“Non c’è posto al mondo che io ami più della cucina…” Così comincia il romanzo di Banana Yoshimoto, Kitchen pubblicato con grande successo in Italia in prima traduzione mondiale da Feltrinelli (1991).
È un romanzo sulla solitudine giovanile. Le c
...Continua
TheBluE
Ha scritto il 14/10/18
Se non fosse stato per la dolcezza e l'ingenuità di Mikage, protagonista del racconto Kitchen e di Satsuki , protagonista invece dell'altro racconto Moonlight shadow, e della semplicità del Giappone nei suoi usi e sei suoi piatti ci saremmo trovati a...Continua
Aveline
Ha scritto il 25/09/18
Cinque stelline vanno invece all'altro racconto contenuto nel libro, Moonlight Shadow, che ho davvero adorato (e che ha fatto alzare la valutazione di questo libro), per quanto mi riguarda il miglior scritto di Banana Yoshimoto che ho letto finora. ...Continua
Toluk
Ha scritto il 03/09/18
Bocciato. Sono perplesso dall'eco del successo avuto da questo libro nei primi anni '90. Me lo spiego solo grazie a un ampio passaparola dettato dalla moda del momento e dal sempre vero "fa figo e non impegna" (e ci credo, sono 150 pagine risicate)....Continua
simone99
Ha scritto il 31/08/18
Rilassante e delicato
Yuichi soffre di solitudine, ha appena subito la perdita della madre e della nonna, finchè un ragazzo conoscente della nonna non la ospita in casa. I due hanno storie analoghe, con parenti defunti e famiglie fuori dal normale, e si intenderanno al me...Continua
Paolino
Ha scritto il 16/08/18

Mediocre. Racconto interessante che tocca temi attuali ma che personalmente non colpisce interamente nel segno.


Antonio Cat.
Ha scritto il Mar 19, 2018, 22:21
Però chi nella vita non conosce almeno una volta la disperazione e non capisce quali cose valgano veramente, diventa adulto senza avere mai capito che cosa sia veramente la gioia. Io sono stata fortunata.
Antonio Tedesco
Ha scritto il Jul 22, 2017, 20:13
Aveva lasciato dentro di me una scia di splendore caldo e luminoso. Ecco cos'è il fascino! pensai. Questa parola mi apparve davanti agli occhi come un'immagine vivente, come quando Hellen Keller capì per la prima volta che cosa voleva dire "acqua", N...Continua
Pag. 16
Daniela
Ha scritto il Jul 22, 2017, 09:06
C'era una tale freschezza tutt'intorno che non potei fare a meno di sentire quanto dentro di me tutto fosse arido e spento. Quella scena primaverile non riusciva assolutamente a penetrare in me. Si rifletteva solo sulla superficie, come in una bolla...Continua
Pag. 114
PseudoPersonality
Ha scritto il Jun 15, 2017, 07:42
La casa era immobile. La scansione del tempo in secondi sembrava essersi arrestata. Tutto era così fermo che avvertivo il disagio di essere la sola a vivere e a muovermi. E' sempre così una casa dopo che qualcuno è morto.
Pag. 54
PseudoPersonality
Ha scritto il Jun 15, 2017, 05:55
Con tutta me stessa avrei voluto fermarmi: smettere di camminare, smettere di vivere. Il pensiero che ci sarebbe stato un domani, e poi un dopodomani, e poi una settimana, non mi era mai sembrato tanto insopportabile. Continuare a vivere nei giorni a...Continua
Pag. 48

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

shanumi
Ha scritto il Sep 20, 2015, 12:33
Incipit
Pag. 9

Hedrock
Ha scritto il Oct 18, 2017, 09:54
Kitchen
Autore: Banana Yoshimoto

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi