Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Kerbala

Di

Editore: Rizzoli

2.9
(29)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 475 | Formato: Copertina rigida

Isbn-10: 8817041645 | Isbn-13: 9788817041645 | Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Genere: Fiction & Literature

Ti piace Kerbala?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Dove sono finiti i soldi? È l'ultima domanda che si è fatto Ned Rush. subito prima di scomparire. Quando l'amico Charles si getta sulle sue tracce sa solo che il giornalista americano stava indagando sulle immense somme spese per la mai avvenuta "ricostruzione dell'Iraq". Quello che ignora è che Ned è incappato in un segreto che ha già fatto molte vittime: l'operazione Powerball, un complotto che tra pochi giorni costerà all'America un presidente e al resto del pianeta una guerra mondiale. Per questo, a Washington, il capo della sicurezza della Casa Bianca sta lottando contro il tempo per salvare le vite di Charles e Ned e la propria. E per questo, nelle strade di Baghdad, i mercenari della potente compagnia di sicurezza privata Total Force hanno scatenato contro i due amici una caccia senza quartiere. Insieme al fedele interprete Hikmatt e alla dolce Levia, Charles dovrà scendere nella città sotterranea di Najaf, penetrare nel cuore della Green Zone di Baghdad, raggiungere le vie dei contrabbandieri sul confine siriano e prendere una decisione che potrebbe cambiare la storia del mondo musulmano: rivelare o no il contenuto della lettera perduta di Kerbala, il più pericoloso segreto dell'Islam?
Ordina per
  • 2

    Ha adottato un espediente narrativo vecchio come il cucco, ad ogni capitolo cambiare il quadro narrativo.
    deve aver frainteso perchè essendo i capitoli particolarmente brevi, il racconto -che giá non é granché-risulta particolarmente spezzettato.

    ha scritto il 

  • *** Attenzione: di seguito anticipazioni sulla trama (SPOILER) ***

    3

    Un bel piano per destabilizzare il medio oriente messo in piedi dai soliti poteri forti viene distrutto da una coppia di curiosoni neanche troppo speciali che a forza di botte di culo, spinte varie e interventi divini salva il mondo.
    Il tutto condito con contorno di mercenari, doppiogiochis ...continua

    Un bel piano per destabilizzare il medio oriente messo in piedi dai soliti poteri forti viene distrutto da una coppia di curiosoni neanche troppo speciali che a forza di botte di culo, spinte varie e interventi divini salva il mondo.
    Il tutto condito con contorno di mercenari, doppiogiochisti e voltagabbana e un po’ di sano sesso (anche se, stranamente, il primo accenno arriva solo dopo pagina 100). Per dare un tocco di esotismo, ci mettiamo anche un po’ di flash back al VII secolo con il nipote di Maometto.
    Tutti gli ingredienti per costruire un best seller ci sono ma il risultato non è quello sperato. Dozzinale.

    ha scritto il 

  • 4

    l'idea di fondo molto interessante! la storia mi è proprio piaciuta, quello che mi ha lasciato un po' deluso è lo stile...credo che sia un po' troppo difficile seguire tutte le vicende con chiarezza. nel complesso però è un bel libro.

    ha scritto il 

  • 1

    Evitate questo libro

    Abbandonato dopo 200 pagine per manifesta incapacità dell'Autore
    - nell'uso della lingua (ATTENZIONE: caduta frasi fatte)
    - nella costruzione dei personaggi
    - nell'intreccio
    - nell'evocare una cosa che anche da lontano ricordi, sfumata, la verosimiglianza

    Ora, se qu ...continua

    Abbandonato dopo 200 pagine per manifesta incapacità dell'Autore
    - nell'uso della lingua (ATTENZIONE: caduta frasi fatte)
    - nella costruzione dei personaggi
    - nell'intreccio
    - nell'evocare una cosa che anche da lontano ricordi, sfumata, la verosimiglianza

    Ora, se qualcuno mi offre un responso incruento da dare a chi mi ha regalato il libro... la mia eterna gratitudine.

    ha scritto il 

  • 5

    non il solito thriller/spionaggio USA

    Dalla sua esperienza di direttore della AFP a Baghdad un thriller molto ben documentato sull'Iraq e il mondo con l'arrivo di Obama.
    Ritmo serrato, giornalistico, credibile (salvo rari cedimenti), non molla dalla prima all'ultima pagina.
    Integralismo, destra USA, servizi deviati e non, ...continua

    Dalla sua esperienza di direttore della AFP a Baghdad un thriller molto ben documentato sull'Iraq e il mondo con l'arrivo di Obama.
    Ritmo serrato, giornalistico, credibile (salvo rari cedimenti), non molla dalla prima all'ultima pagina.
    Integralismo, destra USA, servizi deviati e non, giornalisti, mercenari, in un abbraccio quasi inestricabile.
    Forse il difetto (ma è anche la tecnica che trascina il lettore) è il fatto che i capitoli siano brevi e in ogni capitolo ci due spezzoni delle numerose storie che si intrecciano.
    Merita di essere letto, non diciamo che un Le Carrè ammodernato, ma ci si avvicina (non per lo stile di scrittura, diciamo per la sinossi)

    ha scritto il 

  • 1

    cavolata di proporzioni immani

    un libro così brutto, stupido, insensato era tanto che non mi capitava di prenderlo fra le mani. e per di più scritto male! l'ho buttato nel bidone della spazzatura da quanto mi infastidiva. cosa
    terribile, lo so, ma non merita di stare in alcun altro posto. se potessi gli darei -5 stelle. ...continua

    un libro così brutto, stupido, insensato era tanto che non mi capitava di prenderlo fra le mani. e per di più scritto male! l'ho buttato nel bidone della spazzatura da quanto mi infastidiva. cosa
    terribile, lo so, ma non merita di stare in alcun altro posto. se potessi gli darei -5 stelle. non compratelo, salvate alberi e risparmiate soldi per libri che li valgono. che rabbia!

    ha scritto il 

  • *** Attenzione: di seguito anticipazioni sulla trama (SPOILER) ***

    2

    Confuso e difficile da seguire. L'idea c'è e anche una indubbia capacità di scrivere. Temo che proprio ol racconto non sia all'altezza ma i margini di miglioramento sono enormi

    ha scritto il 

  • 1

    Una lunga strada da fare

    La stoffa sembra esserci,ma secondo me c'è ancora tanto da fare.
    Il libro si legge con molta difficoltà, si salta di palo in frasca e si fa fatica a seguire la vicenda.
    Uno dei pochi libri per i quali ho pensato di mollare lì.
    Speriamo neol. Prossimo.

    ha scritto il