Create your own shelf sign up

Together we find better books

[−]
  • Search Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Keith Richards

By

Publisher: Omnibus Press

4.2
(19)

Language:English | Number of Pages: 432 | Format: Paperback | In other languages: (other languages) Italian

Isbn-10: 0711988684 | Isbn-13: 9780711988682 | Publish date: 

Also available as: Hardcover , Others , eBook

Do you like Keith Richards ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free
Book Description
If Mick Jagger is the public face of The Rolling Stones, Keith Richards has always been the band's heart, soul and musical powerhouse. In 1992, Victor Bockris' celebrated biography was the first to recognise Richards' pivotal role in the Stones legend. Now the book has been fully updated by the author with a 10,000 word addition, incorporating the perspective of another decade to this epic story of rock's most incredible survivor.
Sorting by
  • 0

    Adesso ho un amico in più :). Sì perché mi sembrava di avere lì accanto Keith mentre leggevo il suo libro!
    Mi ha veramente appassionata questo libro, lui è senz'altro il mio Stone preferito.
    Ah.... Certamente se fossi stata giovane quando lo era lui, avrei provato ad acciuffarlo!! ...continue

    Adesso ho un amico in più :). Sì perché mi sembrava di avere lì accanto Keith mentre leggevo il suo libro!
    Mi ha veramente appassionata questo libro, lui è senz'altro il mio Stone preferito.
    Ah.... Certamente se fossi stata giovane quando lo era lui, avrei provato ad acciuffarlo!!

    said on 

  • 3

    Il libro è piacevole. E' curioso leggere di questa band, che come tante altre cerca la sua strada. Insieme a Jimi Hendrix. Rivaleggiando con Paul e John...
    E' un lungo racconto attraverso gli anni 70, la musica il rock.
    Forse è anche una occasione persa: Keith ci racconta un sacco di ...continue

    Il libro è piacevole. E' curioso leggere di questa band, che come tante altre cerca la sua strada. Insieme a Jimi Hendrix. Rivaleggiando con Paul e John...
    E' un lungo racconto attraverso gli anni 70, la musica il rock.
    Forse è anche una occasione persa: Keith ci racconta un sacco di cose, ma da per scontati molti aspetti della vita di una rock star, che per una persona normale, non sono così normali! E a tratti rimane curiosità insoddisfatta.

    said on 

  • 0

    Non tralascia e non nasconde niente Keith, aiutato a riordinare i suoi, talvolta confusi, ricordi da James Fox a cui va il merito di aver lasciato inalterata la sua voce senza forzarla in inutili preziosismi linguistici: la narrazione è spesso sboccata, insolente o esitante; a volte delega a ...continue

    Non tralascia e non nasconde niente Keith, aiutato a riordinare i suoi, talvolta confusi, ricordi da James Fox a cui va il merito di aver lasciato inalterata la sua voce senza forzarla in inutili preziosismi linguistici: la narrazione è spesso sboccata, insolente o esitante; a volte delega a chi era presente il racconto di avvenimenti a cui sa di aver partecipato ma non può ricordare: riporta tra le righe le scrollate di spalle scanzonate e beffarde e i gesti disperati e ansiosi del tossico in crisi d’astinenza. Ma soprattutto, lascia spazio a delle voci sorprendenti e inedite: (continua http://www.mangialibri.com/node/8067)

    said on 

  • 5

    chi era nathalie delon?

    keith richards è il mio uomo ideale. i questa autobiografia le parti legate più prettamente alla musica e alle composizioni dei pezzi sono magari un po' una palla, ma le parti che narrano le avventure di keiith (con le donne, con spade e vario oggetti contundenti, con la droga e con le cadute da ...continue

    keith richards è il mio uomo ideale. i questa autobiografia le parti legate più prettamente alla musica e alle composizioni dei pezzi sono magari un po' una palla, ma le parti che narrano le avventure di keiith (con le donne, con spade e vario oggetti contundenti, con la droga e con le cadute da posti in alto) sono divertentissime e la morale che il libro veicola è assurda.c'è persino una riceta del bangers and mash!
    fantastiche la storia di keirth che fa una scenata per poter essere lui il primo a rompere la crosta del shepherd's pie o che insegue un invitato al matrimonio di sua figlia angela con la sciabola.dell'idea che ha keith del successo ("piuttosto mi sfiguro. cosa che ho fatto, lasciandomi cadere qualche dente") e della politica britannica (lui il baronetto non lo vuole fare, dopo le persecuzioni che lo stato gli ha inflitto negli anni '60 e '70).
    di quando "forza i confini" (ovvero "combino cose veramente scandalose") e prende in giro mick jagger (ma l'affetto per lui trapela sempre), ad esempio quando racconta ei biglietti d'amore cifrati che si mandavano lui e jerry al (e poi quando mick viene scoperto, le donne di mick vanno da keith a dirgli che bastardo che è, ed "io divento zio keith". fantastici i racconti su cani russi, gatti di barbados e droga (che lui non consiglia, ma dai consiglia). sulla sua compagna che era scambiata per un trans e sulla nascita ei teeneger (quindi del mercato ad hoc). ma su tutto, "non ho mai fatto la prima mossa con una ragazza. non ci sono tagliato.l'istinto mi suggerisce sempre di far fare alle donne. di solito ammutolisco. creo un campo di tensione fortissima. così uno dei due è costretto a prendere l'iniziativa. io non riuscivo a fare il primo passo". GRANDE!

    said on