (of which this is the first) follow the shifting alliances - sexual, cultural and political - of a group of quite varied characters.
Sorting by
  • 4

    Metafisica dell'amore in una città bordello

    Un porto nell’estremo Mediterraneo, Alessandria d’Egitto, una melodia di voci levantine, un dedalo misterioso e notturno d’ombre lievi di marinai e puttane, di luoghi dorati di ricchezze ...continue

    Un porto nell’estremo Mediterraneo, Alessandria d’Egitto, una melodia di voci levantine, un dedalo misterioso e notturno d’ombre lievi di marinai e puttane, di luoghi dorati di ricchezze scandalose. Un pezzo d’Europa alla deriva verso l’Africa, dove il gorgo del vento ha ramazzato le mille diaspore di siriani ed ebrei, di armeni, greci e arabi, che qui si sono sedimentate, al riparo, come foglie infragilite dalla pioggia. Una città sprofondata in un abisso di seduzioni, leggibile solo da chi sa oltrepassare gli uscioli sghembi dei suoi codici cabalistici. Il mistero di Alessandria è in fondo quello, allo stesso modo inaccessibile, del femminino, qui rappresentato da Justine, donna mediorentale dal fascino notturno che nessuno dei suoi amanti riuscirà a possedere. Tutta la città, lenta e accidiosa nelle sue calure, pulsa di un erotismo pervasivo che ha le forme generose di donne cedevoli, rilassate, obese, dalla pelle di cedro. La narrazione sembra non procedere, ma si dilata ipnotica, talvolta s’inabissa in un’indagine introspettiva esasperata che affatica la lettura, ma poi riprende, leggera e fragile, come la corsa di un tram di latta verso una marina avvolta da vapori. Allora la scrittura diventa scintillante come una notte africana bagnata da onde lunari

    said on 

  • 5

    "Da qualche parte, nel cuore dell’esperienza, c’è un ordine e una coerenza che potremmo intravvedere se avessimo attenzione sufficiente, sufficiente amore, sufficiente pazienza. Ma ci sarà ...continue

    "Da qualche parte, nel cuore dell’esperienza, c’è un ordine e una coerenza che potremmo intravvedere se avessimo attenzione sufficiente, sufficiente amore, sufficiente pazienza. Ma ci sarà tempo a sufficienza?" (p. 244)

    said on 

  • 5

    Cinque stelle non perché sia perfetto ma perché è scritto davvero benissimo. Immagini azzeccatissime, Alessandria resa forse in maniera conforme allo stereotipo dell'Oriente come notato da altri ...continue

    Cinque stelle non perché sia perfetto ma perché è scritto davvero benissimo. Immagini azzeccatissime, Alessandria resa forse in maniera conforme allo stereotipo dell'Oriente come notato da altri anobiiani (Edward Said...) ma alla fine, chissene. Il brivido e la suggestione arrivano, quindi OK!

    said on 

  • *** This comment contains spoilers! ***

    4

    E’ il primo dei quattro libri che costituiscono il Quartetto di Alessandria. Anche se mi aspettavo di piu’, il libro mi e’ piaciuto per la sua originalita’ con cui affronta il tema ...continue

    E’ il primo dei quattro libri che costituiscono il Quartetto di Alessandria. Anche se mi aspettavo di piu’, il libro mi e’ piaciuto per la sua originalita’ con cui affronta il tema dell’amore e per il suo carattere fortemente introspettivo, mentre lo stile mi e’ sembrato a tratti difficoltoso, ho fatto veramente fatica a leggere alcuni passi e a non abbandonare il libro. L’io narrante descrive Justine e rivive la loro amicizia trasformatasi in un amore sensuale, ma sofferto, raccontando e facendo raccontare ad altri personaggi aneddoti sulla donna, “leggendo” pagine di vari diari, ma soprattutto analizzando i propri sentimenti in maniera schietta e profonda. La vera protagonista, pero’, e’ la citta’ di Alessandria, “mitico crogiolo di razze linguaggi, porto di mare odoroso e corrotto”, che fa da sfondo alle vicende trattate; aggiungo che le descrizioni dei paesaggi e dei fenomeni atmosferici sono veramente notevoli, sembra di “provare” la luce accecante nel deserto, di vedere nascere l’alba o lo scoppiare di un temporale, come fossero veri.

    said on 

  • 5

    Il romanzo di una città

    mi è stato regalato da un amico che attraverso la letteratura voleva dirmi che non si sarebbe mai potuto innamorare di me. Perchè io gli ricordavo la protagonista di questo romanzo, troppo ...continue

    mi è stato regalato da un amico che attraverso la letteratura voleva dirmi che non si sarebbe mai potuto innamorare di me. Perchè io gli ricordavo la protagonista di questo romanzo, troppo indipendente, sicura, mascolina. "In molte cose il suo pensiero era virile e recava in molte delle sue azioni la verticalità indipendente della visione mascolina" E io, leggendolo, ho finito per identificarmi con lei. Del resto, poichè spesso nella letteratura le donne sono proiezioni di desideri maschili, Justine è e resta una rarità. Protagonista del romanzo, oltre a Justine è la città di Alessandria, con le sue strade, i suoi mercati, i suoi caffè e soprattutto i suoi misteri, impenetrabili ai sensi dello scrittore straniero che ce la racconta. Per questo, leggendo questo libro, più che di Justine il lettore si innamora perdutamente di Alessandria.

    said on 

Sorting by