Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Kiss & Never Cry vol. 10

Di

Editore: GP Publishing

4.2
(31)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 192 | Formato: Paperback

Isbn-10: 8864685847 | Isbn-13: 9788864685847 | Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Genere: Comics & Graphic Novels

Ti piace Kiss & Never Cry vol. 10?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Ora che finalmente il passato non potrà più tornare a tormentarla e che tutti i frammenti del suo cuore spezzato si sono ricomposti, Michiru deve pensare alla sua carriera di pattinatrice e realizzare il suo sogno. Ma le Olimpiadi sembrano solo un miraggio irraggiungibile, vista la condizione fisica che la mancanza d'allenamento le ha lasciato... Però Michiru ora è diversa, e in lei c'è una nuova forza pronta a essere utilizzata. Michiru ha ritrovato la speranza! Yayoi Ogawa ci regala l'ultimo, commovente numero di una saga che ha saputo conquistare l'Italia come il Giappone!
Ordina per
  • *** Attenzione: di seguito anticipazioni sulla trama (SPOILER) ***

    4

    Ho riletto tutta la serie durante lo scorso weekend e mi sento di riconfermare le 4 stellette, anzi sarei quasi tentata di mettercene una in più o almeno metà tanto m'è piaciuto.


    Il pregio migliore di "Kiss & Never Cry" è che è una storia ben bilanciata in tutti i numerosi elementi che la ...continua

    Ho riletto tutta la serie durante lo scorso weekend e mi sento di riconfermare le 4 stellette, anzi sarei quasi tentata di mettercene una in più o almeno metà tanto m'è piaciuto.

    Il pregio migliore di "Kiss & Never Cry" è che è una storia ben bilanciata in tutti i numerosi elementi che la compongono: romance, thriller, sport, drama e i graditissimi e non così sporadici momenti comici (Michiru che sbava sui dolci e slasha Hikaru e Leon scattandogli foto di nascosto, Hikaru che pensa di essere un uomo maturo ma in fondo è solo un adorabile bambinone <3, ecc.) sono dosati con intelligenza dalla Ogawa.
    Le psicologie dei personaggi sono sviluppate e verosimili, specie Michiru (mi è piaciuto e mi ha inquietata allo stesso tempo - come è giusto che fosse - quel suo regredire inconsapevolmente allo stato mentale di bambina di 8 anni pre-trauma quando reincontra Leon all'inizio della storia: è una reazione "normale" e comprensibile per una persona che come lei ha subito quel tipo di trauma).

    In 10 volumi (+ 1 extra) ci si affeziona davvero ai personaggi, anche a quelli di contorno come la sensei Dandova (e i suoi strafalcioni), Dominique e Fumie, la coppia canadese, ecc. Le parti dedicate al pattinaggio, agli allenamenti e alle gare non sono mai pesanti o noiose, anzi devo dire che - da profana della danza su ghiaccio - le ho trovate piuttosto avvincenti. Senza contare che ora posso dire di conoscere la differenza tra triplo Axel e triplo Lutz: che non è mica una roba da poco.
    Spesso poi le parti delle esibizioni sono l'espediente scelto dall'autrice per farci entrare nella testa dei personaggi, mostrarci ciò su cui riflettono e a cui pensano e vengono usate per trarre parallelismi tra i protagonisti del manga e i personaggi delle opere su cui stanno danzando (Salomè, La Sagra della Primavera, Turandot, ecc.).

    A parte un paio di scelte banalotte (tipo la collega di Leon innamorata di lui e con marito abusivo che pare una "cattiva non poi così cattiva" uscita dritta-dritta dal teen drama più stucchevole che si possa immaginare), il manga fila via che è un piacere. Il volume extra, a differenza di molte altre serie, non è una mera raccolta di side stories inutili (a parte forse una che però serve a caratterizzare meglio il personaggio di Dominique), ma un epilogo effettivo della storia che ci mostra ancora una volta tutti i personaggi in azione e che ci permette di accomiatarci da loro nel migliore dei modi.

    "Kiss & Never Cry" è uno dei pochi josei arrivati qui da noi che ho apprezzato completamente e senza riserve. Consigliato a tutti: specie a chi vuole una storia più matura di quelle stereotipate che gli shojo rifilano in continuazione. Nonostante alcuni argomenti trattati - davvero pesanti e drammatici - non scade mai nel patetico o nel morboso. Edizione GP a dir poco orrenda: volumi mollicci, grossi per 7 numeri, poi dimezzati nello spessore; carta gialla oscena, poi carta grigia, poi di nuovo gialla per l'ultimo numero. Meglio acquistarlo usato tanto più che si trova facilmente e a poco prezzo.

    ha scritto il 

  • 3

    La fine. Finalmente. In senso buono, naturalmente.
    Michiru ed Hikaru vengono selezionati per rappresentare il Giappone alle Olimpiadi (di cui, però, non conosceremo mai i risultati); la promessa degli “amici del palaghiaccio” è stata mantenuta. Ora la nostra protagonista può voltare le spal ...continua

    La fine. Finalmente. In senso buono, naturalmente.
    Michiru ed Hikaru vengono selezionati per rappresentare il Giappone alle Olimpiadi (di cui, però, non conosceremo mai i risultati); la promessa degli “amici del palaghiaccio” è stata mantenuta. Ora la nostra protagonista può voltare le spalle al suo passato e andare avanti.

    Mi ha dato un po’ fastidio la fretta con cui si è concluso. Ovviamente senza il supporto della storia passata di Michiru non poteva andare avanti, ma nel giro di due volumi i due atleti partecipano a molte competizioni e, secondo me, viene a mancare tutta la cura con cui la Ogawa aveva preparato, anche solo disegnando, le coreografie e le esibizioni dei protagonisti. Peccato.
    Comunque un titolo veramente valido, sia per la storia, sia per il lato sportivo, veramente ben approfondito e curato. Ti fa appassionare a questa disciplina. Una lettura consigliata.

    ha scritto il 

  • 4

    Ed anche questo manga si è concluso!
    La storia ha avuto alti e bassi, dovuti soprattutto al modo in cui la protagonista ha affrontato la propria storia personale...non prprio rosea.

    Il disegno ha giocato a suo favore, così come il contesto sportivo ginnico del pattinaggio sul ghiacci ...continua

    Ed anche questo manga si è concluso!
    La storia ha avuto alti e bassi, dovuti soprattutto al modo in cui la protagonista ha affrontato la propria storia personale...non prprio rosea.

    Il disegno ha giocato a suo favore, così come il contesto sportivo ginnico del pattinaggio sul ghiaccio. Non avevo mai letto nulla di questa autrice, ma sono contenta per come si è conclusa la vicenda.

    Il finale è come sempre un happy ending in cui la conquista è data alla fantasia del lettore, così come accade alla fine di Hikari, altro manga ambientato nel mondo dello sport. Ma K&NC, al contrario, da una certa risoluzione degli avvenimenti che tranquillizza ed accompagna chi assiste alla vicenda fino alla fine.

    Sono contenta per come si è andata evolvendosi la storia. Una vicenda contemporanea e molto credibile che non porta grandi colpi di scenza ma solo la voglia di farcela e di ricominciare nonostante i brutti momenti che possiamo vivere. Carino. Non eccezionalmente avvincente, ma si lascia leggere.

    ha scritto il