Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Karl Marx

Vita e opere

Di

Editore: Laterza (Storia e società)

3.9
(15)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 261 | Formato: Paperback

Isbn-10: 8842093777 | Isbn-13: 9788842093770 | Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Disponibile anche come: Altri , eBook

Genere: Biography , History , Philosophy

Ti piace Karl Marx?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Marx, questo sconosciuto. Su Marx persona, le idee sono restate a lungo per lo più approssimative, spesso condite di luoghi comuni. Il più ovvio è che egli sia stato il fondatore del marxismo. In realtà non voleva fondare nessuna dottrina che portasse il suo nome. Nel 1882 disse di odiare l'appellativo di marxista. «Di lui sapevano poco già i contemporanei. Esule dalla Germania venticinquenne, era uno dei tanti profughi politici che giravano per l'Europa. Tornò in patria durante i moti del 1848, riparò subito dopo a Parigi, infine a Londra. Solo pochi compagni lo frequentavano. Quando poi diventò una figura pubblica, anzitutto come anima della Prima Internazionale del 1864, il suo nome acquistò il fascino di una bandiera. E con questo scomparve ancora di più l'immagine del Marx in carne e ossa», Nicolao Merker ricostruisce le vicende biografiche del filosofo della storia, l'economista e il politico del movimento operaio, tenendo insieme queste tre anime, e svela quanta parte delle sue esperienze di vita abbia inciso sulle riflessioni teoriche, quanto sia stato una figura più complessa di quell'eroe granitico che la propaganda di partito esigeva, di quell'assoluto redentore degli oppressi che qualche fideistica tradizione novecentesca pretende. Il contesto in cui è vissuto Marx si unisce a informazioni storiche e riflessioni critiche sulla storia del marxismo, sulle dinamiche interne del pensiero marxiano e sulle grandi linee della storia d'Europa nell'età moderna.
Ordina per
  • 5

    non una parola sprecata

    "Sulla periodicità delle crisi e la loro energia distruttiva (sino ai livelli di grandi crisi globali come quelle del 1929 e 2008) bastano i registri dell'esperienza storica. Conferiscono immagini al quadro marxiano della contraddizione tra l'ordinata organizzazione del processo produttivo nella ...continua

    "Sulla periodicità delle crisi e la loro energia distruttiva (sino ai livelli di grandi crisi globali come quelle del 1929 e 2008) bastano i registri dell'esperienza storica. Conferiscono immagini al quadro marxiano della contraddizione tra l'ordinata organizzazione del processo produttivo nella singola fabbrica e l'anarchia del sistema capitalistico complessivo. Qui la diagnosi e prognosi tentate da Marx hanno incontrato conferme" (pag. 198).

    "L'istanza liberal-democratica dei diritti individuali e di cittadinanza, e quella del movimento operaio per i diritti sociali costituiscono... un'endiadi nella quale nessuno dei due termini può stare senza l'altro" (pag. 214)

    ha scritto il 

  • 4

    post hoc ergo propter hoc

    snella ma puntuale biografia in cui si cerca di evidenziare validità e aporie della teoria di KM, da un lato enucleandone le intuizioni socioeconomiche, dall'altro ponendosi domande e dubbi (come già il tardo Engels fece) su una certa "impazienza utopistica" e sulla opportunità di spostare il rag ...continua

    snella ma puntuale biografia in cui si cerca di evidenziare validità e aporie della teoria di KM, da un lato enucleandone le intuizioni socioeconomiche, dall'altro ponendosi domande e dubbi (come già il tardo Engels fece) su una certa "impazienza utopistica" e sulla opportunità di spostare il raggio d'azione al campo dei diritti.

    ha scritto il 

  • 4

    E' una buona biografia di Marx, non aggiunge molto ad altre già pubblicate (e negli ultimi due anni si segnalano almeno altri due importanti studi complessivi italiani sul pensiero marxiano: quello di Petrucciani e quello di Fusaro), ma ha il pregio di calare l'uomo-Marx nella sua realtà storica ...continua

    E' una buona biografia di Marx, non aggiunge molto ad altre già pubblicate (e negli ultimi due anni si segnalano almeno altri due importanti studi complessivi italiani sul pensiero marxiano: quello di Petrucciani e quello di Fusaro), ma ha il pregio di calare l'uomo-Marx nella sua realtà storica e - in questi tempi di studi filosofici di stampo analitico - è davvero un "rara avis", e quindi segnala con attenzione i debiti intellettuali del filosofo di Treviri. D'altra parte lo stesso fatto che sia stata scritta da Merker è garanzia di un lavoro serio e curato.

    ha scritto il 

  • 0

    Un bel saggio, divulgativo, sul percorso, culturale, storico, prima che politico che ha dato ispirazione all'opera e all'azione di Marx. Merker indaga i tre aspetti fondamentali, il filosofo della storia, il grande economista ed il politico del movimento operaio. In tutti questi aspetti se si leg ...continua

    Un bel saggio, divulgativo, sul percorso, culturale, storico, prima che politico che ha dato ispirazione all'opera e all'azione di Marx. Merker indaga i tre aspetti fondamentali, il filosofo della storia, il grande economista ed il politico del movimento operaio. In tutti questi aspetti se si legge senza dogmatismo si comprende lo straordinario contributo dato alla scienza economica ed alla comprensione dei meccanismi del capitalismo, e la convinzione che la presa del potere da parte del proletariato doveva essere frutto di un processo complesso di presa di coscienza della classe operaia e di costruzione degli strumenti di partecipazione necessari. Tutte le sue opere sono legate strettamente all'epoca, alle idee, alle azioni vissute in prima persona nell'Europa della metà dell'800 a garanzia dello stretto legame tra esperienza diretta e condizioni oggettive.

    Un bel libro, non per scoprire o riscoprire i temi posti da Marx e valutarne o meno l'attualità, ma per approfondire, fuori dalle letture stereotipate, alcuni elementi parte integrante della storia dei successivi 150 anni ma, per alcuni aspetti, anche di stringente attualità.

    ha scritto il 

Ordina per