Kiss Kiss

Di

Editore: Garzanti

4.0
(40)

Lingua: Italiano | Numero di pagine: 275 | Formato: Paperback | In altre lingue: (altre lingue) Inglese , Francese

Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Genere: Narrativa & Letteratura , Umorismo

Ti piace Kiss Kiss?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Il volume comprende 11 racconti:

L'affittacamere (The Landlady)
William e Mary (William and Mary)
L'ascesa al cielo (The Way Up to Heaven)
Il diletto del pastore (Parson's Pleasure)
Mrs. Bixby e la pelliccia del colonnello (Mrs. Bixby and the Colonel's Coat)
Pappa reale (Royal Jelly)
Caro Padre (Georgy Porgy)
Genesi e Catastrofe: una storia vera (Genesis and Catastrophe: A True Story)
Liszt' (Edward the Conqueror)
A proposito di maiali (Pig)
Il Campione del Mondo (The Champion of the World)
Ordina per
  • 4

    Coleccion de cuentos breves,siempre ironicos y con finales sorprendentes.Aunque tiene mucho vocabulario nuevo es interesante aprender ingles fino.....very polite.
    Su amante le regala un caro regalo y ...continua

    Coleccion de cuentos breves,siempre ironicos y con finales sorprendentes.Aunque tiene mucho vocabulario nuevo es interesante aprender ingles fino.....very polite.
    Su amante le regala un caro regalo y para ocultarselo a su marido lo empeña y le dice que ha encontrado una papeleta de empeño y que lo recoja el.Su asombro será ver el regalo en los hombros de la secretaria de su marido....
    Un muchacho busca posada en un pueblecito y se encuentra una casa de huespedes fina y acogedora.Aunque la dueña sea un poco rara la estanca es economica y el té exquisito hasta que se da cuenta que el perro, y el loro estan disecados y la dueña le explica su gran afición.

    ha scritto il 

  • 3

    Undici racconti sulla natura umana e la sua essenza sinistra, malvagia, rancorosa. Non ho trovato lo "sberleffo liberatorio" di cui avevo letto anni fa in alcune incompensibili recensioni, ma solo un ...continua

    Undici racconti sulla natura umana e la sua essenza sinistra, malvagia, rancorosa. Non ho trovato lo "sberleffo liberatorio" di cui avevo letto anni fa in alcune incompensibili recensioni, ma solo un sunto diabolico della nostra parte oscura, o meglio, della nostra oscurità in toto, a volte difficilmente digeribile proprio per la mancanza di catarsi. E' anzi un libro che fa soffrire; nel meccanismo dell'imprevisto che caratterizza ogni racconto non c'è mai l'allegra, caustica ironia tipica di Dahl, ma una pesantezza quasi soffocante, macabra, ossessiva. E la gentilezza, il buon cuore, la sensibilità, il semplice amore paterno, persino l'arte rimangono schiacciate e seppellite nella macchina infernale della mediocrità umana.
    Non tutti i racconti comunque sono egualmente efficaci, ma il disequilibrio non toglie nulla allo stile inconfondibile (per quanto ancora grezzo, i libri migliori sarebbero arrivati solo qualche anno dopo) di Dahl. Anche se a volte la sua misoginia è davvero fastidiosa, e soprattutto ferisce il doppio, da una persona straordinaria com'era lui.
    Le stelline sarebbero due e mezza.

    ha scritto il