Hooray! You have added the first book to your bookshelf. Check it out now!
Create your own shelf sign up
[−]
  • Search Digit-count Valid ISBN Invalid ISBN Valid Barcode Invalid Barcode

Koma.

By Robin Cook

(0)

| Paperback | 9783548254678

Like Koma. ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free

Book Description

30 Reviews

Login or Sign Up to write a review
  • 1 person finds this helpful

    Forse iniziare a leggere questo libro prima di andare in ospedale non è stato il massimo...
    Racconto un po' lento,con un finale "non-finale" che non mi soddisfa del tutto.

    Is this helpful?

    Momo said on Jan 16, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Il Memorial di Boston è uno dei più grandi e avanzati ospedali del mondo, dove migliaia di operazioni vengono eseguite ogni anno. Proprio in questo grande centro medico comincia il suo internato Susan Wheeler, una studentessa di medicina la terzo ann ...(continue)

    Il Memorial di Boston è uno dei più grandi e avanzati ospedali del mondo, dove migliaia di operazioni vengono eseguite ogni anno. Proprio in questo grande centro medico comincia il suo internato Susan Wheeler, una studentessa di medicina la terzo anno tanto attraente quanto intelligente.
    Fin da subito Susan si trova davanti ad un evento traumatico. Ben due pazienti, un ragazzo con cui vorrebbe uscire ed una ragazza sua coetanea, cadono in un inspiegabile stato di coma dopo delle semplici operazioni chirurgiche, di fatto rendendoli dei vegetali dall’encefalogramma piatto, tenuti in vita solo tramite delle macchine.
    Immedisimandosi nella ragazza, Susan decide di indagare e ben presto scopre che non sono casi isolati, ma numerose altre operazioni chirurgiche hanno avuto lo stesso esito. Convinta che ci sia una causa comune a tutti questi casi, magari una nuova malattia, Susan, ignorando i consigli di amici e superiori, comincia ad indagare su questi casi. Le sue ricerche però vengono subito bloccate dal personale dell’ospedale, obbligandola ad agire furtivamente e fuori dalle righe.
    Man mano che procede nella sua indagine privata, Susan si rende conto che i suoi sospetti sono fondati e si trova immischiata in una faccenda molto più grave e pericolosa di quanto pensasse inizialmente, una faccenda che metterà in pericolo la sua vita.

    La mia paura più grande cominciando questo libro era, non conoscendo il mondo della medicina, di trovarmi spaesato da termini e situazioni sconosciute, che non mi permettessero di gustarmi appieno l’opera. Paura più che fondata, infatti per almeno la prima metà del libro l’autore (laureato in medicina alla Columbia University e specializzato ad Harvard) utilizza nomi di medicinali, parti anatomiche o operazioni mediche che mi hanno obbligato più di una volta ad utilizzare l’aiuto di wikipedia per capire di cosa si stava parlando. In aggiunta, la prima metà abbondante dell’opera è quella più noiosa, molto statica e priva di avvenimenti salienti. Il fatto che tutta questa parte si svolga all’interno dell’ospedale appesantisce ulteriormente la lettura. Oltrepassta la metà il libro si fa più scorrevole e i momenti d’azione fanno capolino, anche se molto timidamente e non aiutano a risollevare l’interesse nella vicenda.
    Un elogio va comunque all’autore per la sua volontà di divulgare pubblicamente i problemi delle società ospedaliere “moderne” (le virgolette sono d’obbligo visto che il libro è del ‘76), tra cui anche i problemi dell’epoca sull’inesistenza della parità tra i sessi, infatti uno degli ostacoli più grandi che deve superare Susan è proprio fatto di essere donna, quindi considerata inferiore in ambito professionale.

    Voto: 2/5

    Is this helpful?

    Vokyal said on Jul 15, 2013 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Un buon medical thriller

    Un classico dei medical thriller che, malgrado sia stato scritto più di trent'anni fa, resta di una sconcertante attualità. Ottima la storia anche se il personaggio principale, Susan, risulta nel complesso poco credibile. La scelta, poi, di ...(continue)

    Un classico dei medical thriller che, malgrado sia stato scritto più di trent'anni fa, resta di una sconcertante attualità. Ottima la storia anche se il personaggio principale, Susan, risulta nel complesso poco credibile. La scelta, poi, di racchiudere la storia in un arco di tempo di pochissimi giorni gioca a sfavore della plausibilità del racconto. Nel complesso e' una lettura davvero piacevole. Nel 1977 Michael Chrichton ci ha tratto un film: Coma Profondo.

    Is this helpful?

    Fabio-74 said on Apr 9, 2013 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    inquietante !!!
    inizio lento e poi esplosivo
    verso la fine invece scade molto : personalmente non amo i libri in cui all' eroe ne capitano di tutti i colori e ne viene sempre fuori .... mi viene da dire : ma vaff....

    Is this helpful?

    Silvia Buzzi Ferraris (solo ebook) said on Mar 26, 2013 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    E' un thriller molto lineare e decisamente cinematografico. All'inizio si abbonda un po' troppo in terminologia medica, ma poi il libro prosegue veloce descrivendo le peripezzie e disavventure della giovane e determinata studentessa di medicina.

    Is this helpful?

    Andrea Vargas said on Nov 8, 2012 | Add your feedback

Book Details

Improve_data of this book